Attivo dal 2012 al 2017
Buongiorno dottori,
a causa di una vaginosi batterica il ginecologo mi ha dato come terapia le compresse vaginali "Fluomizin" (principio attivo dequalinio cloruro) , una compressa da inserire ogni sera prima di coricarsi, e le lavande "ginenorm" una ogni mattina.
A parte il piccolo shock di inserirsi in vagina non i soliti ovuli ma una compressa dura come la pietra, il punto è che la mia domanda "ma come farà mai a sciogliersi?" ha trovato risposta: la compressa non si è sciolta. L'ho inserita molto profondamente in vagina ma stamattina, non trovando il minimo residuo sul salvaslip, ho avuto sospetto che non si fosse sciolta, infatti controllando è così...La compressa è giusto inumidita ma è ancora là. La mia domanda è: è normale? E' anche vero che l'ho inserita tardi, verso le 3 del mattino, forse deve ancora sciogliersi? Ma se non s'è ancora sciolta, la lavanda cosa la faccio a fare?
Confido in vostra gentile risposta, la situazione mi inquieta :D Grazie!

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' utile inumidire le compresse vaginali per facilitare lo scioglimento delle stesse.
mi permetto di contestare la lavanda vaginale , perchè non ha senso eseguirla perchè va a rimuovere il principio attivo (dequalinio cloruro) che deve agire per 24 ore sino all'inserimento della compressa vaginale successiva.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Attivo dal 2012 al 2017
Ma infatti anche sul foglietto c'è scritto di non fare lavande. Quindi smetto di farle ogni mattina? Grazie per la risposta!

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Perfetto
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI