x

x

Esiste una cura definitiva per la sindrome del colon irritabile?

Buona sera soffro da 2 anni di sindrome del colon irritabile diagnosticata per esclusione dopo l'esito di numerosi esami tra cui colonscopia ileoscopia, biopsie random sul tratto intestinale, enterotac con mezzo di contrasto esami del sangue, ves etc etc... Tutti i referti sono negativi ora sono in cura da un nuovo gastroenterologo dopo averne cambiati 6 perchè le terapie prescritte non ha avuto alcun risultato, e ho preso di tutto dagli antibioteci ai probiotici al mesavancol all'intesticort il debridat il lexil il normix l'avalox, insomma ho preso di tutto ma niente devo sempre correre in bagno (dimenticavo non ho alcun tipo di allergia o intolleranza ho fatto anche tutti gli esami) , prevalentemente è la diarrea il problema principale ma è l'intera sintomatologia esasperante; mal di pancia continuo gonfiore (non un normale gonfiore ma sembra di aspettare un bambino mai provata una cosa del genere), crampi, sempre voglia di andare in bagno anche poco dopo aver evacuato.
Mai svegliato la notte per andare in bagno mai febbre o altro.
Insomma io sono devastato da questa condizione non riesco più a lavorare oppure a stare con gli amici, o con la mia compagna è una situazione assurda e incontrollabile.
MI potete dare un consiglio esiste una cura definitiva per la sindrome del colon irritabile?
Ora la terapia che sto seguendo da circa un anno è il duspatal 2 volte al giorno e le gocce di laroxil 3 al mattino 3 il pomeriggio e 5 prima di andare a dormire.
Purtroppo ora dopo un beneficio iniziale almeno per la sintomatologia, sono tornato nuovamente punto e a capo diarrea urgenza tenesmo pancia sempre gonfia etc etc... Aiutatemi per favore non so più cosa fare...
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
Una terapia definitiva per intestino irritabile non esiste.
È stata esclusa la SIBO?
Cordiali saluti.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25.8k 643 349
Essendo una condizione cronica a causa ignota la risposta purtroppo è no.
Mi sembra abbia seguito un itero diagnostico completo e corretto.
In genere per tentativi si trova una soluzione ma è necessario perseverare.
Prego.

Dottor Andrea Favara

http://www.andreafavara.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno grazie per la risposta.. Si è stata esclusa la SIBO diciamo che da un punto di vista clinico sono state escluse molte possibile cause. La causa scatenante sembrava essere una gastroenterite perchè è da quella che è iniziato questo calvario esattamente 2 anni fa i primi di Novembre. La gastroenterite è stata curata con un ciclo di normix e fermenti lattici, di fatto sono poi stato bene per circa 10 15 giorni (ricordo che sono un uomo di 43 anni senza alcun tipo di malattie o altro di fatto sto benissimo se non fosse per questa condizione faccio sport, leggo, suono diversi strumenti insomma una persona normalissima), ricordo tutto perfettamente. Successivamente sono entrato in questa condizione assurda che ho descritto prima ripeto ho seguito qualsiasi terapia e quest'ultima con il duspatal e laroxil è quella che sembrava funzionare meglio ma ora da circa 2 settimane il quadro è nuovamente ribaltato gli episodi di diarrea sono sempre più frequenti per non parlare del mal di pancia dei crampi della voglia di mollare tutto e non fare più niente, credetemi credo ci sia molto peggio ma non si può vivere in questo modo sperando di avere un bagno sempre vicino mi viene veramente da piangere scrivendo queste righe è assurdo. Con tutto il dovuto rispetto ovviamente sono molto provato anche emotivamente per questa condizione chiedo ancora come sia possibile ad oggi non avere una cura per questa condizione perchè non riesco a guarire? come è possibile? Ho letto di tantissime ricerche sul microbiota intestinale e sulla possibilità di un trapianto può essere questa un soluzione? Cordialmente grazie a chi voglia provare ad aiutarmi per almeno riuscire a riprendere la mia vita. Grazie ancora
[#4]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25.8k 643 349
Capito.
Si, puo' essere una opzione da considerare

Dottor Andrea Favara

http://www.andreafavara.it

[#5]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25.8k 643 349
Essendo una condizione cronica a causa ignota la risposta purtroppo è no.
Mi sembra abbia seguito un itero diagnostico completo e corretto.
In genere per tentativi si trova una soluzione ma è necessario perseverare.
Prego.

Dottor Andrea Favara

http://www.andreafavara.it

[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie per le risposte, volevo aggiungere un aggiornamento ho ritirato le ultime analisi questa mattina emocromo ferritina creatinina pcr ves ast alt fosfatasi alcalina azotemia protidogramma sideremia, sono tutte normali. L'unico valore alto è la calprotectina a 567 mcg/g il limite è di 200. Esattamente come 2 anni fa nello stesso identico periodo poi negli anni è scesa per poi risalire e scendere fino a zero questa estate senza prendere alcun tipo di anti infiammatori. Ora è salita nuovamente ricordo che ho già fatto colonscopia ileoscopia con biopsie random nel tratto intestinale, ecografie all'addome e anse intestinali, enterotac con mezzo di contrasto e sono risultate tutte negative. Ho eseguitogli esami per le intollarenze e allergie anche questi tutti negativi. Ora vi chiedo come mai il valore della calprotectina è così elevato? Dopo due anni con la sindrome dell'intestino irritabile si ha una calprotectina così alta? Ho paura di avere il morbo di chron ma non ho mai avuto febbre e risvegli notturni per andare in bagno in tutti questi due anni, cosa posso avere è possibile che sia sfuggito qualcosa? Grazie ancore per le risposte
[#7]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25.8k 643 349
Non credo, penso sia un falso positivo

Dottor Andrea Favara

http://www.andreafavara.it