Utente
Buongiorno
E' dal mese di settembre che soffro di dolori alla bocca dello stomaco, che si irradiano sulla parte destra, appena sotto le costole del seno destro. In alcuni casi si è presentata anche una forte tensione di tutto l'addome, con dolori alla costole sia nella parte davanti che dietro, alla schiena in generale.
Con l'aiuto del Lucen 40 ho avuto sempre benefici, ma dopo un paio di giorni che non lo assumo l'acidità e i dolori ripartono. Pertanto inizio di nuovo con Lucen. Circa 20 gg. fa ho iniziato una terapia con Minocin 100 ( acne ) , terapia che dopo 13 gg. ho dovuto interrompere a causa di un infezione piercing orecchio fatto da pochi giorni,
Assunto per 7 gg. 2 volte al dì amoxicillina clavulanico ( conclusa domenica 29 alla sera ) che mi hanno distrutta: il Lucen non ha fatto più effetto ed oltre a dolori continui tutto il giorno all'addome ho avuto e ho tutt'ora diarrea combinata anche a feci normali; quando mangio sembra che ingoio mattoni e dolore e acidità non mollano tutto il giorno, spesso associati a continuii brontolii. Sono stata in ospedale dove mi hanno prescritto oltre al Lucen 40 il Riopan 80. Attualmente ancora non mi sento a posto. In ospedale hanno indicato ciò che segue: addome piano respirante, trattabile lievemente dolente e dolorabile in epigastro alla palpazione profonda, non masse pulsanti, non masse palpabili, non segni acuzie,, Murphy, blumberg negativi. Lieve rialzo PCR compatibile con la flogosi auricolare.
Io non ne capisco molto , ho comunque in programma una gastroscopia a fine gennaio, mi chiedo se non sarebbe stata meglio prima una visita da un gastroenterologo dato che l'idea di questo esame mi agita molto. ( sto prendendo qualche goccia di alprazolan mattino e sera )
Chiedo se possibile che il Lucen non abbia più effetto o semplicemente sono i postumi di questo antibiotico.
Vi ringrazio infinitamente per le vs risposte.
Un utente molto preoccupata
Un saluto

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
I problemi sono due,
il reflusso da dimostrare con gastroscopia
ed una diarrea da antibiotici.
Certamente un gastroenterologo è lo specialista che le serve.

Cordialità
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Buonasera Dr. Quatraro.
La ringrazio per la gentile risposta, anzi mi scusi l'attesa, prima ho provato a prenotarmi per una visita anche privata presso un gastroenterologo ma ahimè, l'attesa è per fine mese di gennaio ( che coincide col giorno della mia gastroscopia quindi non avrebbe senso )
Nonostante abbia mangiato riso in bianco a pranzo e cena l'ultimo dell'anno l'ho passato con dolori atroci all'addome, nessuna eruttazione, sporadiche negli ultimi 12 gg., , solo senso di pienezza e gonfiore in tutto l'addome ( no aerofagia ), praticamente tutto il giorno ( quando vado a letto dopo breve mi sento già più alleggerita e questa bella sensazione dura anche dopo che mi sono alzata e fatto colazione, fino alle 9.30 ho un po' di respiro anche se non mi sento mai a posto )
Un po' di alito brutto e amaro pare sia passato, solo qualche accenno di mal di gola
Lucen e ripan pare non abbiano effetti, oggi è leggermente più sopportabile ma stanchezza e spossatezza mi accompagnano tutto il giorno, oltre a questo benedetto pugno allo stomaco
Credo sia impossibile che le descriva i sintomi proprio come li provo, senza una visita, volevo solo essere un po' rassicurata in quanto tutto ciò mi sta rendendo molto nervosa.
La ringrazio infinitamente
Saluti

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Penso di poterla davvero rassicurare,

... non vi sono elementi per sconfinare oltre quanto scritto in replica #1.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Gentili Dottori

Mi riallaccio al post al quale aveva risposto gentilmente il Dott. Quatraro.
Ho eseguito ecografia all'addome, nulla da segnalare.
Giovedì 30 gennaio ho eseguito la gastroscopia, vi riporto esattamente il referto:
Esofago regolare per decorso , calibro, struttura e mucosa.
Cardias in sede, incontinente
Stomaco normoconformato contenente scarsa quantità di bile a digiuno, con mucosa macroscopicamente normale nel fondo e nel corpo, iperemica ed erosa in antro; biopsie in antro e corpo per istologia.
Piloro pervio simmetrico.
Nulla da segnalare a carico della mucosa duodenale esplorata fino alla porzione discendente.
Conclusioni
Incontinenza cardiale . Gastropatia antrale erosiva in attesa di definizione istologia.

La Dott.ssa che ha eseguito l'EGDS ha detto che non vi è nulla di grave e la biopsia è stata fatta per verificare eventuale Helicobacter.

Ieri sera mi sono recata presso il Medico di famiglia, anch'egli mi ha tranquillizzata, nessuna cosa brutta; mi ha prescritto di nuovo Lucen 40 in attesa dei risultati della biopsia.

Volevo gentilmente un'opinione sul referto; il mio dottore dice che al 90% potrebbe esserci Helicobacter, l'unica perplessità che aveva era la presenza di bile che non dovrebbe essere nello stomaco. Il Medico mi ha spiegato che ci sono due valvole e altro che non ricordo. Vi sono delle foto che però non posso allegare.

Ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Come mi ero permesso di ipotizzare in replica #1,
l'EGDS conferma che trattasi di reflusso (favorito dalla incontinenza cardiale), nel suo caso anche con una minima componente di origine biliare.
L'HP non ha alcun ruolo in questa situazione clinica.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Buonasera Dott. Quatraro.
La ringrazio per la Sua disponibilità e chiarezza.

Dalla Sua risposta capisco che non avevo capito nulla e probabilmente ho male interpretato le parole del mio Medico.

L'incontinenza cardiale causa reflusso, reflusso dei normali succhi gastrici presenti , ma che in uno stato di "perfezione" non dovrebbero risalire.
Non si tratta quindi di un eccesso di succhi gastrici ma solo una risalita anormale attraverso una valvola difettosa.
Quindi come da Lei indicato un eventuale Helicobacter non ha nulla a che vedere in tal senso e mi chiedo quale è la cura per evitare che ciò avvenga; il gastroprotettore è solo un protettore appunto, non risolve il problema, semplicemente evita di sentire dolore, ma questa risalita c'è in ogni caso.

Ma la mucosa iperemica ed erosa dunque da cosa è causata ?c'è quindi un eccesso di succhi gastrici?
Come viene riparata questa erosione? nemmeno in questo caso è colpevole l'Helicobacter?

Ho letto nel sito articoli interessanti sull'Helicobacter, purtroppo ho inteso che non facile da debellare e per il quale esistono diversi approcci di cure in termini di tempi di posologia e tipo di antibiotico e ho letto che inoltre, paradossalmente, la terapia ha maggior effetto proprio nei casi più gravi e non per gastriti.

Mi perdoni per le mille domande, dovute alla mia estrema ignoranza in materia, ma sto cercando di capire qualcosa di più di questo problema e il Suo aiuto sarebbe estremamente importante.

Non mancherà un successivo interrogatorio anche al Medico di famiglia, ma la Sua spiegazione sarebbe davvero di grande utilità

La ringrazio per la pazienza

Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
L'antrite erosiva potrebbe essere legata all'H,
mentre il reflusso (che non guarisce) no.
La terapia è fatta di norme dietetiche
oltre che di farmaci antisecretivi, antiacidi, etc.
che potrà prescriverle il suo specialista di fiducia.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
La ringrazio Dott. Quatraro, è stato chiarissimo.
Le auguro una buona serata.

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Molto bene.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno gentile Dr. Quatraro

Mi riallaccio sempre al mio post dove vi sono tutte le info precedenti.

L'istologico ha dato esito negativo per l'Helicobacter; la cura che mi è stata indicata dalla Gastroenterologa è sempre Lucen 40 per 1 mese e Lucen 20 per un altro mese ( cura che già stavo facendo in precedenza )
A parte non bere caffè, the, cioccolato, caramelle alla menta, alcolici, non mi è stata data alcuna dieta da seguire, mi ha indicato che se vedo che qualcosa mi fa male di non mangiarla....

Lo stomaco ad ogni modo va meglio, l'unica cosa è questo tremendo mal di gola che ho dalla crisi di stomaco avuta a fine anno, sono più di 2 mesi che me lo porto dietro, dolore alla gola, o come se avessi qualcosa dentro, pizzicore e dolore alla base della lingua, a volte sembra anche alle gengive, al palato, spesso mi fanno anche male i timpani, all'interno delle orecchie,
Durante il sonno mi sembra di non sentirlo, ma alla mattina subito dopo colazione mi riparte il dolore che mi accompagna tutto il giorno.

Io sto ancora ultimando la prima parte di cura con Lucen 40 e ho anche acquistato Reflubloc , ma non trovo effetti sul mal di gola, la bocca è sempre amara eppure non sento il reflusso che parte dallo stomaco, eppure la gola è sempre dolorante, in fiamme, sento dolore anche quando con la mano tocco il collo.

Nei precedenti periodi di Lucen questo non accadeva, il mal di gola spariva
Non ho difficoltà a deglutire, anzi a volte ho l'impressione che deglutire cibo mi faccia sparire per qualche secondo il dolore, o me lo attenui, ma potrebbe essere solo una sensazione

Le chiedo se sa consigliarmi qualcosa.
Attendo una Sua gentile risposta

Cordiali saluti

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Se il mal di gola è legato al reflusso
la terapia ed i rimedi antireflusso lo placheranno,
altrimenti deve pensare ad una valutazione ORL per competenza.


Cordiali saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente
Buonasera Dr. Quatraro
La ringrazio per la velocità

Mi recherò dal mio medico di base, fino ad adesso abbiamo parlato sempre di mal di gola dovuto al reflusso, ma adesso mi sto preoccupando.
Avere mal di gola tutto il giorno tutti i giorni non è normale, forse qualcosa risale a livello di acido e io non me ne accorgo.

Premetto che fumo e non dormo su due cuscini, dormendo spesso a pancia in giù mi risulterebbe complicato.

Potrebbe essere che l'eccessivo reflusso avuto nel periodo precedente mi abbiano infiammato la gola a tal punto?

So che le ipotesi sono tante e non può consigliarmi nulla senza sapere che cos'ho, ma prima di fare l'ennesima visita medica, che non riuscirò a fare a breve, vorrei essere rincuorata un po', l'ansia di certo non aiuta in questi casi

Un saluto

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Beh,
è un compito facile, poichè
non traspaiono per nulla
"sospetti di malignità".
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente
Gentile Dr Quatraro la ringrazio, Lei è davvero rincuorante.
La terrò aggiornato sugli sviluppi.
Una buona serata

[#15]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Si figuri.

A presto
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it