Utente 192XXX
Buongiorno,
ho 30 anni e per ben 11 anni ho assunto la pillola Yasmine con una sola interruzione (dopo 5 anni). Alla fine di luglio 2010 ho interrotto l'assunzione per cercare un bimbo ma dopo la mestruazione indotta dalla pillola non ho più avuto alcun ciclo mestruale. Ho fatto un'ecografia in cui mi è stato diagnosticato un ovaio micropolicistico, gli esami ormonali sono tutti nella norma. La mia ginecologa dice che è come se fossi "bloccata", come se la mia mente non riuscisse a far partire lo stimolo per l'ovulazione...ha anche ipotizzato che il problema possa venire dal fatto che nell'ultimo anno ho perso 8 chili ( 54 chili di peso per 160 cm di altezza). Ho seguito comunque una dieta equilibrata da 1600 kcal prescritta da una nutrizionista. La dottoressa mi ha prescritto il dufaston per 8 gg (1 compressa al giorno) e mi ha detto che dopo una decina di giorni mi sarebbe comparso il ciclo: sono già passati 12 giorni dall'ultima compressa ma niente segni di ciclo! Non so se può essere normale...la dottoressa mi ha anche detto che, se il farmaco non mi avesse fatto effetto, avrei dovuto rivolgermi a un centro per la sterilità...questa cosa mi preoccupa tanto...quali terapie sono indicate nel mio caso? Il dufaston potrebbe ancora fare effetto? E' vero che una perdita di peso, anche se piccola e sotto controllo medico, può causare amenorrea? ed in questo caso, riprendere il peso perso può aiutare? Grazie mille e mi scuse per le numerose domande...

[#1] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello

52% attività
12% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

è possibile che la dieta sia troppo povera in carboidrati per consentire la mestruazione. Infatti, anche nel normopeso, la restrizione in carboidrati è in grado di ridurre i livelli ormonali. Lo confermerebbe l'assenza di ciclo con dufaston (con il progestinico si mestrua solo se l'endometrio è preparato da un adeguato tasso di estrogeni).

Se ha a disposizione gli ultimi valori degli ormoni, li può postare per cortesia?
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#2] dopo  
Utente 192XXX

Scusi il ritardo ma mi trovavo fuori casa...
Ecco i dati:
glicemia: 82
insulina: 3.1
Prolattina: 9.96
Luteizzante (LH): 1.25
Follicolo stimolante (fsh): 4.43
17 Beta estradiolo: 47
Progesterone: 1.20
Testosterone: 0.24
Dhea solfato: 72.70
Delta 4 androstenedione: 2.02

Il Dufaston non ha fatto effetto nemmeno dopo 15 gg dalla sospensione.
Grazie mille per l'aiuto...

[#3] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello

52% attività
12% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Il dufaston agisce entro pochi giorni dalla sospensione, qualsiasi cosa succeda oltre i 7 gg non è da attribuire al farmaco (in parole povere se il ciclo venisse, a questo punto non è da dufaston).

La mancata risposta al dufaston, come segno di ipoestrogenismo, ed il valore basso di LH (oltre che dell'insulinemia) sembrano deporre per una dieta troppo povera in carboidrati.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#4] dopo  
Utente 192XXX

Buongiorno dottoressa,
Oggi sono stata dalla mia ginecologa e mi ha detto che, trattandosi di una amenorrea ipotalamica, occorre a questo punto fare delle cure ormonali per indurre l'ovulazione. Prima però di procedere sono richiesti alcuni esami: lo spermiogramma ed una laparoscopia. Mi ha detto che sono necessari per capire se ci sono impedimenti alla fecondazione (es spermatozoi non sufficienti, tube chiuse, ....), visto che le cure ormonali sono abbastanza "pesanti" : tornando a casa ci ho ripensato a lungo e mi sono resa conti di non aver chiesto chiarimenti su questo aspetto! Cosa significa? Le cure hanno effetti collaterali importanti o richiedono una somministrazione particolare? Non si potrebbe evitare la laparoscopia visto che mi sembra un esame piuttosto invasivo?
Grazie mille ancora per la comprensione

[#5] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello

52% attività
12% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

i dettagli sul percorso terapeutico vanno chiesti al suo medico.
La laparoscopia mi sembra che abbia poco senso, visto che la causa di infertilità è conosciuta (è in amenorrea, non ovula).
Le tube invece vanno controllate, ma sono esami meno invasivi.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#6] dopo  
Utente 192XXX

Buongiorno Dottoressa,
dopo le sue parole mi sono rivolta ancora alla mia ginecologa: le ho fatto vedere lo spermiogramma di mio marito (va bene!) e mi ha suggerito una sonosalpingografia preventiva a induzione dell'ovulazione con gonadotropine.
Nel frattempo mi ha consigliato di fare un altro ciclo con il dufaston (8 compresse) nella speranza che il mio quadro ormonale sia cambiato (dato che ho modificato la dieta aumentando i carboidrati come lei mi ha consigliato). Mi ha detto infatti che con gli estrogeni bassi il Dufaston non può avere effetto.
A questo punto mi chiedo: non esiste un modo per aumentare gli estrogeni (un farmaco ad esempio) e fare in modo che il dufaston faccia effetto?
Se il Dufaston non dovesse fare effetto, mi chiedo però perchè l'unico modo per risolvere il mio problema sia fare un'induzione dell'ovulazione!?
Il mio problema principale non è avere un figlio (anche perchè non ho ancora potuto provarci) ma quello di avere il ciclo senza riprendere la pillola anticoncezionale! Non esistono alternative?
Grazie ancora per i suoi preziosi consigli.

[#7] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello

52% attività
12% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
>non esiste un modo per aumentare gli estrogeni (un farmaco ad esempio) e fare in modo che il dufaston faccia effetto?

mangiare carboidrati in giusta quantità


>Se il Dufaston non dovesse fare effetto, mi chiedo però perchè l'unico modo per risolvere il mio problema sia fare un'induzione dell'ovulazione!?

il dufaston fa venire la mestruazione, non è un induttore dell'ovulazione.


>Il mio problema principale non è avere un figlio (anche perchè non ho ancora potuto provarci) ma quello di avere il ciclo senza riprendere la pillola anticoncezionale! Non esistono alternative?

mangiare più carboidrati :)

Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#8] dopo  
Utente 192XXX

buongiorno dottoressa,
È tanto tempo che non ci sentiamo e ho ancora bisogno di lei...ho fatto due cicli con Gonadotropine senza risultati. Ora ho cambiato medico e lui vuole provare a farmi arrivare il ciclo con lutenyl (4 compresse al gg per 5 giorni). Secondo lei, visto che i livelli di estrogeni sono rimasti bassi (intorno a 30/40) il ciclo potrebbe arrivare? Mi era stato detto che il Dufaston non aveva funzionato a causa degli estrogeni troppo bassi...ora raddoppiando la dose di progesterone potrebbe cambiare qualcosa? Grazie mille ancora e buona serata

[#9] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello

52% attività
12% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Il progestinico non funziona se l'endometrio non è preparato. Se all'eco l'endometrio non è almeno 4-5mm non ci si aspetta una risposta positiva. I valori ematici di estradiolo non hanno alcun significato dal punto di vista clinico.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#10] dopo  
Utente 192XXX

Gentile Dottoressa,
la aggiorno sulla situazione. il ciclo con lutenyl ha funzionato, mi è venuto il ciclo e dal 5° al 9° giorno ho preso 4 compresse di clomid. Al monitoraggio al 15° giorno del ciclo (mercoledì 6/02/2013) avevo un follicolo di 23 mm e endometrio 5mm: il ginecologo mi ha detto che era pronto a scoppiare e che 2gg dopo (oggi venerdì 8/02) il avrei dovuto assumere il progeffik 200 mg (1 ovulo). Se sentivo dolore (segno dell'ovulazione) avrei dovuto iniziare l'assunzione la sera successiva. Ad oggi non ho avvertito segni dell'ovulazione (muco, dolori...), solo un pò di crampetti e gonfiore. Ho fatto anche gli stick ovulatori (di mia iniziativa) ma sono negativi. Se stasera prendo il progesterone l'ovulazione si bloccherà? Il mio ginecologo dice che devo comunque prenderlo ma ho letto che il progesterone blocca l'ovulazione...c'è una spiegazione?

Grazie mille di cuore ancora...i suoi consigli sono sempre utilissimi!

[#11] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello

52% attività
12% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Il progesterone naturale non dovrebbe interferire con l'ovulazione, ma andrebbe preso almeno 2-3 giorni dopo l'avvenuta ovulazione. Se gli stick danno un risultato difficile da interpretare, eventualmente rifaccia un'ecografia transvaginale.

grazie per la stima! :)
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#12] dopo  
Utente 192XXX

Buongiorno dottoressa,
ho fatto il controllo ecografico oggi, al 22 giorno del ciclo. Il follicolo di 23 mm è scoppiato (si vedeva il corpo luteo) e l'endometrio misura 6.5 mm. Probabilmente ho ovulato al 18 giorno del ciclo. Dal giorno dopo l'avvenuta ovulazione ho preso progeffik 200 mg (1 ovulo)...in tutto sono quindi 4 giorni di assunzione di progesterone. Il mio medico dice che l'endometrio è sottile e di continuare a prendere il progeffik per almeno 5 giorni. Mi ha anche detto che con l'endometrio troppo sottile l'impianto potrebbe essere compromesso...per cui bisogna cercare di farlo crescere. E' possibile con questi valori che avvenga l'impianto o è poco probabile? Il dottore era positivo e sembrava potesse avvenire...mi aiuta ancora a chiarire? I suoi consigli sono sempre stati utilissimi...Grazie ancora

[#13] dopo  
Dr.ssa Valentina Pontello

52% attività
12% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

con questi valori l'impianto può avvenire, il medico potrà decidere se eventualmente cambiare la sua terapia.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi