Utente
Salve Sono una ragazza di 24 anni, è da circa qualche anno che soffro di disturbi gastrointestinali. Ho eseguito una visita gastroenterologica per dei bruciori che avverto al colon quando respiro, gonfiore, meteorismo, diarrea alternata a stipsi. Oltre a questo nell'ultimo periodo ho presentato anche dei disturbi gastrici, come bruciore alla bocca dello stomaco, sensazione di peso , rigurgito acido, difficoltà digestiva e nausea saltuaria. Il gastroenterologo, oltre ad ascoltare la mia storia, ha eseguito un esame obiettivo. Da questo non sono emerse particolari problematiche se non un colon irritabile e una sospetta gastrite con reflusso gastroesofageo. Mi ha prescritto esami del sangue (emocromo, amilasi, Lipasi, esami celiachia) che sono risultati tutti negativi e oltre a questi anche esami sulle feci(coprocultura, calprotectina fecale, helicobacter pylori). La coprocultura ha dato esito positivo per candida, la calprotectina fecale è risultata con valore di 99 circa (il limite è 50) e invece l helicobacter è risultato negativo. Oltre a ciò mi ha dato una cura che oramai sto quasi effettuando da un mese con esomeprazolo 40 Mg, benefibra bustine al mattino(da quando le prendo faccio fatica ad andare di corpo), domperidone 10 Mg cp e relaxcol plus. Dopo 15 giorni dalla cura mi sono risentita con il mio gastroenterologo perché i sintomi non sono migliorati anzi nonostante il domperidone ho sempre una nausea persistente e sensazione di fastidio in gola, sensazione di muco in gola, di nodo alla gola. Così mi ha sostituito il domperidone con il geffer e mi ha prescritto anche delle bustine che si chiamano faringel (per la sensazione di fastidio alla gola). Ad oggi i fastidi intestinali vanno meglio, qualche disturbo lo avverto ancora, ma penso sia dovuto al colon irritato. La nausea spesso è ancora presente soprattutto dopo i pasti e circa qualche giorno fa ho avuto un episodio di vomito al mattino con sensazione di peso sullo stomaco, riesco poco a digerire quello che mangio. In tutto ciò i sintomi in gola non sono migliorati, continuo sempre a sentire questa sensazione di muco in gola, nodo in gola, gola chiusa e certe volte mi sembra di soffocare. Inoltre ho notato che spesso quando erutto ho la risalita di muco dalla gola. È come se avessi sempre qualcosa fisso in gola, anche quando deglutisco( certe volte mi sembra di deglutire con fatica). Ora mi chiedo tutto questo può essere reflusso(ho sempre sofferto di mal di gola) nonostante la cura che eseguo da un mese? Sono preoccupata. La prossima settimana mi vedrò con il mio gastroenterologo per capire come proseguire. Lui mi ha parlato di gastroscopia, mi ha detto inoltre che per adesso non vuole curare la candida perché spesso non si riesce a eliminare del tutto. Mi ha detto anche che il risultato della calprotectina non è così alto e che per adesso è meglio concentrarsi sullo stomaco. Non so davvero cosa pensare, questa sensazione alla gola mi da proprio tanto fastidio e disagio.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Penserei a qualche intolleranza alimentare (lattosio, glutine). Ad ogni modo il fattore ansiogeno può amplificare i disturbi.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie della risposta, sono da sempre intollerante al lattosio, evito Infatti di mangiare i prodotti che lo contengono.
Per il glutine ho fatto gli esami del sangue e se farò la gastroscopia ciò confermerà o meno i dubbi.
Per il resto non so quanto possa entrarci l'ansia, anche perché questa sensazione alla gola l'avverto anche al mattino appena sveglia.
Potrebbe esserci dell'altro? Intendo dire da cosa può dipendere questa sensazione di muco in gola, gola chiusa, necessità di schiarire sempre la gola, rigurgiti di muco oltre al reflusso??( dato che se fosse reflusso con la terapia che sto effettuando dovrebbe non esserci).
Ah dimenticavo di dirle che soffro di allergia perenne con congiuntivite allergica, starnuti, ecc. Potrebbe entrarci anche questo?
Grazie

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'allergia potrebbe d'entrare. Inoltre esegua la titolazione della gastrinemia (semplice prelievo di sangue) sotto terapia con IPP per capire se tali farmaci sono efficaci.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille, proverò a chiedere al mio medico quando settimana prossima andrò da lui.
Inoltre il senso di muco in gola è accentuato dalla deglutizione.
È come se avessi qualcosa in gola e non riuscissi a mandarla giù.
Lei crede che sia necessario eseguire una gastroscopia?

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Può essere utile, ma non pensi a brutte patologie,
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Salve, volevo aggiornarla. Qualche settimana fa ho effettuato nuovamente la visita con il gastroenterologo. Dovrò fare la gastroscopia il 30 novembre.
Sto continuando, come da indicazione del mio medico, l'esomeprazolo 40 Mg( che sto facendo da quasi due mesi ormai), biolactis plus fermenti lattici, faringel bustine.
Ad oggi i sintomi sono intermittenti. Ho spesso una nausea molto forte dopo i pasti che mi impedisce di mangiare ma anche di bere e reflusso acido in bocca con l'eruttazione (non so come sia possibile nonostante gli antiacidi che prendo). La nausea è molto fastidiosa e spesso mi porta a vomitare per stare meglio. Secondo lei a cosa è dovuta?.
Spero che vada tutto bene. Grazie in anticipo

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Dovrebbe aggiungere qualche procinetico.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Non so se si ricorda ma le avevo detto che ho preso il domperidone per un mese e in seguito alla nausea che non passava il gastroenterologo mi ha sostituito il domperidone con il geffer. Adesso lo prendo solo al bisogno, agisce sul momento ma poi ritorna tutto come prima.
A cosa può essere dovuto?
Inoltre spesso al risveglio ho crampi intestinali.

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non è semplice arrivare alla diagnosi via web.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Adesso attendo la gastroscopia che dovrò effettuare giorno 30 novembre. Il medico mi ha detto di stoppare due settimane prima l'esomeprazolo per avere una visione migliore dello stomaco durante la gastro. Oggi è stato il giorno di sospensione del farmaco, ho però un acidità pazzesca e un forte bruciore di stomaco misto a reflusso. Ho assunto gaviscon Advance e poi riopan ma non è cambiato nulla, continuo ad avere questi disturbi. Può essere dovuta dall'interruzione del farmaco??(dato che lo assumo da 2 mesi)
Come farò ad arrivare al 30 con questi disturbi???

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si, è dovuto all'interruzione del farmaco e deve continuare con gli antiacidi.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente
Buonasera, ho effettuato questo pomeriggio la gastroscopia.
Le scrivo il referto:
Esofago regolare per decorso, calibro e superficie mucosa.
Giunzione squamo-colonnare a decorso regolare, coincidente con la congiunzione esofago gastrica.
Cardias in sede incontinente.
Cavità gastrica ben espansibile, contenente modesto ristagno a tinta biliare e ricoperta da mucosa integra al fondo.
Iperemia ed isolate petecchie della superficie mucosa di corpo e antro.
Piloro simmetrico, tendenzialmente beante.
Indenni bulbo e seconda porzione duodenale.
Si eseguono biopsie da antro e corpo gastrico per esame istologico e per ricerca Helicobacter pylori.
Conclusioni diagnostiche:
Incompetenza cardiale
Gastropatia in attesa di definizione istologico.
Volevo chiederle cosa ne pensa e perché si evidenzia il ristagno di bile nello stomaco. Inoltre volevo chiederle a cosa potrebbe essere dovuto l iperemia e le petecchie riscontrate e cosa sono.
Grazie mille.

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si tratta di una semplice gastrite legata al reflusso di bile. Tutte condizioni che si possono controllare con terapia appropriata
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente
Salve, ci tenevo ad aggiornarla. Dopo l'ultima visita con il gastroenterologo ho cambiato gastroprotettore. Adesso prendo l'omeprazolo da 10 mg e diciamo che va un pó meglio. Riesco a gestire i bruciori grazie anche al gaviscon ed ad altri accorgimenti anche sulla dieta.
Il problema che permane è il colon. Circa 3 settimane fa, prima della visita con il gastroenterologo, ho avuto diversi fastidi e bruciori al colon destro e sinistro che non accennavano a passare. Oltre a questi sintomi anche flatulenze abbastanza sgradevoli. Come da vecchia indicazione del gastroenterologo ho preso dei fermenti lattici e il relaxcol plus per una settimana circa. La sintomatologia è regredita un pó tanto che quando ho eseguito la visita, il medico mi ha palpato il colon e non ha avvertito nessun problema.
Mi ha consigliato di assumere un nuovo integratore che si chiama tubescolontarget che sto attualmente prendendo senza molti benefici. Lui mi ha ribadito che questi disturbi sono indicativi di colon irritabile.
In quest ultima settimana invece sono stata proprio male : avevo tantissimo gonfiore addominale e aria nell'intestino che non riuscivo ad espellere(nemmeno con il mylicon gas e carbone vegetale). Inoltre a ciò si è aggiunta anche stitichezza e bruciori molto forti in basso in direzione del colon sia a destra che a sx, soprattutto durante la respirazione. Ad oggi il gonfiore è migliorato, di corpo sono riuscita ad andare. L'unico problema che rimane è questo bruciore abbastanza importante in direzione del colon sia destro che sinistro, dolore intensificato dalla respirazione. Non so più cosa fare, non mangio fritti, niente grassi. Sto cercando di mangiare cose semplici e in bianco.
Questo problema di bruciore al colon quando respiro l'ho riscontrato anche quando ero più piccola, solo che mi succedeva poche volte e quando magari mangiavo più schifezze. Adesso invece è un dolore molto frequente,quasi quotidiano, anche se mangio bene. Il mio gastroenterologo dice di stare tranquilla. Ma come faccio? Non vorrei che fosse qualcosa di brutto. Lei cosa ne pensa?

[#15] dopo  
Utente
Salve, la vorrei riaggiornare ancora Sulla situazione. Dal punto di vista dello stomaco con la terapia riesco a gestire meglio i sintomi quando questi insorgono (A causa della gastrite cronica, del reflusso biliare e del cardias incontinente riscontrata alla gastro).
Purtroppo persistono, anzi si sono intensificati, i disturbi a livello del colon destro e sinistro.
Nonostante io stia eseguendo una alimentazione semplice, corretta senza nessun tipo di eccesso, evitando fritti, grassi, zuccheri, spezie ecc il dolore non passa. È più un bruciore che persiste in basso a dx e in basso a sx in direzione del colon, nell'ultimo mese è peggiorato, sto male quasi tutti i giorni. Sto continuando a prendere tubescolontarget(lo prendo da 30 giorni)come da consiglio medico ma non cambia nulla.
Non so più cosa pensare, il dolore si alterna un pó a sx e un pó a dx, ma maggiormente a sx. Il dolore è presente quando respiro (un bruciore molto forte appena sveglia) e alla palpazione del colon stesso. Non so se è un infiammazione o cosa, ma non capisco perché non mi passi più.
Mi scarico abbastanza, a volte anche 3 volte al giorno, pochi i periodi di stipsi. Le feci ultimamente sono marrone scuro scuro.
Spesso ho gonfiori e flatulenze, ma ultimamente il problema è più il dolore/bruciore intenso. Il mio medico mi ha consigliato di eseguire una ecografia addome completo e in seguito una colonscopia.
Volevo chiederle lei cosa ne pensa??
Con l'eco addome si vede anche il colon? Ho sentito parlare anche di ecografia intestinale. Potrebbe servire??
Ho paura che sotto ci sia altro, come la presenza di polipi o altri problemi. Scusi se mi sono dilungata ma sono stanca di stare cosi tanto male...grazie in anticipo