Utente
Gentile Dottori, ho 40 anni e dopo un aborto nel mese di settembre all'8 settimana (alla settima era stato visto il battito e l'embrione datato di qualche giorno più piccolo) scopro per Natale di essere di nuovo incinta.
Ultima mestruazione 27 novembre
Ovulazione: 10 dicembre
Test urine : giovedì 22 dicembre
Beta venerdì 23 dicembre : 147
Beta martedì 27:551
Beta venerdì 30 dicembre: 903
Beta sabato 31 dicembre: 1278
Beta domenica sera 1 gennaio sera ( 36 h dalle precedenti): 1958
Beta lunedì sera : 1958
Il ginecolo dopo le beta al pronto soccorso mi fa l'ecografia per scongiurare una GEU e vede una piccolissima camera gestazionale impiantata nell'utero.

Ma con questi dati ho veramente poche probabilità che la gravidanza sia evolutiva?

Grazie in anticipo per la risposta.
Francesca

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
La visualizzazione della camera gestazionale nell'utero scongiura quasi automaticamente la GEU.
Piuttosto ci sarebbe da chiedersi se davvero la gravidanza è evolutiva....Stando alle beta direi di no. Ma, ovviamente, occorrerà attendere e ripetere le determionazioni dell'ormone e l'eco.

Auguri.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dottore per la celere risposta, ma nel postare e modificare il messaggio ho fatto un refuso, le ultime beta fatte sono quelle di domenica sera 1 gennaio 1958, da lì non le ho più ripetute.
Grazie ancora se potrà rivedere il mio caso con questa correzione

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore
Ho rifatto le beta questa mattina (04-01) a distanza quindi di 2,5 giorni dalle precedenti ( 1958), e risultano essere 3933, cosa ne pensa di questo valore?
Scusi l'ansia, sicuramente capirà....
Un'altra domanda, le beta dopo il valore 1200 devono raddoppiare ogni 3 giorni?
Oltre la camera gestazionale quando comparirà il sacco vitellino? L'ipotesi di un uovo chiaro viene scongiurata dal fatto che si vede il sacco vitellino o anche l'embrione?

Grazie Mille
Cordiali saluti

[#4]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
La precisazione era fondamentale.
L'incremento, allora, è buono.
Può eseguire l'eco con l'attesa di vedere strutture embrionali.

AUGURI.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#5] dopo  
Utente
Gentile Dottore, purtroppo sono sempre alle prese con le beta che non crescono...
ho rieseguito le beta lun 9 gennaio ( 7369) dopodichè il ginecologo mi ha fatto un ecografia rilevando embrione di 2,3 mm senza battito e camera poco tondeggiante,
giovedì 12 ho rieseguito le beta (9003) e fatta ecografia dove è stato rilevato embrione di 4,8 mm con battito.
Come vede questo quadro? Secondo Lei è in evoluzione la situazione? Posso cominciare a stare più tranquilla?

Grazie Mille
Cordiali saluti

[#6]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
La gravidanza è in evoluzione. AUGURI!!!!!!
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#7] dopo  
Utente
Buonasera Dottore,
purtroppo le diagnosi dei vari controlli sono sempre negative (nonostante la rassicurazione del battito presente), le spiego:
il 15-01 ( 7+0 di amenorrea) ho fatto un'ecografia e l'embrione risultava con battito e di 6,4 mm
oggi a distanza di 10gg (8+3) l'embrione risulta di 7,2 mm con battito anche se lento
(103 bpm), so che a questo punto le speranze sono pressochè nulle, ma non riesco a capire come sia possibile, cioè che un embrione continui a essere vitale nonostante che non cresca.
Un'altra domanda, nelle varie ecografie non ho mai visto il sacco vitellino (oggi ho domandato e la dottoressa ecografista sinceramente mi ha risposto che non lo vedeva) è possibile?
Scusi il pessimismo ma ormai questo è il secondo aborto in pochi mesi, entrambe le gravidanze arrivate a 8+3 gg con embrione di 7 mm, spero che una tale ricorrenza porti a individuare più facilmente le cause e quindi a prevenirle sperando che ci sia una prossima volta.
La ringrazio in anticipo sia per il suo consulto sempre estremamente professionale e per il suo conforto.

