Utente 509XXX
Buonasera dottori,

Questa mattina mi sono sottoposto a endoscopia gastroduodenale per via di un fastidioso reflusso che mi porto avanti da qualche tempo.

Inizialmente sia la mia dottoressa, sia il medico del lavoro mi hanno indicato una terapia con farmaci antiacidi (prazoli) sebbene la mia sintomatologia è stata sempre più legata ad una fastidiosa "tossetta" piuttosto che acidità/dolori di stomaco.

Tuttavia, dopo aver ripetuto due cure antiacidi durate circa 45g cadauna, la dottoressa mi ha prescritto l'esame endoscopico con biopsia.

Questa mattina il dottore del reparto di endoscopia mi ha eseguito la gastroscopia senza biopsia trovando solamente delle microerosioni al terzo inferiore (il referto nel complesso non ha evidenziato nessun problema).

Avendogli poi riferito la volontà della mia dottoressa di eseguire la biopsia per controllare la presenza di batterio HP, mi ha fatto fare un breath test che ha dato i seguenti risultati:
Tempo 0 - CO2 1, 89 - Delta -25, 7
Tempo 30 - CO2 1, 90 - Delta 14, 7
DOB 40, 4
Esito esame positivo.

Domande:
Il reflusso (anche se in assenza di bruciore o acidità) è dato dalla presenza di HP?
Comunque conviene tentare una eradicazione vista la correlazione con possibili insorgenze di cancri/linfomi?
Esiste una terapia standard per l'eradicazione che posso valutare insieme alla mia dottoressa?
Anche se l'HP non è facilmente trasmissibile, vista l'assoluta semplicità del breath test, conviene richiederlo anche per i miei familiari? (ho moglie e due figli di 5 e 3 anni).

Grazie per Vostro cortese riscontro.
Buon lavoro.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Il reflusso non è dato dalla presenza dell'hp. È invece il contrario. Nel senso che eliminando l'hp può incrementare il reflusso
Sarebbe stato utile effettuare delle biopsia gastriche per capire se vi è un'infiammazione mucosa tale da giustificare l'eradicazione dell'helicobacter. La decisione spetta comunque al suo medico. Non starei adesso a controllare l'intera famiglia.

Ci sono comunque terapie standar per il trattamento.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 509XXX

Salve,

Grazie per la risposta.
Se non ho capito male quindi: se la mucosa non risulta cronicamente irritata, la presenza dell'HP non è dannosa e quindi una terapia antibiotica non sarebbe strettamente necessaria.
A questo punto però la gastroscopia (senza biopsia) che non ha rilevato irritazioni evidenti, basta per dire che non ho infiammazione cronica oppure è necessaria per forza la biopsia?
D'altro canto io non ho altri sintomi cronici come bruciori o maldistomaco e normalmente digerisco abbastanza bene ogni tipo di cibo.

Mi chiedo perché sia il gastroenterologo che il mio medico curante abbiano indicato la terapia antibiotica quasi come "prassi standard" nel mio caso.

La ringrazio per ogni delucidazione che voglia fornire.
Cordialmente.