Utente
Cari dottori buonasera,nonostante seguo il forum da anni non avevo mai avuto l'esigenza di scrivere,vi faccio i migliori complimenti per la sua completezza e facilita.
Spiego brevemente il mio problema..premetto che a causa di un incidente sono 3 mesi che non mi alzo dal letto apperte seduto e mi preparo per altri 6-7 mesi nello stesso letto...motivo per il quale non posso recarmi di persona da un medico vistp che esco di casa solo in barella,non sostituisco ovviamente questo con un consulto vero e proprio ma volevo solo farmi un idea visto la preparazione dei medici presenti qui.
Da pochi giorni ho fastidi nella digestione....mi sazio troppo facilmente nonostante la mia solita fame(mangiavo tanto e di tutto compreso insalate molto varie complete e enormi e anche legumi zuppe molto spesso a cui non rinuncio anche perche so che fanno bene unito ad un'ora e mezza di sport al giorno altra cosa a cui non rinunciavo mai)questo perche dopo poco sento pesantezza allo sterno che mi costringe a sorsi continui di acqua..nausea dopo poco pranzo o cena e pesantezza con pochi rutti....questo in digestione e scompare dp qualche ora...a stomaco vuoto passaye 5 ore e come se continuassi a digerire...torna nausea pesantezza sterno tantissimi rumori stomaco...e se succede la notte mi costringe a metermi seduto per evitare il senso di vomito...in piu anche continui rutti volontari che sono costretto a fare ma che la maggior parte e inutile..mediamente ogni 10 rutti 1 dura qualche secondo in piu e mi da una bella sensazione di svuotamento e liberta..non ho sangue tantomeno dolori da nessuna parte...nessun bruciore..mai vomito.e mai avuto problemi...digerivo regolarmente fino a 10 giorni fa...e defeco regolarmente ogni girno... Detto questo le mie domande sono:

1) non avendo dolori bruciori blocchi ecc non capisco cosa potrei avere?

2)10 girni fa sono stato operato per applicare fiss esterno ilizarov a femore...con anestesia epidurale la quale mi ha "bloccato la vescica" per ben 12 ore dopo l'intervento...e possibile che qualcosa a livello stomaco o altro diciamo non si e "svegliata"?

3)il fatto di stare 80 % della giornata a letto centra con questi problemi nonostante pranzo e sto un po seduto dopo

4)a causa di una emorraggia 6 ore dopo l'intervento sono in leggera anemia...emoglobina a 11.4 inveve del 16 che avevo normale...che mi provoca giramenti di testa semsazione stordito vista annebbiata ogni tanto mancanza fiato e battito cardiago regolare a 99-100 e potrebbe provocare nausea...ma le difficolta digestive e il peso allo sterno potrebbero esere altri sintomi dell'anemia?

Ringrazio anticipatamente per l'eventuale risposta che mi levi qualche dubbio.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

purtroppo la sua posizione a letto non favorisce la digestione ecco per cui la pesantezza do stomaco. Probabilmente anche l'anestesia ( assieme al blocco della vescica) avrà avuto la sua responsabilità. Parla di emorragia:'è stata dallo stomaco ? Sta assumendo farmaci gastroprotettori o per favorire lo svuotamento gastrico ?

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo dottor cosentino,la ringrazio per la veloce risposta.

Come pensavo il troppo tempo a letto allora nonostamte mangi in posizione seduta e resto cosi per un po di tempo dopo il pasto mi sta creando questi problemi?come si possono risolvere?potrebbe peggiorare e incorrere in problemi piu seri?
Per quanto riguarda l'emorragia non centra con l'apparato gastro intestinale...a lecco ho tolto il fissatore assiale e messo il fiss di ilizarov..ho perso parecchio sangue dai vecchi "buchi" i quali si sono cicatrizzati in ritardo...e la notte nel letto mi sn trovato in un pozzo di sangue...per quanto riguarda il protettore gastrico mi ha fatto pensare la sua domanda...perche durante la degenza a messina per ben 15 giorni in cui non potevo mettermi neanche seduto per mangiare...ogni mattina mi davano un protettore gastrico(le faro saoere quale)che mi e stato preschitto nella degenza a casa per il mese dopo poi interroto...e mangiavo tranquillamente nessun problema...i problemi sono iniziati nei recenti 10gg nella degenza a lecco in cui non prendevo nessun protettore gastrico...le posso chiedere a cosa serve praticamente un protettore gastrico aiuta la digestione per chi e in situazioni particolari?mi consiglia di riprenderne l'utilizzo?magari a giorni alterni...potrei risolvere??

Comunque non e proprio allo stomaco la pesantezza non credo in realta di riempirlo lo stomaco visto che mangiavo in quantita industriali ora diff finisco un piato di pasta ed e come se ralentasse prima dello stomaco...e mi fa sentire sazio mi fa ruttare e mi fa
mancare un po il respiro mentre mangio...sensazione che mi "sazia"...

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il protettore gastrico (che è un antisecretivo tipo: omeprazolo, pantoprazolo, lansoprazolo, esomeprazolo, rabeprazolo) viene dato nei casi in cui si presuppone ci sia un problema di ipersecrezione gastrica (a seguito di interventi, malattie sistemiche, sospetta iperacidità gastrica; ecc.) e quindi di possibile danni alle mucose del tratto digestivo superiore.

Per il problema stipsi potrebbe assumere 1 o 2 bustine di polietilenglicole per ammorbidire le feci.


Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
non ho problemi stipsi defeco tranquillamente ogni giorno...

ma questo protettore gastrico mi potrebbe aiutare in questo periodo a sistemare le cose???e poi le volevo chiedere potrebber essere un'ernia jatale??in 3 mesi a letto potrebbero aver causato cio???o posso star tranquillo che porta qualche tipo di dolore bruciore che non ho??

intanto la ringrazio.saluti.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'ernia iatale, che ci sia o no, non ha alcun valore. Quello che conta è l'eventuale reflusso associato. I suoi sintomi sono definiti con il termine di "dispepsia" ,ossia "cattiva digestione". In tal caso va bene un antisecretivo ed un procinetico per favorire lo svuotamento gastrico. Inoltre, dopo i pasti, può essere utile del simeticone per assorbire l'aria nello stomaco.

Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it