x

x

Ernia hiatale ed eruttazioni

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Buona sera,
A dicembre 2009, in seguito ad una gastroscopia, ho scoperto di avere una piccola ernia hiatale non complicata. Il mio problema sono le continue eruttazioni che, soprattutto ai cambi di stagione, non mi danno tregua. Cominciano dopo colazione, se qualcosa "mi si mette di traverso", vanno avanti fino a pranzo, mi accompagnano fino a cena ed oltre! Voglio precisare che per fortuna non ho rigurgiti acidi, non ho l'amaro in bocca, solo fastidiose eruttazioni. Per ora utilizzo gaviscon dopo i pasti, qualche compressa di eucarbon (che mi assorba il gas!!!), a volte motilex prima dei pasti. Il mio Medico mi aveva fatto provare qualche anno fa il lansoprazolo ma non contava più di tanto, non ho problemi di acido, secondo me.
Ieri l'altro ho avuto una gastroenterite che mi ha fatto vomitare molto, oggi sto bene, ma con eruttazioni!
Chiedo: vomitare con sforzi, può aggravare l'ernia? Oltre ai farmaci sopra citati, ne conoscete altri che possono fare al caso mio?
Vi ringrazio, cordiali saluti.
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 63
Stia tranquillo l'ernia è rimasta tal quale.
Quanto alla terapia, le sono stati prescritti corretti rimedi terapeutici antireflusso.

Cordialmente

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio Dottore per la rapidissima risposta. Quindi anche Lei pensa che gli inibitori di pompa protonica siano eccessivi per me? Non sento acido.
In quanto agli sforzi da vomito, mi ha tolto un bel pensiero! Se provocassero peggioramenti tutte le volte sarebbe un problema! Ieri ho avuto una "giornata no" perchè a colazione ho ingenuamente bevuto un the per stare "leggero", ma è anche vero che il the è tremendo per il reflusso, oggi sto meglio.
Cordiali saluti
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 63
La terapia da effettuare dev'essere legata alle valutazioni del curante/specialista a cui lei si è affidato.
Si ricordi anche di attenersi al rispetto delle norme igienico-alimentari anti-reflusso.

Cordialità