Francesca

[#8]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
La presenza dell'embrione DEVE essere associata alla visualizzazione del sacco vitellino secondario che è struttura embrionale.
La bradicardia embrionale (il suo embrione presenta questa anomalia), in genere è un segno prognostico negativo. Prima di parlare di aborto, però, è necessario dire l'ultima parola su questa gravidanza. Anche se con un battito bradicardico, l'embrione, però, dovrebbe crescere secondo schemi alquanto fissi. C'è qualcosa che non quadra nelle ecografie che ha eseguito.
Le consiglierei, in tutta onestà, di effettuare un'eco presso un altro Centro o Collega, per conoscere la sua opinione in merito.

Mi tenga informato se crede opportuno.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#9] dopo  
Utente
Purtroppo anch'io pensavo o meglio speravo in un errore di misurazione, e quindi avevo provveduto a fare un' ulteriore verifica: l'ultima ecografia (di mercoledì 25 gennaio a 8+3) l'ho eseguita in un centro specializzato dopo che 3 gg prima il mio ginecologo mi aveva fatto il controllo e aveva rilevato l'embrione di ca 7mm con battito (quindi cresciuto a malepena di 0,5 mm in una settimana) . Tra 3 gg farò un ulteriore controllo e mi immagino che potrà essere definita la situazione.


Cordialmente

Francesca

[#10] dopo  
Utente
Gentile Dott. Santoro, purtroppo come prognosticato la gravidanza è andata male, ho già effettuato il raschiamento e sono in attesa per un consulto ad un centro di poliabortività della mia città; telefonicamente si sono raccomandati per ora di aspettare a fare qualsiasi analisi fino a quando il mio fisico non si rimette ( speravo almeno, viste le tempistiche di poter effettuare il cariotipo). Di sicuro so che inoltre non faranno l'esame genetico dell'embrione. Volevo chiederle se nel frattempo oltre a continuare con l'acido folico (Prefolic) potrebbe essere utile prendere qualche integratore che oltre a farmi bene ( peso ora come ora 47 kg ) potesse essere mirato alla qualità ovocitaria vista anche la mia età (nel frattempo ho compiuto 41 anni).

Cordialmente
Francesca

[#11]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Non sono d'accordo coi Colleghi. Se l'aborto fosse legato alla presenza di autoanticorpi, la loro quantità nel plasma decresce col tempo e, quindi, la possibilità di riconoscerli e titolarli va a ridursi col passare delle settimane.
Vi sarebbero da eseguire, inoltre, altri esami riguardo la possibilità di discoagulazioni su base congenita (vedi i miei posts su argomento "poliabortività"); l'assunzione di Prefolic potrebbe comportare un'alterazione di taluni risultati.



Saluti ed auguri.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
purtroppo ancora non sono riuscita a farmi prescrivere gli esami per la poliabortività, spero che il mio medico di base mi faccia le prescrizioni almeno per cominciare a fare le prenotazioni (visto le tempistiche di Roma) e che poi il mio ginecologo con il quale ho appuntamento a fine mese concordi.
Nel frattempo sono riuscita a fare una visita ad un centro di poliabortività: secondo il dottore , (alla luce di come sono andati i 2 aborti e delle analisi tiroide ok) il mio problema è la qualità ovocitaria vista l'età, per cui per ora mi ha prescritto solo:
-Fsh, Lh ,E2 AMh Inibina al II giorno del ciclo
Tamponi vaginali
Isteroscopia diagnostica.
Altre analisi tipo il cariotipo non me le ha volute prescrivere ( soldi sprecati) !!!

Mi ha detto che se i valori degli ormoni non dovessero andare bene, non ho tante speranze (in maniera nuda e cruda l'unica speranza è con ovodonazione all'estero e che sarebbe assurdo percorrere altre strade come stimolazioni ovariche o analisi di preimpianto).

Intanto farò anche queste analisi ( sperando che i primi di marzo mi arrivi il primo ciclo, ) e l'AMH che a quanto ho capito non è legato al ciclo, lo farò quanto prima, ma la domanda che mi pongo, tali analisi sono legate a problemi di infertilità o di abortività? L'AMH misura la qualità o la quantità ovarica?
Il fatto che ho un ciclo e ovulazione regolari che rimango incinta non dovrebbe escludere che questi valori siano così negativi?

