Utente
Gentili Dottori, ho 62 anni e da qualche anno soffro di difficoltà digestive con emicrania se non digerisco, tendenza alla stipsi e acidità. Ho fatto diverse indagini senza aver trovato una causa precisa, negative pure le intolleranze al glutine. Anche un procinetico, come domperidone, preso prima del pasto spesso non mi aiuta. In questi giorni ho fatto l'esame delle feci per eventuale batterio helicobacter ed è risultato negativo. Un mese fa ho fatto l'ecografia epato-biliare e risulta fegato modicamente ingrossato e colecisti a pareti ispessite e alitiasica. Il medico mi ha detto che secondo lui la coleciste, non si contrae bene per secernere la bile utile per la digestione, e ciò mi creerebbe cattiva digestione con emicrania, in particolare nella parte destra della fronte come un chiodo, veramente insopportabile, che dura anche due giorni fino a completa digestione, e non vi è antidolorifico che lenisce il dolore, mi aiutano un pò i digestivi come fiale di plasil, biochetasi, alkaselz. Mi è stato prescritto Deursil 150 mg due volte al giorno dopo i pasti principali, ma dopo un mese non miglioro e già ho avuto lo stesso altri episodi di cattiva digestione con emicrania. Forse è ancora presto? Vi chiedo gentilmente, se anche per Voi questa potrebbe essere la causa della mia dispepsia con emicrania, e se ritenete opportuno gentilmente consigliarmi altri farmaci per aiutare il funzionamento della colecisti e in generale la mia digestione? Ringrazio di vero cuore e saluto cordialmente, Rosario !

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ritengo si possa trattare di colon irritabile.
Rispettare i principi di una sana alimentazione e l'uso di lassativi osmotici potrebbe aiutarla.
Sarebbe anche utile una visita specialistica gastroenterologica.

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottor Quatraro, La ringrazio tanto per la risposta.
Le volevo dire che l'ecografia epato-biliare mi è stata fatta da un gastroenterologo da cui sono andato a visita.
Come Le dicevo nel messagio di prima, secondo Lui essendo la colecisti a pareti ispessite non permette di secernere bene la bile e ciò potrebbe comportare cattiva digestione con emicrania.
Se come dice Lei fosse colon irritabile, di cui soffro anche con prevalenza di stipsi, cosa posso assumere per aiutare la mia digestione lenta e molto faticosa?
Perchè se assumo un antispastico, io a volte prendo Debrum, però mi rallenta lo svuotamento e favorisce la cattiva digestione con emicrania tra i vari sintomi.
Gentile Dottore mi creda ormai mi alimento con cibi molto leggeri, e uso la sera Psyllium.
Due giorni fa non ho digerito due fettine di fesa di tacchino con verdura cotta.
Ho fatto la gastroscopia, solo gastrite, e la colonscopia negativa.
La ringrazio dei Suoi utilissimi consigli, Cordiali Saluti !

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La colecisti non secerne la bile, ma ha funzioni di deposito.
Se queste <<pareti ispessite>> sono gli esiti di una colecistite cronica alitiasica le consiglierei una valutazione chirurgica.
Inoltre gli antispastici possono rallentare la cinesi intestinale,
al contrario i procinetici, come la trimebutina, facilitano la cinesi intestinale e quindi facilitano lo svuotamento intestinale.
Penso che sarebbe utile studiare meglio la sua funzione intestinale (tempi di transito, etc.).

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dottor Quatraro, La ringrazio per i suoi consigli.
Ha ragione non mi sono spiegato bene sulla colecisti e bile.
Però Le devo dire che anche il mio medico curante è stato sempre convinto che la causa delle mie cattive digestioni, con stomaco gonfio, pesante e sopratutto con insopportabile emicrania frontale, se digerisco male, fosse il mio colon irritabile, anche per il mio carattere ansioso e forse con depressione mascherata. Infatti a me Domperidone spesso non mi aiuta nella digestione, mentre mi aiuta meglio Levopraid, che oltre ad essere procinetico, è anche un pò antidepressivo, ma purtroppo mi crea effetti collaterali sulla sfera sessuale e ginecomastia.
Perciò il mio medico curante voleva farmi provare un leggero antidepressivo a basse dosi, come Citalopram, ma io ho sempre avuto preoccupazione per gli eventuali effetti collaterali.
Lei cosa ne pensa in tal senso?
Le devo dire che a me Trimebutina mi rallenta lo svuotamento gastrico, mi aiuta un pò di più domperidone, ma non sempre, e come Le dicevo è meglio Levopraid ed anche Motilex, ma mi creano effetti collaterali sulla sfera sessuale.
Gentile Dottore, dopo quanto detto, per favore, cosa mi consiglia di assumere per migliorare il colon irritabile e digerire meglio?
La ringrazio sempre dei Suoi preziosi consigli, Cordiali saluti !

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Con i limiti del consulto a distanza
riprenderei i concetti già espressi

in replica #1
Rispettare i principi di una sana alimentazione e l'uso di lassativi osmotici potrebbe aiutarla.

in replica #3
Penso che sarebbe utile studiare meglio la sua funzione intestinale (tempi di transito, etc.).

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio ancora Dottore,
quindi Lei non è daccordo sull'eventuale assunzione di un leggero antidepressivo, per migliorare il colon irritabile, visto il mio carattere ansioso.
Lo dico perchè la mia alimentazione è già sana e purtroppo mi capita lo stesso la cattiva digestione con relativa emicrania.
Lei mi dice dello studio della funzione intestinale, per verificare i tempi di transito, a tal proposito qualche anno fa ho fatto un esame radiografico dell'intero tubo digerente, dopo aver bevuto un materiale bianco come mezzo di contrasto, ed è risultato lento svuotamento gastrico ed enterico.
Infatti assumo quasi sempre Domperidone, ma, da più di un anno, non è più sufficiente a farmi digerire, come Le dicevo nell'altro messaggio è più efficace Levopraid, ma mi dà effetti collaterali sulla sfera sessuale.
Per questo sto cercando una soluzione alternativa.
La ringrazio ancora, cordiali saluti !

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Anche l'ansiolitico può essere utile, per un verso,
tenga però conto che avendo azione miorilassante può accentuare la stipsi.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
Gentile Dottore, grazie ancora per la Sua risposta.
Già da qualche anno assumo lexotan o EN, insieme a Domperidone, che sopporto bene, ma non basta a farmi digerire, e neanche la coppia Domperidone e ansiolitico riescono ad aiutare la mia digestione.
Per questo il mio medico pensa di provare un leggero antidepressivo, magari insieme a Domperidone, sperando che insieme possano sostituire le proprietà di levopraid, senza avere i suoi effetti collaterali sulla sfera sessuale.
Che ne pensa?
Vi può essere un'altra alternativa da provare?
La ringrazio ancora, Cordiali saluti !

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Penso sia corretto seguire le strategie terapeutiche del suo curante
che, conoscendola direttamente, e non on-line,
avrà senz'altro le sue buone ragioni per averle proposto tali terapie.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
Gentile Dottor Quatraro,
ringraziandola sempre, Le dico che io preferirei evitare un antidepressivo, con i suoi relativi effetti collaterali, anche perchè non mi sento depresso, magari ansioso si.
Io finora ho assunto come ansiolitici Lexotan oppure En, ci può essere un ansiolitico più adatto per somatizzazioni d'ansia sul tratto gastro-enterico?
Le sarei molto grato se mi consigliasse di provare un ansiolitico più adatto, se mi può indicare anche solo la molecola, a rilassare il tratto gastroenterico, per aiutare la mia digestione, senza che, come dice Lei, accentui la stipsi.
Grazie per i suoi consigli, Cordialmente !

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Tipicamente gli ansiolitici possono dare stipsi,
opterei per un procinetico con dei lassativi osmotici,
ma (veda le linee guida) la prescrizione e la specifica scelta va,
direi giustamente e per ovvie ragioni,
fatta dal suo curante di fiducia.

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente
Grazie Dottore, quindi, se ho capito, lei mi consiglia un procinetico, come domperidone, e un lassativo, tipo Lattulosio, non psillium?
E per l'ansia?
Grazie e Cordiali saluti !

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il lattulosio crea meteorismo,
il polietilenglicole sarebbe preferibile.

Per l'ansia lasci decidere al suo prescrittore.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente
Grazie Dottore.
Ho visto su internet che c'è Macrogol, che contiene polietilenglicole, coviene in polvere o in bustine?
Meglio assumerlo la sera? Fa bene anche per il colon irritabile?
Le desidero gentilmente chiedere, ma cambiare ogni tanto molecola di ansiolitico l'effetto aumenta, specie in termini di somatizzazioni?
A proposito di somatizzazioni e colon irritabile che ne pensa dell'uso di amitriptilina?
La ringrazio dei suoi consigli e chiarimenti, Cordiali saluti !

[#15]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Sono decisioni che può assumere dopo visita il suo curante.

Quanto all'amitriptilina, essa può indurre vari disturbi digestivi: anoressia, nausea, vomito, diarrea, etc.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#16] dopo  
Utente
Grazie Dottore,
ma vedo che è molto riluttante a dare consigli chiari, come che ci gira attorno.
Capisco che non è facile dare consigli senza vedere la persona, ma io leggendo altre risposte vi sono medici che sono più espliciti.
E' da tre giorni che ci scriviamo, e non ho avuto un consiglio chiaro, o meglio io non ho capito.
La ringrazio lo stesso, Cordialmente !

[#17]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lo scopo del consulto on-line non è prescrittivo ma di supervisione e di orientamento.

Il sito ha, quindi, delle regole che personalmente condivido e rispetto,
non mi pongo il problema se altri colleghi le rispettano,
evidentemente non le ha lette:

https://www.medicitalia.it/consulti/linee-guida-consulto-online/

<<non pretendere risposte o soluzioni che non possono giungere attraverso questo servizio>>

<<questo servizio non può sostituire la visita reale presso un medico, che è l'unica metodica consentita per eseguire diagnosi e prescrivere un trattamento>>

<<evitare diagnosi e prescrizioni di esami/trattamenti, è illegale <<===
e deontologicamente scorretto: il consulto utile deve concentrarsi sui dati clinici e sugli esami strumentali, per offrire spunti e suggerimenti>>

...ritenendo di averle dato il massimo, per le possibilità di un consulto on-line,
la saluto lo stesso, Cordialmente!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#18] dopo  
Utente
Personalmente da quello che Lei mi ha scritto non ho dedotto nessun suggerimento.
Anzi Lei ha detto che Trimebutina è un procinetico, ho letto altre volte che essendo un antispastico rallenta lo svuotamento, e l'ho provato per anni su di me.
Io Le ho detto che la colecisti secerne la bile, nel senso che la versa nell'intestino per aiutare la digestione e lei mi ha detto che non è vero.
Io ho letto tante volte questo concetto.
Ma di sicuro non ho capito io,
niente problemi, cordialmente !

[#19]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Le riconfermo quanto le ho scritto.

La trimebutina è un farmaco antispastico,
dotato di azione regolatrice sulla motilità del tubo digerente ==> è anche un procinetico.

La colecisti è un organo preposto all'accumulo ed alla concentrazione della bile,
==> non secerne la bile, la cui secrezione è operata solo dal fegato.

E' proprio perchè lei abbia il miglior trattamento possibile
che non deve attingere prescrizioni, ma solo indicazioni utili, on-line,

che spesso sono difficili da comprendere per un non-medico

pertanto deve lasciarsi curare, dopo attenta visita, da un bravo gastroenterologo.


Cordialmente

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#20] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
come ho detto nel primo messaggio, io ho fatto una visita da un gastroenterologo, che dopo avermi sentito e fatto ecografia epato- biliare mi ha detto che è la colecisti a pareti ispessite, che mi crea cattiva digestione con conseguente emicrania ed allora, dopo aver fatto 3 settimane di cure con i farmaci per aiutare la bile e non vedendo seri miglioramenti, ho chiesto a Voi un parere.
Lei mi ha immediatamente risposto "ritengo si possa trattare di colon irritabile", quindi una diagnosi e causa diversa, quindi da parte mia è normale chiedere dei chiarimenti sulla cura che sto facendo e su che tipo di cura mi poteva suggerire.
Alla sua diagnosi io ci posso pure credere perchè soffro anche di colon irritabile, per cui mi viene spontaneo chiedere che prodotti, ma solo le molecole, mi consiglia?
Purtroppo il mio problema è stato sempre che ho il colon irritabile con forte prevalenza di stipsi, quindi se assumo un farmaco per il colon irritabile, e i più adatti sono gli antispastici credo, come debridat, spasmomen, mi rallentano ulteriormente lo svuotamento e mi peggiora la digestione. Prima mi aiutava domperidone, ora mi aiuta meglio levopraid e motilex, ma mi creano effetti collaterali sulla sfera sessuale.
Lei mi ha dato come alternativa "una sana alimentazione" ed io più sana e leggera di come mi alimento rimane non mangiare, poi mi ha consigliato lassativi osmotici ed io ogni tanto ciclicamente assumo lattulosio, e a volte psillium, magari migliora la stipsi, ma non la cattiva digestione. Quindi il favore che chiedo è: visto che mi aiuta solo levopraid e motilex, che oltre ad essere procinetici sono anche un pò antidepressivi, che soluzione alternativa provare?
Che suggerimenti in tal senso, mi può dare?
La ringrazio ancora e mi scuso per il nervosismo dovuto non a Lei ma al fatto di non riuscire a trovare una soluzione a questi disturbi, Cordialmente !

[#21]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Solo la Levosulpiride è antidepressivo e procinetico insieme.

Faccia valutare al suo curante/specialista la possibilità di utilizzare del Simeticone e del Polietilenglicole.


Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#22] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
è da più 4 mesi che assumo 10 gocce di citalopram la sera, ma non miglioro nella mia digestione e nel conseguente mal di testa.
Come detto nei messaggi sopra, visto che tante indagini fatte ( gastroscopia, colonscopia, allergia al glutine) non hanno portato a nessuna causa precisa, il mio medico, aveva pensato poteva essere dovuto al mio carattere un pò ansioso, che probabilmente somatizzo nello stomaco, ma visto che citalopram non mi migliora allora può non essere il mio carattere ansioso, oppure potrei provare un altro antidepressivo?
Qualche mese fa, facendo una ecografia epato-biliare, il gastroenterologo aveva trovato la colecisti a pareti ispessite, ma senza calcoli, e secondo Lui poteva essere la causa delle cattive digestioni e mal di testa. Mi aveva prescritto Creon e duoliver, oltre a domperidone, il primo mese avevo migliorato, ma poi sono ritornati gli stessi sintomi di prima, pur continuando ad assumere i farmaci.
L'unico farmaco che mi migliora abbastanza la digestione è Levopraid, ma anche 8 gocce a pranzo mi creano brutti effetti collaterali sulla sfera sessuale. Il mio medico vorrebbe farmi sostituire citalopram con deniban, 1 compressa da 50 al mattino, che essendo simile a levopraid mi potrebbe aiutare nella digestione. Però io mi chiedo: essendo simile a levopraid, mi creerà lo stesso i brutti effetti collaterali di levopraid?
Per favore mi può dare Suoi gentili consigli per quanto suddetto?
La ringrazio di cuore e cordiali saluti, Rosario !

[#23]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Caro Rosario,
anche l'Amisulpiride può interferire con la sfera sessuale, al pari della Levosulpiride.

Ma le decisioni terapeutiche, anche per motivi medico-legali,
vanno assunte concordemente con il suo medico di fiducia e non online,
come ben spiegato nelle linee guida del sito
https://www.medicitalia.it/consulti/linee-guida-consulto-online/
che certamente avrà letto.

P.S. eviti di porre lo stesso quesito (replica #11) in doppi consulti
https://www.medicitalia.it/consulti/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/318350-cerco-per-favore-una-soluzione-per-sostituire-levosulpiride.html
... è vietato dalle linee guida, oltre che non rispettoso dei medici che le forniscono supporto.

Pregoil
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#24] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
avendo da anni cattive digestioni con mal di testa ho fatto diverse indagini ed esami senza trovare una causa precisa.
Ho più volte letto che l'aceto di mele aiuta la digestione, l'altro giorno l'ho comprato e l'ho messo in una insalata e, pur mangiando alimenti leggeri, non ho digerito con conseguente mal di testa per 2 giorni. Io dò la causa all'aceto perchè in quei 2 giorni mi sentivo l'aceto di mele in bocca, come mi succede in generale quando non digerisco e sento in bocca l'alimento che secondo me mi ha creato la cattiva digestione.
Desidero gentilmente sapere se, secondo la Sua esperienza e conoscenza, con questi sintomi quale può essere la causa dell'indigestione con conseguente mal di testa: la gastrite, il colon irritabile oppure la colecisti ispessita?
La ringrazio di cuore se mi può aiutare ad individuare una possibile causa, grazie e cordiali saluti; Rosario !

[#25]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
<<la gastrite, il colon irritabile oppure la colecisti ispessita?>>,
sono tutte patologie che inducono dispepsia,
non è possibile fare chiarezza online,
a causa della mancanza dell'osservazione diretta.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#26] dopo  
Utente
Gentile Dottore, per favore desidero un Suo parere su quanto segue. Ho letto su un articolo di medicitalia dal titolo "Domperidone ed effetti collaterali cardiovascolari", che l'utilizzo di domperidone puo' essere associato ad un aumento del rischio di aritmie ventricolari gravi e morte cardiaca improvvisa, soprattutto in pazienti di età superiore a 60 anni o utilizzando una dose giornaliera superiore a 30 mg. Io ho 63 anni ed assumo domperidone da ragazzo per la mia digestione lenta e le mie frequenti cattive digestioni, anche con cibi leggeri. Per cui per me è indispensabile assumerlo, specie a pranzo. Tra l'altro da più di un anno ne assumo 20 mg in uno stesso pasto, altrimenti non digerisco. Se posso a cena ne assumo solo 10 mg, ma in generale ne assumo anche 20 mg. Quindi nella maggior parte dei giorni ne assumo 40 mg.
Mi sono stati prescritti da gastroenteologi.
Ma è il risultato di uno studio recente?
Qual'è il Suo parere?
Ma allora levosulpiride, clebopride e metoclopramide creano effetti collaterali meno rischiosi?
A me purtroppo levosulpiride e clebopride, che mi aiutano meglio nella digestione, però mi creano effetti collaterali sulla sfera sessuale.
La ringrazio anticipatamente per i Suoi gentili consigli, cordialmente Rosario !

[#27] dopo  
Utente
Gentile Dottore, per favore gentilmente mi può dare un Suo parere sul mio messaggio di prima?
Desidero stare benino psicologicamente sull'uso dei procinetici, di cui purtroppo ho bisogno per digerire.
La ringrazio e saluti Rosario !

[#28] dopo  
Utente
Gentile Dottore, oltre che di dispepsia, di cui ho scritto nei precedenti messaggi, soffro anche di dolori articolari diffusi, e in questi giorni in particolare sulle anche.
Poichè ho bisogno di assumere qualche antinfiammatorio, desidero gentilmente sapere se ha più tolleranza gastrica una puntura, per es. una fiala di orudis, oppure una compressa o bustina, per es. di ibuprofene?
Per Sua esperienza vi sono rimedi naturali con una certa efficacia?
Che ne pensa di artiglio del diavolo, boswellia o glucosamina?
La ringrazio e cordiali saluti, Rosario !