Utente
Gentile Dottore le scrivo con la speranza che sappia darmi qualche parere su questi sintomi che ormai mi affliggono da un po di tempo!
Sono un ragazzo di 22 anni che soffre spesso di dolori addominali.
Qualche mese fa sono stato sottoposto ad una gastroscopia il cui esisto è stato di : gastrite, duodenite, e una piccolissima ernia da scivolamento.
Mi è stata data una cura a base di Lucen e gaviscon che non ho portato a termine, in quanto il Lucen mi provocava delle fastidiose emicranie.
Il tutto sembra comunque essersi risolto tranquillamente, anche se ancora oggi nutro dei fastidi allo stomaco dopo cena prevalentemente, e durante il giorno ho quasi sempre dolore addominale, che si sposta dal basso ventre sinistro e destro, all'addome alto.
Soffro di stitichezza alla quale da poco si è aggiunta la presenza di muco di colore giallo.
L'addome risulta sempre un po gonfio, come se ci fosse molta aria, la quale distende il colon e provoca dolore.
Il mio medico curante ha ipotizzato una sindrome del colon irritabile e mi ha prescritto Debridat, fermenti lattici e debrum per 30 giorni.
Durante i primi giorni ho notato un miglioramento dell'alvo, ma ho dovuto sospendere in quanto qualche giorno fa, ho fatto una scorpacciata del buon pane di palermo, il quale mi ha provocato fortissimi dolori addominali.
Dopo questo evento ho notato, che ogni volta che assumo pasta pane o pizza, mi sento sempre gonfio e con qualche dolore.
Per questo oggi ho effettuato il prelievo per il test alla celiachia e intolleranza al glutine, i risultati mi saranno dati tra un paio di settimane.
Volevo aggiungere che oltre ai dolori addominali, mi sento sempre molto stanco e affaticato, e nonostante faccia attività fisica almeno 3 volte a settimana e per forza di cose devo mangiare molto e spesso, il mio peso resta invariato, anzi tende addirittura a scendere, preciso che sono alto 1.83 e peso ora 75 kili.
Dopo tutta questa complicata situazione che le ho descritto, spero sappia darmi qualche informazione in più.

La ringrazio in anticipo,
Saluti.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Da come descrive potrebbe trattarsi realmente di celiachia o di ipersensibilitá al glutine, Gluten Sensitivity . Attendiamo i risultati.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
nel caso in cui fosse celiachia o gluten sensivity i sintomi entro quanto spariscono?
Mi spiego meglio, io da ieri non assumo glutine, però i fastidi e doloretti ci sono ancora, è normale?

Inoltre, volevo chiederle, il dolore solitamente arriva subito dopo aver assunto il glutine, o comunque durante il processo di digestione?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il dolore arriva durante il processo di digestione ed i sintomi spariscono dopo 3-4 giorni dall'esclusione del glutine.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Nel caso in cui non si trattasse di celiachia o gluten sensivity, quali altre patologie causano questi sintomi?

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ci potrebbe essere una disbiosi intestinale con necessità di antibiotici e probiotici.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
ed in che modo verrebbe riconosciuta? perdoni la mia curiosità, ma vorrei realmente capire cosa c'è che non va!

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Con il test al lattulosio (per la diagnosi della SIBO - sindrome da sovracrescita batterica intestinale)

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Gentilissimo Dottor Cosentino, ho da poco ricevuto le analisi delle immunoglobuline in attesa di ricevere il verdetto di Celiachia, queste risultano negative, e mi hanno detto che molto probabilmente non sono celiaco.
La mia dottoressa sospetta che i dolori addominali, l'alvo alternato tra stitichezza e feci poco formate possano essere causate da quella famosa gastrite e duodenite che non curato affatto.

Crede possa essere questo il problema? o magari c'è qualcosa che non va nel colon?

la informo inoltre che tutti gli esami del sangue sono perfetti, nessuna anemia, globuli rossi nella norma, stessa cosa per i bianchi.
Inoltre recentemente nelle feci non formate trovo dei residui nerastri, si tratta di cibo non digerito giusto?

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008

>> La mia dottoressa sospetta che i dolori addominali, l'alvo alternato tra stitichezza e feci poco formate possano essere causate da quella famosa gastrite e duodenite che non curato affatto. <<

Non condivido.

Lei riferisce di disturbi intestinali e non allo stomaco. Resto dell'idea che possa trattarsi di una celiachia Gluten Sensitivity visto il miglioramento con l'esclusione del glutine. Attenda i risultati.

Saluti




Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
No Dottore, purtroppo i sintomi persistono anche senza glutine!
Io continuo a sospettare una colite, poi non saprei!

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Sicuramente non sarà un problema di stomaco... Attenda comunque i risultati degli esami effettuati.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente
Gentile dottore, volevo informarla del fatto che sono stato finalmente visitato da un Primario di Gastroenterologia, il quale ha escluso la celiachia, sospetta un intolleranza al lattosio, della quale dovrò fare il test, e sospetta anche una colite, colon irritabile, per il quale dopo il breath test mi darà una cura reale.

Il problema è questo però, da quando ho avuto quegli attacchi di mal di pancia con feci non formate e sciolte, ho un continuo dolore al basso ventre, anche quando cammino, il dolore è simile a quello dell'aria e della costipazione, un po piu' accentuato, la cosa che mi sta terribilmente spaventando però, oltre al muco che comunque ha detto essere normale in una condizione come la mia, è il fatto di sentirmi molto stanco e accaldato, come se avessi la febbre, che al massimo è salita fino a 37.2.

Devo preoccuparmi? o rientra tutto nel quadro di una colite?

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Se il collega gastroenterologo sospetta un'intolleranza al lattosio è sufficiente eliminare il lattosio dall'alimentazione e si vedrà subito il risultato.

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente
Gentile Dr.Cosentino, sono stato sottoposto ad una gastroscopia e colonscopia in anestesia generale, i risultati delle biopsie me li daranno tra qualche giorno, i dottori che mi hanno "ispezionato" per benino, non hanno trovato niente di particolarmente significativo, ho l'intestino un po infiammato, e hanno rimosso due polipetti molto piccoli.
Sarò sottoposto al breath test al lattosio mercoledi, è possibile che i dolori derivino da questo zucchero.

Ora sono molto più tranquillo, però vorrei farle una domanda:

Se il breath test al lattosio consiste nel bere mezzo litro di latte, e io ogni volta che bevo il latte poi sto male per un po di giorni, non è una tortura? è l'unico metodo che rileva l'intolleranza al 100% ?

[#15]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si. È il test più attendibile per rilevare l'intolleranza al lattosio. Ma ne berrà solo una piccola quantità .


Mi aggiorni


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it