Utente 326XXX
Buongiorno,
Ho avuto una gravidanza "prematura" nel 2009, con bambina nata di 1,5 Kg a 32 settimane, quindi con notevle ritardo di crescita, dovuto ad insufficienza placentare e placenta previa (la nascita non e' catalogata come prematua nei tempi ma lo e'stato di fatto, con la bambina ricoverata per oltre un mese - per fortuna senza esiti). Siamo dibattuti nell'avere un secondo figlio.
Vorrei sapere queli sono i pericoli di recidiva in previsione di una seconda gravidanza, gli esami da fare prima di essa ed eventuali precauzioni da prendere.
Dopo quello che abbiamo passato, senza un minimo di rassicurazioni, non abbiamo minimamnete intenzione di intraprendere questa nuova avventura.
La prima gravidanza e' stato un vero incubo dai 5 mesi in poi.

Grazie

[#1]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Dovrebbe riferire se furono stabilite le cause della insufficienza placentare di cui parla (eventuali flussimetrie)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2] dopo  
Utente 326XXX

Grazie per la risposta.
Con rammarico le cause esatte non sono mai state stabilite con certezza.
Di sicuro il flusso di sangue che arrivava al feto era ai limiti dell' insufficienza. Credo anche il cordone ombellicale fosse coinvolto. La bambina ha rischiato di dover nascere a 5 mesi, con ritardo di crescita. Poi e' avvenuto un mezzo miracolo che ci ha fatto andare avanti per i 3 mesi successivi...
Di piu' non so.
Ho 40 anni.

Resto in attesa gentile riscontro.

Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Non conoscendo le cause dell'insufficienza placentare è impossibile stabilire se il problema si ripresenterà. Bisognerà valutare l'opportunità di cominciare una terapia antiaggregante, controllare con flussimetria i flussi sia fetali che materni, controllare la pressione sanguigna, valutare l'assetto ormonale tiroideo....
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#4] dopo  
Utente 326XXX

OK Grazie.
potrebbe elencarmi gli esami da fare PREVENTIVAMENTE ?

Saluti

[#5]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Bisognerebbe valutare i fattori coagulativi (eventuali mutazioni genetiche) che le potrà prescrivere il suo ginecologo
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"