x

x

Colite eosinofila

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Buonasera, scrivo perchè da ormai 2 mesi ho diversi disturbi a livello intestinale e gastrico. Forti dolori addominali e ripetute scariche di diarrea con forti nausee. Un mese fa sono stata in pronto soccorso e mi hanno ricoverata, dall'ecografia è risultata una forte infiammazione e meteorismo con stasi di feci, mi hanno anche fatto una tac addominale ed è risultato un accumulo di liquido in tutto il peritoneo. Gli esami del sangue tutti negativi tranne ipereosinofilia e le lipasi che si erano alzate parecchio ma poi rientrate. Coprocoltura e Parassitologico negativi. Esami celiachia negativi. Ho fatto colonscopia e gastroscopia dalle quali è emerso un intestino più tortuoso e lungo della norma e una gastrite antrale (che non mi dava quasi mai disturbi). Hanno fatto delle biopsie da cui risulta una infiammazione cronica della lamina propria del colon, deel'ileo, e dello stomaco (no helicobacter). La diagnosi di dimissione è stata una possibile colite eosinofila. A parte pesce, crostacei e acaro della polvere non soffro di allergie, da 2 anni ho assunto un'alimentazione più ricca di fibre e frutta e verdura e ne ho beneficiato tantissimo. Per il fatto che non potevo consumare il pesce ho assunto integratori di omega 3, non vorrei che siano stati quelli a causarmi problemi, a lungo andare. Al momento ho sospeso pesce e omega 3, ma non sto ancora bene. Mi sono capitati altre volte nella vita periodi di dolori addominali accompagnati da stipsi e diarrea, ma mai così prolungati e pesanti.
Volevo chiederle se un quadro clinico e dei referti del genere fanno pensare ancora a una possibile colite eosinofila o ci siano altre possibilità e se si quali. Tra 10 giorni vedrò finalmente un gastroenterologo ma ho diverse paure e timori, e sarò grata a chi mi chiarià un minimo le cose.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,1k 2,2k 88
La colite eosinofila è una diagnosi istologica. Se hanno eseguito delle biopsie del colon qual'è l'esito ?

Inoltre cosa significa:

>> mi hanno anche fatto una tac addominale ed è risultato un accumulo di liquido in tutto il peritoneo.<<

Cosa le hanno detto di questo liquido ?

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore e grazie per la risposta.gli esiti delle biopsie li ho riportati poco sopra,si parla di infiammazione cronica della lamina propria di stomaco ileo e varie porzioni del colon.il versamento ora non e' piu presente,non mi hanno mai parlato delle possibili cause ma credo che inizialmente pensassero ad una peritonite.per la verita i medici mi hanno molto deluso perche mai mi hanno spiegato qualcosa. spero nella visita specialistica ma se qualcuno potessep aiutarmi un minimo prima gliene sarei grata.
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,1k 2,2k 88
Avevo visto il risultato istologico ma non coincide con la diagnosi di dimissione d probabile colite eosinofila. Credo sia utile attendere la visita specialistica per venirne a capo.

Cordialmente

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio