x

x

Diagnosi sibo senza terapia

Soffri di stitichezza o diarrea? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Buongiorno gentili dottori.

Sono una ragazza di 27 anni peso 60 chili, non fumo più e sono una studentessa.
chiedo il vostro aiuto per cercare di capire cosa devo fare.

Da ormai un anno e più avverto dolori alla pancia, gonfiore e meteorismo, perdita di capelli e rosacea.

È stata la dermatologa ad inviarmi a fare il breath test per il lattulosio risultato positivo.

Sono andata da due gastroenterologi.

Il primo non sapeva cosa fosse questo test, mi ha detto che dovevo cambiare alimentazione evitando prettamente i latticini e che assolutamente l’antibiotico era sconsigliato.

Il secondo mi ha fatto fare un eco alla colecisti (riscontrando colicisti ripiegata su se stessa a foglietto), mi ha detto che potevo mangiare i latticini e che la Sibo non era rilevante mi ha segnato gastro protettori e Mi ha dato dei farmaci per una sospetta infiammazione al Colon.

Il mio medico di base non sapeva cosa fosse la Sibo ed è andato a cercare su internet.

Io sono davvero sconfortata.

Ho fatto analisi di colprotectina risultate negative e mucoproteine positive.

Ad oggi nessuno mi ha spiegato come posso curarmi ed io continuo a stare male, ho paura a prendere in altra visita perché temo che questa problematica venga sottovalutata.

Ora sto cercando di seguire una dieta FODMAP che ho letto essere benefica con questa patologia.

Tutto ciò che so è grazie ai vostri interventi e articoli pubblicati sulla Sibo.

Esiste una cura?

La dieta può essere efficace senza una terapia farmacologica?

Faccio bene a prendere dei fermenti lattici?

Grazie a chi risponderà
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
La terapia per la sibo è rifaximina 1200 mg al giorno per 14 giorni.
La malattia è caratterizzata da un forte tasso di recidiva.
I probiotici possono aiutare.
La dieta non ha alcun effetto.
Su questo stesso sito troverà un mini articolo in cui illustro la patologia.
Cordiali saluti.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore la ringrazio per la risposta. Ho letto il suo articolo ed ho letto anche un articolo scientifico in merito perché mi piace sempre informarmi su fonti affidabili.
L’unica perplessità che ho è che ho già assunto una volta qualche anno fa un lo stesso antibiotico e avvertivo vampate di calore, forti mal di testa e poi dopo circa 4 giorni ho avuto uno sfogo nella mucosa orale (palato, labbra e lingua). L’igenista mi aveva detto che poteva essere un effetto dell’antibiotico così lo sospesi.
Vorrei tanto iniziare una cura antibiotica ma la mia paura è che possa trovarmi di nuovo dopo qualche giorno di cura con gli effetti collaterali. In tal caso poi cosa dovrei fare? Sospendere a metà trattamento non è mai una buona mossa quando si parla di antibiotici, non vorrei ritrovarmi a peggiorare la situazione.
In caso esiste qualche altro antibiotico utile da assumere??
[#3]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
No.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4]
dopo
Utente
Utente
Deduco dalla sua risposta secca che oltre all’antibiotico non vi sono alternative per trattare questa problematica?!
[#5]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
Al momento, no.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6]
dopo
Utente
Utente
Le volevo porgere un ultima domanda.
Non trattando la patologia, vista la mia impossibilità ad assumere l’antibiotico, posso andare incontro a complicanze della patologia stessa? Cioè può danneggiarmi in qualche modo?
[#7]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
Carenze vitaminiche, anemia.....

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia