Utente
Gentili Dottori,
La settimana scorsa ho fatto il II Screening a 19+2 e l’ecografia ha dato uno strano esito. La mia ginecologa in un primo momento ha detto che il bambino sembra sottosviluppato, che è indietro di 2 settimane e che sarei dovuta andare in clinica a fare un controllo più approfondito. Poi ha guardato una tabella e ha detto che si era sbagliata e che era tutto nella norma. Poi ha riguardato dei grafici sul computer da dove aveva fatto l’ecografia e i valori risultavano essere sulla linea più bassa, al limite o appena sotto il limite. Alla fine mi ha detto di andare lo stesso in clinica, ma di non preoccuparmi. Io invece non riesco a stare tranquilla e sono davvero confusa dopo tutto questo. Non so cosa aspettarmi. Vorrei un Vostro parere in merito. Vi riporto le misure (19+2):
BPD: 44
KU(HC): 149
ATD (DAT): 40
AU (AC): 122
FL: 25
Non so se sia importante, ma né io né mio marito siamo alti (160 e 172 cm). E siamo entrambi magri. NT e bitest (fatti a 12+6) non hanno evidenziato alcuna anomalia e il rischio di trisomia è bassissimo.
Vorrei capire quali possibili interpretazioni si possono trarre da queste misure e se sono veramente così fuori dalla norma e così preoccupanti.
Grazie tante!

[#1]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

i dati devono essere confrontati in primo luogo con l'ecografia delle 12 settimane, che è quella che stabilisce la datazione.
Se le date sono confermate, e c'è un dubbio sulla crescita, farei un'ecografia di secondo livello, completa di flussimetria fetale e placentare. Solo così ci si può fare un'idea se tutto procede bene.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dr.ssa Pontello,

grazie tante per l'attenzione! Le riporto i risultati dell´ecografia fatta a 12+6 in occasione della NT:
CRL: 63,1 mm
BPD: 20,9 mm
FL: 6,9 mm
AU: 58,8 mm

Nel frattempo ho fatto un'ecografia di controllo in clinica con flussimetria, a 20+2. E´ risultato che il bambino rientra nella norma, tra il 5 e il 95 percentile. Tende verso il 10 percentile, probabilmente perché noi genitori siamo minuti. Queste sono le misure:
BPD: 45,7 mm
FOD: 57,7 mm
HC: 162,4 mm
AC: 143,1 mm
HC/AC: 1,135
FL: 29,3 mm
Peso: 287 g

L´unico problema é: A. uterina destra: notching; Pl: 1,56; RI: 0,71.
Il medico mi ha detto che non é cosí grave, ma che devo ripetere due controlli rispettivamente tra 2 e 4 settimane. Tutto il resto va bene.

Cosa ne pensa? C'é qualcosa che posso fare per non peggiorare la situazione della placenta? E´ alto il rischio che il bambino ad un certo punto non riceva piú il dovuto nutrimento?

Grazie ancora per la disponibilitá.
Colgo l'occasione per augurarle buon Natale!

[#3]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
E' importante seguire la crescita nel tempo, con ecografie ogni 2-4 settimane (a seconda del parere del medico) complete di flussimetria.
Il rischio che la crescita possa rallentare esiste, come anche in chi cresce al 50° centile.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#4] dopo  
Utente
Ok, grazie! Le faró sapere!

[#5] dopo  
Utente
Gentile Dott.ssa Pontello,

vorrei aggiornarLa sulla situazione: qualche giorno fa, ho fatto un controllo per verificare la crescita del bimbo e per monitorare il notching, e le notizie sono positive :-)

Prima di tutto, il notching non c'è più! Per quanto riguarda la crescita, non so le misure, però la ginecologa dice che va bene: il bimbo è geneticamente piccolo ma normale, dato che anche io sono minuta.
Ma quando sono nata, non ero piccola (51cm; 3,4 kg); quindi mi chiedo perchè il bambino, anche se da grande non sarà un gigante, sia piccolo già adesso in utero. Il prossimo controllo è tra una settimana circa.

In poche parole, la mia curiosità è questa:
un bambino che in utero cresce, per esempio, al 10 percentile, continuerà a crescere al 10 percentile anche dopo la nascita? O non c'è relazione tra le due fasi?

Grazie!

[#6]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non glielo so dire di preciso, andrebbe chiesto ai pediatri.
Mi tenga informata sul proseguo, se vuole.




Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#7] dopo  
Utente
Gentile Dott.ssa Pontello,

ho di nuovo buone notizie!
Oggi (24+0) ho rifatto il controllo e va tutto bene.
Flussimetria fetale e placentare ok.
Lunghezza cervice: 46,7 mm
Biometria:
BPD: 58,6
FOD: 75,7
HC: 211,0
ATD: 55,7
AC: 177,0
FL: 40,4
Peso: 544 g
Dal grafico che è stampato sul referto, mi sembra che i valori si aggirino intorno al 20 percentile.

L’unica cosa da tenere sotto controllo riguarda lo zucchero: 3+. Per questo farò il test del glucosio al prossimo controllo.

Infine, una cosa fastidiosa ma credo innocua, è che spesso durante l'ecografia interna, che la mia ginecologa fa sempre per vedere meglio il collo dell'utero, mi esce sangue a causa dell'ectopia cervicale. C'è il rischio che questo sangue possa in qualche modo disturbare la gravidanza? Dovrei evitare i rapporti?

Grazie e buona giornata!

[#8]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non ci dovrebbero essere problemi per i piccoli sanguinamenti creati dalla sonda transvaginale, per i rapporti deve chiedere al suo medico.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#9] dopo  
Utente
Cara Dott.ssa Pontello,

ancora non so se ho il diabete gestazionale perchè il test è previsto tra due settimane circa. Ma avrei una domanda su quello che mi è successo stanotte.

E' iniziato tutto con brividi di freddo, tremavo e mi battevano i denti. Non avevo nè mani nè piedi freddi, e non sudavo freddo. Ma non riuscivo a riscaldarmi neanche con il termosifone acceso, con 3 coperte di sopra e con due borse dell'acqua calda accanto. Dopo un'ora finalmente mi sono riscaldata, ma mi è salita anche la febbre a 38,6° e ho rimesso qualcosa tipo acqua (succhi gastrici?). Facendo impacchi di acqua fredda, dopo circa due ore, la febbre è scesa e adesso non ne ho più; a parte il mal di testa e il sonno, sto bene. Non ho neanche tosse, raffreddore, mal di gola o mal di pancia nè nausea, quindi non penso di avere l'influenza. Ma non capisco cosa possa essere stato! Prima ero andata in piscina e stavo bene. A cena ho mangiato leggero e mi sono coricata dopo tre ore dal pasto.

Ho paura di avere qualche infezione. Sono immune al CMV, mentre non ho gli anticorpi per la toxoplasmosi. Anche se non credo proprio di aver mangiato qualche cibo "pericoloso", potrebbe trattarsi di toxoplasmosi o listeriosi? Cosa mi consiglia di fare?

Grazie tante per la Sua disponibilità!
Buona domenica

[#10]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
non sarà stato niente di particolare, ma contatti il suo medico.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#11] dopo  
Utente
La mia ginecologa mi fa fare il test giovedì. Penso che si riferisca al test per la toxoplasmosi. Esistono anche dei test per listeriosi e salmonellosi?
E questi test sono in grado di identificare un'infezione così fresca? Non so se da sabato, quando sono iniziati (e anche finiti) i sintomi, a giovedì, quando farò il test, è un tempo sufficiente.
Grazie ancora!

[#12]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gli anticorpi si sviluppano a partire da due settimane dopo l'infezione.
La toxo di solito è asintomatica nell'adulto, la listeria è una infezione molto grave e rarissima e non credo che ci sia la necessità di testarla. Non conosco test relativi alla salmonellosi, che comunque dà interessamento gastrointestinale che nel suo caso non c'è stato.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#13] dopo  
Utente
Grazie per la risposta! Spero tanto che non sia niente di tutto questo...
Buona serata

[#14]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Infatti... sarà stata una "frescata" :)
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#15] dopo  
Utente
Cara Dott.ssa Pontello, mi scusi se torno sullo stesso argomento, ma mi è venuto un altro dubbio: nella sua risposta del 29 gen. scrive che la salmonellosi dà interessamento gastrointestinale; il fatto di rimettere succhi gastrici non è da considerarsi "interessamento gastrointestinale"?
Oltre al test per la toxoplasmosi, la mia ginecola mi ha prescritto anche l'esame delle feci. Le faccio sapere non appena avrò i risultati!
Grazie e buon week-end!