Scusi se sono stata un pò prolissa, ma volevo sapere il suo parere su questo approccio ( che io voglio pensare che sia stato più drastico che realistico) , per insistere a farmi prescrivere tutte le analisi di poliabortività.


Grazie per quanto andrà a fare

Francesca

[#13] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
ne approfitto della sua professionalità nonchè umanità con le sue parole rassicuranti,
per chiederLe un parere su tutte le analisi fatte in attesa di fare una visita il mese prossimo con tutti i risultati (mi manca da fare l'isteroscopia e il referto della mappa cromosomica).
Questi sono i risultati un pò sintetizzati:

EMOCROMO
Tutti nella norma

CHIMICA CLINICA
Tutti nella norma

MARCATORI DI REPLICAZIONE CELLULARE
Tutti nella norma

TIROIDE
FT3:
FT4
TSH
Ab anti Tireoglobulina
Ab anti Tireoperossidasi
Tutti nella norma

VITAMINE
Acido Folico
Vitamina B12
Tutti nella norma

COAGULAZIONE
Tempo di Protrombina: 1,06 (rif.0,9-1,10)
Tempo di Tromboplastina Parziale
Tempo: 25,60 (rif.20,00-35,00)
Ratio: 0,91 ( 0,90-1,15)
Fibrinogeno: 282 ( 200-400)
ATIII: 120 ( 75-125)
LAC: 1,01(<1,2 assente)
Proteina C: 97% (94-159)
Proteina S libera: 88% (55-125)
Omocisteina: 6,1 (4,3-10,1)
D Dimero:136 (<280)

PROFILO PROTEINE
Albumina: 44 (35-50)
Transferrina: 2,1 (2.15-3,80)
Ferritina: 64 (10-290)

ELETTROFORESI PROTEINE SIERICHE
Proteine Totali 70 (60 - 80)

MARCATORI EPATITE
Non reattivi

COAGULAZIONE
Fattore V Leiden : presente in eterozigosi
Fattore II Protrombina: assente
Fattore V HRL : assente
MTHFR (C677T): assente
MTHFR (A1298C): presente in omozigosi

AUTOIMMUNITA'
Ab anti Muscolo liscio: <1,20 (<1,20)
Ab anti ds DNA: <1:10 (<1:10)
AB anti Cardiolipina
IgG: 0 (negativo <10)
IgM: 28 (negativo <10)
Ab anti Gliadina Deamidata (AGA)
IgG: 0 (negativo <10)
IgM: 0 (negativo <10)
Ab anti Beta2 Glicoproteina
IgG: 3,86 (12,00)
IgM: 3,33 (7,00)
AB anti Endomisio: <1:5 (<1:5)
AB anti Transglutaminasi: 2,7 ( <10)
ENa screening: 1:8 (<1:80)
AB anti Nucleo: 2,7 ( <10)
Ab anti Mitocondrio: <1.20 (<1:20)

ORMONE ANTIMULLERIANO
Amh : 1,70 ng/ml (0,14-5,5)

TAMP VAGINALE
Tutti negativi

REFERTO RCU
Il materiale in esame risulta costituito da frammenti di decidua gravidica in necrosi emorragica, da villi coriali alcuni dei quali in degenerazione idropica, focale proliferazione del trofoblasto e depositi inter e peri-villari di fibrina e da residui embrionali"

Dal referto del RCU si può evincere che la causa probabile sia dovuta alla trombofilia?
In previsione di una futura gravidanza, da chi mi dovrò far seguire (solo dal ginecologo o anche da altri medici specialisti come l'ematologo o immunologo)?

Grazie della sua disponibilità
Francesca

[#14]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Il referto istologico indica con molta probabilità l'intervento di anomalie genetiche nell'embrione, per cui l'aborto è da relazionare a questa eventualità e non alla trombofilia che, però, esiste. Di tale tendenza si dovrà tener conto nella terapia da associare alla sua prossima gravidanza che dovrà essere seguita, come sempre, dal Ginecologo. Se lui/lei sentirà il bisogno di coinvolgere altri specialisti, allora la richiesta proverrà dal Ginecologo stesso.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli