Ernia iatale

Partecipa al sondaggio
Buona sera,
Sono una ragazza di 27 anni, sono leggermente in sovvrapeso, quindi cerco di mangiare meglio che posso, colazione, spuntino, pranzo, e cena non troppo leggera, poco alcool e niente bibite gassate. Da qualche anno, mi e' stata rilevata un'ernia iatale. Soffro infatti di reflusso gastrico, alquanto fastidioso, dopo ogni pasto, soprattutto quando mangio fuori casa, sara' perche' quando cucino io cerco sempre di non usare grassi, per non appesantire la digestione. Ultimamente pero', direi ormai da 1 mesetto, noto che dopo aver mangiato, ho un continuo senso di fame, come se non avessi mangiato abbastanza, ma io so che non e' cosi. Cosa potrebbe essere? Vivo all'estero da qualche tempo, e tra l'universita' e il lavoro part time, trovo mai il tempo di andare a fare una semplice visita.
Potrebbe essersi aggravata l'ernia?
Ringrazio cortesemente dell'attenzione.
Saluti,
Maria
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.5k 2.3k 74
Gentilissima,
l'ernia piccola o grande che sia può non determinare alcun disturbo. Potrebbe trattarsi invece di un reflusso gastroesofageo o di una epigastralgia da ipersecrezione acida. In tal caso ha necesità di qualche farmaco per ridurre la secrezione gastrica o provare con qualche antiacido. Ad ogni modo nessun problema rilevante.

Cordialmente


Dr Felice Cosentino Gastroenterologo Endoscopista - Milano (Clinica la Madonnina), Monza (Wellness Clinic Zucchi)- Reggio C (Villa Sant'Anna)

[#2]
Utente
Utente
Buongiorno dottore, ringrazio per la rapida risposta.
Io assumo gia' dell'antiacido, Zantac 150. Avevo dimenticato inoltre di dire che ho spesso un fastidio a deglutire, come se avessi qualcosa bloccato lungo l'esofago, che e' particolarmente forte al mattino, poi verso sera e' quasi del tutto assente.
Sono grata che a suo parere non sia nulla, almeno ora sono un pochino tranquilla :)
Grazie ancora della cortese attenzione,
Maria
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.5k 2.3k 74
Potrebbe allora essere utile aumentare la dose del farmaco.


Saluti
Reflusso gastroesofageo

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto