Utente 323XXX
Buonasera,

il mio nuovo gastroenterologo (da cui sono andata per approfondire questa sintomatologia https://www.medicitalia.it/consulti/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/439254-fitte-allo-stomaco.html, di cui non mi sono mai liberata negli anni ma che sembra andare a "periodi" e che ho trascurato perché non invalidante) dopo avermi visitato dicendo che avevo molta aria ad altezza dello stomaco mi ha prescritto varie analisi, tra cui A.A. Transglutaminasi IgA (risultate positive con 22 U/ml) e IgG (risultate negative: <0.60 U/ml).
Mi ha quindi fatto eseguire per "sospetta celiachia" (in parentesi i risultati):

IgA e IgG anti endomisio (entrambe <1/10)
IgA e IgG anti gliadina deamidata (rispettivamente 2,8 e 1,9)
Transaminasi GOT (17)
Transaminasi GPT (18)
Creatinfosfochinasi (51)
Fosfatasi alcalina (54)
GammaGT (10)
Bilirubina totale (0,7)
Bilirubia frazionata diretta (0,2) e indiretta (0,5)

Tutti i valori, tranne gli A.A. Transglutaminasi IgA, sono nei range e anzi davvero minimi.
In attesa di confrontarmi con il mio dottore di persona, quale può essere la diagnosi? L'unico valore sballato è sufficiente per sospettare una celiachia? Sono "sensibile" al glutine oppure non c'entra nulla? Ho la possibilità di sviluppare invece un'intolleranza seria in futuro?

Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Dovrebbe eseguire una gastroscopia con biopsie in duodeno per chiarire.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 323XXX

Grazie dott. Cosentino, so che la biopsia è l'unico modo per essere certi, è un esame che mi spaventa un po' ma se anche il mio dottore lo consiglia mi rassegnerò a eseguirlo...
il valore può essere sballato anche per altri motivi indipendenti dalla possibile diagnosi di celiachia?

un'altra domanda, le fitte e i crampetti che avverto (sempre sul lato sinistro sul margine delle costole o sul fianco, appena sopra la punta dell'osso iliaco) come da topic richiamato nel mio primo messaggio, possono essere collegate a questo sospetto o non c'entrano nulla? Sto provando a capire se si collegano a quando mangio (più) glutine, ma non riesco ad associarle.

Grazie, saluti

[#3] dopo  
Utente 323XXX

Gentile Dott. Cosentino, le riporto l'esito degli esami eseguiti insieme ai valori sierologici aggiornati (EMA IgA presenti 1:5; antitransglutaminasi tTG IgA a 29,80 UA/ml - altri valori negativi)

REFERTO GASTROSCOPIA
Esofago di aspetto normale. Cardias continente. Stomaco normoconformato facilmente distensibile all'insufflazione. Mucosa gastrica di aspetto ipotrofico. Piloro tonico nulla al bulbo. La seconda porzione duodenale presenta lieve appiattimento delle pliche di Kerckring con mucosa di aspetto granuleggiante. Si effettuano biopsie di controllo nel sospetto di malattia celiaca.

REFERTO BIOPSIA
Referto macroscopico: vari frammenti non orientati e non orientabili.
Diagnosi: Frammenti di mucosa duodenale con incremento della quota linfoplasmacellulare del chorion in assenza di significativa linfocitosi intraepiteliale (<25 IEL/100 enterociti). L'architettura dei villi, ove normo-orientati, appare entro i limiti della norma.

In un quadro del genere (sono anemica da sempre), se non si può (ancora) parlare di celiachia, secondo lei sono predisposta a svilupparla in futuro e/o sensibile al glutine? Devo apportare modifiche alla dieta? Subito dopo la gastro ho eliminato quasi del tutto il glutine, ma non so se è un approccio corretto. Grazie

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Istologia negativa. Non si può dire altro

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it