[#16]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Diarrea comunque no, mi ricordo bene?
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#17] dopo  
Utente
Esatto, diarrea no

[#18] dopo  
Utente
Cara Dott.ssa Pontello,
dalla visita di oggi è risultato tutto ok, anche la flussimetria fetale e placentare, ma mi sento sempre dire: "il bambino è piccolino, ma cresce". Cioè l'incremento c'è, ma sempre piccolo resta. Purtroppo non ho le misure, quando ho chiesto il peso, mi è stato detto ca. 700 gr.
Non è troppo poco per la 27. settimana? Nella 23. ne pesava 544.
Non c'è niente che faccia pensare ad anomalie cromosomiche (nè all'epoca della NT, nè ora), ma non so se sia ugualmente il caso di fare un'ecografia di II livello. Che ne pensa?
Grazie!

[#19]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Se l'ecografista ha detto tutto ok, starei tranquilla.
L'eco di secondo livello andrebbe cmq fatta, perchè in tutti i casi di bambini piccoli occorre fare anche la flussimetria.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#20] dopo  
Utente
La ringrazio moltissimo per la Sua disponibilità!

L’ultima ecografia è stata fatta dalla mia ginecologa (DEGUM I), che fa ecografie di screening di I livello, ma controlla anche la flussimetria! Quindi, se l'importante è fare la flussimetria, a prescindere dalla qualifica del medico, possono bastare i controlli della mia ginecologa? O devo far fare un'ecografia diagnostica con flussimetria da un medico di II livello (DEGUM II)?

Scusi, ma vivo all’estero e a volte è difficile capire cosa corrisponde a cosa, dato che il sistema non coincide esattamente con quello italiano.

[#21] dopo  
Utente
Gentile Dott.ssa Pontello,

sono di nuovo preoccupata per la crescita del bambino. Oggi ho fatto il III screening a 29+2, e queste sono le misure:

BPD: 70
HC: 264
AC: 220
FL: 54

A parte il femore, che è nella norma, le altre misure sono tutte di una o due settimane indietro. Il doppler fatto dalla mia ginecologa era ok. Esame delle urine, GCT, ferro, ph, CTG, collo dell'utero tutto apposto.

La ginecologa ha scritto "sospetto di IUGR" e mi ha fissato un appuntamento in clinica tra una settimana per controllare la crescita e per fare un nuovo doppler. Ma i medici che mi hanno visitata finora in clinica, eccetto quello che ha eseguito la misurazione della NT, sono tutti di livello I, proprio come la mia ginecologa, quindi non so quante informazioni nuove possano venir fuori da questa visita...

Mi è stato detto anche che dovrei evitare di stressarmi, cosa un pò difficile dato che lavoro ancora e che devo finire di scrivere la tesi di master! Per questo, anche se non l'ho chiesto io, la ginecologa mi ha voluto fare un certificato di malattia di due settimane.

E' vero che sono stressata, ma quanto può influire lo stress sulla crescita del bambino? E cosa pensa delle misure che ho riportato?

Grazie infinite!
Cari saluti

[#22]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

se il bambino cresce meno, è importante stare il più possibile a riposo.
Sarebbe opportuno un controllo di secondo livello, anche se molti ecografisti di primo livello sono molto bravi.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#23] dopo  
Utente
Cara Dott.ssa Pontello,
ieri (30+2) ho rifatto il controllo con doppler ed è risultata un'alta resistenza in entrambe le arterie uteroplacentari (a sinistra con notch, a destra senza). Il bambino pesa 1250 g (che secondo il grafico che mi ha stampato il ginecologo, corrisponde a <3 percentile!) - le ricordo comunque che è sempre stato piccolino - ma è molto attivo e i medici continuano a dire che è semplicemente piccolo di costituzione e che nulla fa pensare ad anomalie cromosomiche. Adesso devo fare i controlli ogni settimana...
- Pensa che sia possibile arrivare ugualmente alla 40. settimana e fare un parto naturale?
- In quali casi si decide di procedere con il cesario?
- Facendo i controlli settimanalmente, c'è il rischio che, a causa dell'insufficienza placentare, il bambino muoia in utero o che nasca con problemi?
Sono veramente preoccupata...
Grazie per il Suo aiuto!

[#24]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

in casi come il suo è opportuno farsi seguire presso un centro di secondo/terzo livello, dove possano prendere in carico tutta la situazione, sia materna che fetale.Infatti lei deve eseguire ecografia di secondo livello ogni 2 settimane, completa di flussimetria, oppure tutte le settimane se l'eco mostrasse delle anomalie nei flussi o nel liquido amniotico. Il centro dovrà valutare il momento ideale per far nascere il suo bambino. Alcuni centri, se va tutto bene, arrivano a 37-38 settimane e poi fanno partorire, in altri, se le condizioni lo permettono, si arriva a 40 settimane. E' impossibile al momento fare alcun tipo di previsione, l'unica cosa si faccia seguire in un centro adeguato.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#25] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta! In realtà mi trovo in una città con un reparto di ginecologia che è tra i migliori in Germania, quindi da questo punto di vista mi sento in buone mani. Magari la prossima volta chiederò espressamente di farmi seguire da un ecografista di II livello, e possibilmente sempre dallo stesso, anche se dovrò pagare nel caso in cui la mia ginecologa non autorizzasse la richiesta. Spero che si risolva tutto per il meglio senza brutte conseguenze, perchè adesso oltre al pensiero di un IUGR e di un eventuale cesario, mi sta venendo sul serio la paura che il mio bambino non sia sano... La terrò aggiornata. Grazie ancora!

[#26] dopo  
Utente
PS: la flussimetria fetale era nella norma, il liquido amniotico anche, e il tracciato pure.

[#27]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ottimo! Mi tenga informata sugli sviluppi!
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#28] dopo  
Utente
Cara Dott.ssa Pontello,
scrivo per aggiornarLa sulla situazione. Oggi ho fatto ecografia e flussimetria con un medico di II livello e sembra essere tutto sotto controllo. Anatomicamente va benissimo, anche questo medico ha concluso che il bambino è piccolo semplicemente per un fattore costituzionale (oggi a 32+3 il peso stimato è di 1462 g = <3. P.), ma che la crescita va ugualmente monitorata con controlli ravvicinati... La cosa positiva è che, mentre due settimane fa c'era un Notch, ora non c'è più. La flussimetria sia materna che fetale è nella norma. Secondo il medico, se il bambino continuerà a crescere a questo percentile senza incidenti di percorso e nascerà veramente alla 40. settimana, potrebbe arrivare a 2800 g. E' un peso tanto basso? E' così raro che i bambini siano così piccoli? Grazie!
Buona serata e buon week-end

[#29]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

le stime del peso sono di per sè approssimative, e non si possono fare proiezioni a distanza. Di sicuro non sarà un gigante quando nascerà, ma l'importante è che continui a crescere secondo la sua traiettoria.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#30] dopo  
Utente
Gentile Dott.ssa Pontello,

ogni tanto mi tornano le preoccupazioni, adesso ho delle domande che mi ronzano per la testa riguardo la lunghezza del femore e la circonferenza addominale.

Prima la aggiorno riportando le misure biometriche dell’ecografia di oggi, a 35+2:
BPD: 88,2
HC: 303.3
AC: 273,5
HC/CC: 1,109
FL: 63,4
Peso: 1969
Per quanto riguarda flussimetria fetale, stato della placenta, liquido amniotico, lunghezza cervice e tracciato va tutto bene. La flussimetria materna non è stata controllata, ma dagli ultimi esami andava bene. Nella diagnosi c’è scritto: feto SGA con crescita costante.

Però ci sono appunto due valori che mi preoccupano:
1) la crescita del femore. Oggi ho chiesto all'ecografista se l’accrescimento delle ultime settimane fosse nella norma e la risposta è stata “il valore di oggi è nella norma”, e questo lo vedo anche io dal grafico… Infatti la mia domanda era un’altra e riguardava l’andamento della crescita e non il singolo valore di oggi… Dalle tabelle vedo che la FL dovrebbe aumentare di 2mm a settimana, invece nel nostro caso ho l’impressione che la crescita sia più lenta: 54mm a 29+2; 58mm a 31+2; 60mm a 33+2; 63mm a 35+2.
Cosa ne pensa? Ho paura che il bambino possa avere l'acondroplasia. Si può capire dalle ecografie?

2) La AC è il valore che più si discosta dalla norma, e questo senza che ci sia insufficienza placentare. Quindi non capisco il perchè. Né la mia ginecologa, né i vari medici della clinica, né il medico di II livello sospettano un’anomalia genetica. Può essere che il bambino sia semplicemente magro? Ma così magro? E il rapporto HC/CC è normale?

3) Se nei prossimi controlli la crescita continua costantemente e la flussimetria si mantiene buona si potrà aspettare fino alla 40. settimana per il parto?

Mi scusi per le tante domande, che sono forse anche un po’ troppo specifiche, ma spero tanto che potrà rispondere ugualmente, almeno in parte.

Moltissime grazie!

[#31]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

le valutazioni della crescita, e quindi buona parte delle domande che mi ha posto, possono essere risposte solo da chi ha eseguito l'ecografia e dal medico che la segue.
L'addome piccolo può anche essere costituzionale, l'esame della placenta dopo il parto confermerà questa eventuale ipotesi.
Il parto viene deciso dall'ospedale in cui partorirà, se lo reputeranno possibile, la faranno arrivare a termine, ma è troppo presto anche per loro per fare ogni tipo di ipotesi.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#32] dopo  
Utente
Gentilissima Dott.ssa Pontello,

La ringrazio per la risposta! Capisco perfettamente quello che vuole dirmi, il problema è che i medici che mi fanno i controlli in clinica sono sempre diversi, quindi ogni medico si esprime sempre sull'ecografia fatta quel giorno e non sull'evoluzione, anche se poi il computer mettendo i risultati di tutti gli esami uno dopo l'altro, fatti da operatori diversi, "testimonia" che il bambino cresce.

Se considero esclusivamente le misure prese dalla mia ginecologa di sempre, finora la crescita è buona secondo lei, anche se ai limiti inferiori. Il dubbio mi è venuto perchè nella settimana 29+2, il femore misurava 54 mm, a 31+2 era 58 mm e a 33+2 era 60 mm; queste tre misure sono state prese dalla stessa persona, e se è vero che il femore, a prescindere dal percentile di crescita, dovrebbe aumentare ca. 2 mm a settimana, penso (ma sottolineo penso nella mia ignoranza) che tra la 31. e la 33. settimana ci sia stato un rallentamento. A meno che non capiti anche allo stesso ecografista di prendere le misure una volta in un modo e una volta in un altro.

Vorrei sapere se a quest'epoca gestazionale si può scoprire l'acondroplasia e se il fatto che il femore aumentati di 2mm in due settimane anzicchè in una, possa essere un indizio o se non centra niente.

Ancora tante grazie!

[#33] dopo  
Utente
Gentile Dott.ssa Pontello,

oggi niente domande, anzi volevo dirLe che ho chiarito un paio di cose durante l'ultima visita con la mia ginecologa e sono molto più tranquilla. Il femore tra l'altro ha recuperato e ieri (36+2) misurava 68mm.

La terrò comunque aggiornata!

A presto

[#34]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

consideri che le misure non sono matematiche, ma hanno una buona dose di variabilità, anche se eseguite dallo stesso operatore. Si attenga quindi al commento finale dell'ecografia, e non cerchi di spulciare il referto in cerca di qualcosa che non debba andare bene. Questa ansia non fa bene nè a lei nè al suo bambino.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#35] dopo  
Utente
Cara Dott.ssa Pontello,

Josef è nato il 9 maggio, 2870 g, 48 cm! Dopo un inizio un pò difficile, il 16 siamo potuti tornare finalmente a casa. Adesso stiamo bene e siamo felicissimi :)

Grazie mille per le tante spiegazioni e rassicurazioni! Buon lavoro!

[#36]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ottimo!!!! :)))
Complimenti a tutta la famiglia!!!!
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#37] dopo  
Utente
Gentile Dott.ssa Pontello,
torno a scriverLe per chiedere un consulto dato che a un mese e mezzo dal parto ho ancora bisogno di prendere l’antidolorifico. Premetto che ho avuto lacerazione vaginale e delle piccole labbra, in più episiotomia; il bambino è nato con l’aiuto della ventosa ostetrica. I punti si sarebbero dovuti dissolvere da soli, ma non è successo… così la settimana scorsa li ha tolti la mia ginecologa e avevo trovato un po’ di sollievo, tanto che quel giorno non ho preso l’antidolorifico, ma il giorno dopo sono ricominciati i dolori. Prima di togliere i punti, il dolore era localizzato lungo la sutura a sinistra; adesso invece, oltre al dolore al perineo, ho un dolore generalizzato su tutta la vulva, un po’ come un livido, come se avessi una molletta attaccata lì che mi stringe. Può essere normale? Da cosa può dipendere? L’ostetrica che viene a casa mia pensa che la cucitura sia storta… in effetti ho notato che una delle piccole labbra è diventata più corta dell’altra e la commissura labiale tende a sinistra. Invece la mia ginecologa non ha detto niente in merito alla “qualità” della sutura; ha detto che si è trattato di un taglio grande e che il dolore era dovuto in parte ai punti che tiravano e che togliendo i punti piano piano dovrebbe tornare tutto a posto.
Mi piacerebbe avere il Suo parere.
Grazie!

[#38]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
20% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

è difficile darle un parere senza poterla visitare.
E' certo che dopo interventi sulla vulva può residuare dolore, per un tempo più o meno lungo.
Potrebbero essere utili massaggi locali, ad esempio con olio di iperico.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi