Utente 375XXX
Buongiorno,
soffro da 10 anni di esofagite, reflusso e gastrite cronica in terapia con ESOMEPRAZOLO 40mg.

L'esito dell'ultima gastroscopia effettuata in data 9 aprile 2015 evidenzia cardias incontinente, ristagno mucosalivare (stomaco), superficie mucosa dotata di focale edema ed iperemia in sede antrale.
Verosimile papilloma esofageo, polipo del corpo gastrico (iperplastico) e duodenite aspecifica.

L'esame istologico del materiale prelevatomi, parla di:
1) Sezioni mucosa duodenale con lieve distorsione architetturale e lieve incremento della quota infiammatoria cronica in lamina propria. Non linfocitosi intraepiteliale.
2) Sezioni di mucosa gastrica sede di flogosi cronica moderata in lamina propria e focali alterazioni iperplastico-rigenerative foveolari. No Helicobacter pylori.
3) Sezioni di mucosa gastrica sede di ecstasie cistiche ghiandolari (polipo iperplastico). No Helicobacter pylori.
4) Sezioni di mucosa esofagea senza alterazioni istologiche di rilievo.

- Considerato che la terapia da ormai 5 anni prevede ESOMEPRAZOLO (20mg al mattino e 20 mg prima di cena) in via continuativa, c'è pericolo che l'assunzione vita natural durante di tale farmaco possa provocare danni a livello cardiologico o a livello dell'intestino?

Ho sentito pareri discordanti riguardo questo ma un po' di preoccupazione c'è sempre anche perché tutte le volte che ho provato ad interrompere il trattamento, dopo circa tre giorni si ripresenta il bruciore allo stomaco.

Non ho mai fumato, faccio sport e cerco di stare attento nella dieta, consumando cibi compatibili con la mia patologia.

Vi ringrazio anticipatamente e porgo Cordiali Saluti.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Si, puo' provare a sostituirlo con la ranitidina, ne parli con il suo medico. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it