Utente
Buongiorno, sono un ragazzo di 21 anni, attualmente ho perso peso fino ad arrivare ad oggi che peso 46 kg, ho avuto recenti problemi digestivi, infatti digerisco male e ultimamente vomito spesso, soffro di reflusso gastroesofageo, diagnosticato da gastroscopia con diagnosi di cardias incontinente, ho eseguito una tc con bario per studio dell'ernia iatale con diagnosi di modico reflusso ed esclusione di ernie, mi eseguito anche una manometria esofagea ma non so descriverla. Adesso non posso più farmi seguire al gemelli di Roma perché è troppo lontano, quindi ho cambiato medico, dovrò eseguire una colon prossimamente, non ho ancora fatto la phmetria 24h. A Roma mi avevano tolto gli ipp e sono stato 2 anni senza prenderli, però con questo cambio di stagione la mia situazione era peggiorata, dispepsia e vomito, anche il reflusso era peggiorato, quindi il nuovo medico mi ha prescritto da protocollo:
Lucen 40mg colazione e 40mg a cena per 2 settimane, poi 40mg solo a colazione per 4 settimane, e poi da 20mg per 8 settimane + peridon 10mg 30 min. Prima di pranzo e cena per un mese e poi all'occorrenza.
In attesa di valutazione per una eventuale fundoplicazione, volevo sapere se secondo voi le dosi sono coerenti e posso continuare così in attesa della colon e di fare la ph-metria, dovrei anche prendere un po' di peso perché sono gravemente sottoposto. Oltretutto ho un po' di distensione addominale e borgorigmi con sensazione di digestione difficoltosa.
Grazie mille

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Ok per la terapia che se avrei evitato la dose di 40x2, che vedo eccessiva. Non comprendo il razionale della colonscopia: per trovare cosa alla sua età ?

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Per escludere malattie infiammatorie credo, perché dopo mangiato alcune volte ho dolori intestinali. Anche se forse (parlo da non professionista) si porterebbe valutare anche il tenue, comunque per ora vedo come va, in attesa di una valutazione più approfondita, la ph-metria finora non me l'ha consigliata, ma comunque parlerò per farla, perché solo in questo modo posso valutare se è necessario un eventuale intervento di fundoplicazione.
Grazie per la sua opinione sulla terapia. Anche a me sembrava eccessiva, però la voglio seguire perché queste sono state le indicazioni.
Secondo lei la mia problematica digestive non porterebbe peggiorare a così alti dosaggi? Oppure migliorare perché il problema potrebbe essere collegata stesso alla mrge?

Grazie mille!

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Una dose così alta potrebbe peggiorare problematiche digestive se di base c'è una disbiosi intestinale, ma è un'ipotesi.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Il test del lattulosio tempo fa è uscito positivo, infatti dal mese scorso sto prendendo normix 2cp. al giorno per 5 giorni al mese (purtroppo non mi è stato detto fino a quando XD quindi dovrò ricontattare il medico probabilmente dovrò rifare il test) più probiotici VSL3 proprio per questo problema. Secondo lei è corretta la terapia? Continuo così? Oppure ha qualche altro consiglio?

P.S. E comunque Grazie mille per il tempo che mi sta dedicando :)

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La terapia corretta con la rifaximina è di 2 comp ogni 8 ore per 15 giorni. E dopo i probiotici.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Quindi adesso dovrei ricominciare con il normix e lo prendo per 15 giorni ogni 8 ore e dopo i 15 giorni prendo i probiotici giusto? Però ieri sera ho preso l'ultima compressa per i 5 giorni (alle dosi e tempistiche a quanto pare sbagliate) secondi lei da domani posso ricominciare secondo questa indicazione?

Grazie mille! :)

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si. È opportuno.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Professor Cosentino la ringrazio vivamente per la sua disponibilità e il tempo che mi ha dedicato. Dopo queste indicazioni rifarò anche il test del lattulosio per controllare la situazione. Magari la aggiorno se non è troppo disturbo. Purtroppo sono campano e siamo un po' lontani perché mi fido della sua opinione la reputo una persona preparata e mi farei seguire se è possibile volentieri da lei. Magari se non mi trovo bene e non ottengo risultati anche con questa terapia un viaggetto lo faccio per venire allo studio da lei :)
Le auguro una buona serata!
Cordiali saluti!

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Mi aggiorni pure.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Buonasera Dott. Cosentino, dopo alcuni giorni di terapia con Lucen 40 mattina e sera + il Normix (come mi ha consigliato lei) + Peridon 30 min prima dei pasti + Pergill kombo prima dei pasti. Sono migliorato, ho ricominciato a mangiare quasi regolarmente, sto introducendo man mano i pasti (senza esagerare). Solo che mi sta capitando (da ieri sera) che dopo mangiato ho dolori intestinali, anche subito dopo il pasto. Ho contattato il medico che mi ha aggiunto una compressa di Dimeticone dopo i pasti. Lei che ne pensa? Continuo così aggiungendo il dimeticone e provo come va, oppure dovrei fare anche qualche altro esame diagnostico/strumentale tipo rifare il test del lattulosio (terminata la terapia con rifaximina) o per lo studio del tenue?

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Segua pure il suggerimento del suo medico.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno scusi il disturbo, finalmente mi sono deciso ed ho fatto questo esame lasciato in sospeso da molto, le scrivo il referto della RX Apparato digerente completo:
Nulla di patologico da segnalare a carico dell'esofago. Stomaco ipotonico e ptosico ma senza evidenti lesioni organiche. Normale il duodeno. Molto lento il transito del mezzo di contrasto nel colon. Ipertonia colica diffusa (colopatia funzionale ed impronta spatica)"
Il mezzo di contrasto (solfato di bario) mi ha dato dolori intestinali e fastidio ma oggi va molto meglio. Nel caso di stipsi il radiologo mi ha consigliato di prendere qualche lassativo.
Comunque mi sembra dal referto che non ci sia nulla di patologico. Tranne questi piccoli problemi segnalati che mi portano a dolori intestinali e dispepsia. Sinceramente non saprei nemmeno come correggere questi problemi, già seguo una dieta dissociata dividendo i pasti e sto attento alle cose che mi fanno male. Lei ha qualche consiglio aggiuntivo?

Grazie mille in anticipo per la sua disponibilità.

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Solo una colite spastica da curare per con il suo gastroenterologo in quanto l'effetto dei farmaci è soggettivo.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente
Mi scusi per l'inesattezza iniziale, ho rivisto dall'inizio e mi sono accorto di aver sbagliato a cliccare il numero.. comunque ho 31 anni e non 21 (non volevo sembrare più giovane) XD
La volevo aggiornare visto che ho fatto un eco addome completo con test colecistecinetico, e la colon (ho anche ritirato il referto dell'istologico).
Scrivo solo le cose rilevanti perché sarebbe troppo lungo da leggere.

ECO--
Modica ptosi di tutti gli organi addominali; La colecisti appare in sede anatomica, di forma allungata e debordante circa cm 3 dal margine costale e mostrante Murphy ecografico negativo.
Al controllo a 45' dopo stimolo colecistecinetico la colecisti ha mostrato scarsa contrazione come per netta ipocinesia funzionale (a digiuno vol. 11,20 cm3, / dopo stimolo 8,6 cm3).
Accentuato diffuso meteorismo intestinale.

COLON--
Esame condotto fino ad esplorare l'ultima ansa ileale che appare rivestita da mucosa iperemica con fini granulaioni ed aree ulcerate subcentimetriche con fondo ricoperto da fibrina.
Conclusioni: ileopatia distae iperemica e a tratti erosa in attesa di definizione istologica.
REFERTO ISTOLOGICO--
Diagnosi:
1)Frammenti di mucosa ileale con distorsione dell'architettura ghiandolare, edema e diffusa infiammazione cronica follicolare attiva. Non si osservano granulomi.
2) Frammenti di mucosa colonica con architettura ghiandolare conservata, edema e lieve infiltrato linfocitario nel corion privo di caratteri di specificità
3-6) Frammenti di mucosa colonica con architettura ghiandolare conservata e lieve edema del corion.
Conclusione: reperto di flogosi cronica attiva in sede ileale che su questi prelievi non mostra caratteri di specificità. Correlare al dato endoscopico.

Credo di aver riassunto tutto in maniera corretta, appena finita la colon si pensava al crohn, però dall'istologico non si evince in maniera chiara (o almeno non so interpretarlo). Sono in attesa di fare l'entero rmn (lunedì 18), perché mi è stata consigliata stesso in ospedale dopo la colon.
Lei che ne pensa? Si può trattare di MICI?

Nell'attesa di una risposta le porgo i miei più cordiali saluti.

[#15]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non ci sono segni di MICI. Attenda l'esito della RMN
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#16] dopo  
Utente
Ultimo aggiornamento, le scrivo il referto della entero-rm;
L'esame Entero-Rm dell'addome eseguito in posizione supina con sequenze FSE e BTFE pesate in T1 e T2 secondo piani assiali e coronali, previa distensione con mdc isoosmolare e farmaco rilassante la muscolatura, ed integrato da sequenze dopo mdc e.v., anche con sequenza di cine-RM, ha mostrato:
Regolare distensione delle anse del picciolo intestino dal Treitz sino alle anse ileali distali. A carico dell'ultima ansa ileale si apprezza un breve (4 cm) segmento prevalvolare, a pareti lievemente ispessite (4 mm) con restrizione nelle sequenze pesate in DWI e moderata impregnazione vascolare da segni iniziali di ileite. A tale livello si apprezzano alcune linfoadenomedaglie reattive delle dimensioni variabili da 5 a 10 mm. A carico delle rimanenti anse esaminate lo spessore appare regolare (cut-off 3 mm) ed impregnazione vascolare conservata. Non si apprezzano immagini da riferire a fistole entero-enteriche nè entero-cutanee. Non linfoadenopatie nè immagini da riferire a congestioni vascolari. Non si apprezzano aree di ispessimento/impregnazione a carico delle pareti del colon nei limiti risulutivi.

Questo è quello che è uscito nel referto. Le chiedo se potrebbe trattarsi di una fase iniziale (o lieve) di chron come aveva pensato il medico quando ha fatto la colon?

Grazie mille!
Cordiali saluti.