Problemi all'intestino da 5 mesi

Buongiorno Dott. ri,

sono Sonia, 27 anni, astemia e non fumatrice.
Lievemente in sovrappeso e conduco una vita moderatamente sedentaria. Alimentazione ricca di frutta e verdura, poca carne rossa.


Da ottobre 2020 accuso problemi all'intestino, zona che prima di allora non ne aveva mai dati.


Iniziano ad ottobre feci molto molli ma formate, color marrone ocra, e tanta aria all'emissione delle feci.


Dopo un periodo fortemente stressogeno tra novembre e gennaio, dove ho assunto ansiolitici e Lucen per una forte gastrite, anche le feci forse per i farmaci hanno iniziato a fare un po' quello che volevano: diarrea o feci durette accompagnate da muco bianco (ero molto infiammata in quel periodo a causa dei farmaci), evacuavo tutti i giorni. Poi il muco è sparito.

A febbraio subentra il trasloco, altro stress, ed ora eccoci qui: feci sempre molli o normali ma con un calibro molto ristretto sempre marrone ocra, flatulenza all'emissione delle feci e sensazione di urgenza nel doverle espellere (sempre al mattino dopo colazione) per poi comunque non sentirmi completamente svuotata.

Prima di defecare e dopo, ho sempre dei fastidi alla pancia, non definirei fitte in un punto preciso, ma un fastidio diffuso a tutto il tratto più basso dell'intestino.

In aggiunta a questo ultimamente, sento anche una pesantezza/prurito anale, anche se visivamente non c'è nulla di strano e sporadicamente (questo da un anno e potrebbe essere legato come no) SOLO quando cammino sento una fitta/tensione in fossa iliaca sinistra/anca sinistra.


Avrei timore possa essere un tumore al colon nell'ipotesi peggiore.


Ho eseguito tra novembre e gennaio tanti esami del sangue, urine, ecografie transvaginali per un corpo luteo, eco addominali, rx torace, visita gastroenterologica (per la gastrite) e urologica e recentemente per sospetto endometriosi (per fortuna negativo) una visita specialistica a gennaio con esplorazione rettale (negativa) che però mi ha fatto perdere un po' di sangue (ho un taglietto esterno che talvolta sanguina).

Dopo il trasloco mi vorrei finalmente rasserenare dopo appunto 5 mesi di fastidi e timori, ma so che il tumore al colon può accadere tranquillamente anche alla mia età non fa sconti.


Consigliate quali esami da fare nel prossimo futuro? Per l'intestino non ne ho fatto nessuno.

Cosa ne pensate?
Grazie.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Nessun timore di ....tumore, ma qualche patologia che potrà btrovare in questo mio articolo:

https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/6487-colon-irritabile-intolleranze-sibo-lgs-ecc.html

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buonasera Dott. Cosentino e grazie per la risposta velocissima!

I sintomi di un tumore quindi non sono tipici della mia situazione?

Grazie per il link!
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Assolutamente no

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dott.re, martedì prossimo ho la visita con il gastroenterologo.

Nel frattempo avrei piacere di chiederle: feci galleggianti, poco formate che escono con un'incredibile velocità quando sento lo stimolo al mattino - e dopo crampi - sono sintomo di intestino irritabile o di quale altro disturbo all'interno del suo link?

La cosa inizia a preoccuparmi dati i mesi ormai che proseguono e sto pensando di fare la ricerca del sangue occulto sulle feci, la mia paura è che sia un tumore sebbene per ora non abbia anemia o sanguinamento.

Lei pensa sia un'esame utile?
[#5]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Pensare al tumore a 27 anni non aiuta certo la " tranquillità " del suo intestino

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6]
dopo
Utente
Utente
Certo, questo è indubbio, ma mi chiedo come facciate (curiosità) ad escludere il tumore senza la colonscopia o il sangue occulto?

Sono venuta a conoscenza del sito inglese per il tumore al colon e c'è tutta una sezione dedicata ai giovani sotto i 35 anni...

Sono solo preoccupata di star trascurando qualcosa :)
[#7]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,5k 2,1k 87
Esperienza ed intuito professionale mi fanno escludere la possibilità del tumore

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott. Cosentino,
grazie per la sua attenzione e gentilezza.
La disturbo per un'ultima cosa, nel primo messaggio dicevo che spesso quando cammino ho delle fitte in fossa iliaca sx, SIAS e pube.
Abbiamo fatto dall'esordio degli accertamenti come eco addominali, radiografie complete alla zona del bacino, coccige e ossa delle gambe, schiena negative. Il mio ortopedico mi dice di fare una RMN al bacino perché non sa cosa possa essere.
L'intestino può far male solo quando si fa attività fisica o è giusto pensare sia una problematica meccanica e non organica?
Grazie per qualsiasi consiglio voglia darmi, preciso che fino a 3 settimane fa il disturbo compariva saltuariamente camminando. Ora sempre.
[#9]
dopo
Utente
Utente
Buonasera Dott.re

sono stata in ospedale martedì pomeriggio per forte bruciore addominale/pelvico e lombare come una cintura e da ottobre defecavo poche feci molli con sensazione di non completo svuotamento.

Fitte forti mentre cammino in fossa iliaca sinistra e SIAS come crampi ma no sempre. RX bacino anche e coccige negative.

Il chirurgo dell'addome che mi ha visitata in prima istanza, mi ha palpato l'addome e mi ha tolto dal retto un ammasso di fecalomi grandi quanto un'arancia, fin dove poteva.


Segue subito una RX ADDOME che riporta:

"Piccoli livelli idroaerei del colon e del tenue a localizzazione diffusa.
No aria libera in addome.
Non significativa sovradistensione gassosa addominale.
No calcoli delle vie urinarie"

L'ecografia addome completo che ne è seguita è negativa, solo un versamento di 25mm (doloroso già all'esplorazione rettale) del Douglas.


La tac addome completo senza mezzo di contrasto è negativa per tutto compresi segni di appendicite. Presumo che, se ci fossero state occlusioni visibili o tumori del colon, si sarebbero visti?


Dopo la rottura del fecaloma ho defecato tutta mercoledì feci maleodoranti gialle che odoravano di zolfo con abbondante muco giallo come gelatina, ma sempre meno finché di nuovo non ho defecato feci lughe e sottili.


Il mio medico di base mi consiglia Nirmix e Movicol e una colonscopia.


Cosa ritenete possa esserci?

Fin'ora nessun problema a livello di esami del sangue generali, PCR negativa e globuli bianchi a posto.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio