Oligomenorrea

Gentili dottori,
ho 22 anni e non ho mai usato la pillola anticoncezionale, ma ho sempre avuto un ciclo regolare di 28/30 giorni, fino a 6 o 7 mesi fa. In quest'ultimo periodo il ciclo è molto irregolare: un mese dura 38 giorni, uno 45 e così via. Tra le mie penultime e ultime mestruazioni sono passati ben 67 giorni, quindi il mio medico di famiglia mi ha prescritto un'ecografia pelvica (che ha rilevato delle microcisti a carico dell'ovaio destro) e delle analisi ematiche da fare durante il flusso mestruale; questi sono i risultati:

F.S.H. 6,27 mlU/ml Valori di Riferimento FASE FOLLICOLARE 2.5-10.2
L.H. 1,66 mUl/ml Valori di Riferimento FASE FOLLICOLARE 1.9-12.5
17 BETA ESTRADIOLO 49,90 pg/ml Valori di Riferimento FASE FOLLICOLARE 18.9-246.7
ESTRONE 35,0 pg/ml Valori di Riferimento 32,5-154,8
PROGESTERONE 0,39 ng/ml Valori di Riferimento FASE FOLLICOLARE 0.15-1.4
TESTOSTERONE LIBERO 2,00 pg/ml Valori di Riferimento 0,00-3,20
17 OH PROGESTERONE 0,76 ng/ml Valori di Riferimento FASE FOLLICOLARE 0.32-1.47
PROLATTINA 21,37 ng/ml Valori di Riferimento 2.8-29.2
TSH 3,43 mU/ml Valori di Riferimento 0.47-5.01
FT3 3,21 pg/ml Valori di Riferimento 1.68-4.2
FT4 1,27 ng/dl Valori di Riferimento 0,71-1,85

Il suddetto medico ritiene che sia tutto nella norma e che probabilmente l'oligomenorrea sia dovuta allo stress (non credo di essere stressata) o ad una cattiva alimentazione. Per quanto riguarda l’alimentazione, ci tengo a dire che sono normopeso, ma mangio male (molti carboidrati e poche proteine e verdura) da sempre; dunque mangiavo male anche quando il mio ciclo era regolarissimo. Perché il problema di sarebbe presentato solo adesso? . Voi cosa ne pensate?
Vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte e vi pongo i miei cordiali saluti
[#1]
Dr. Silvia Lovergine Ginecologo 1,7k 37
Gli esami sono nella norma anche se l'aspetto dell ovaio appare microcistico ma ciò di per sé non indica nulla. In questi casi si ritiene probabile ,non sussistendo alcuna causa organica ed ormonale, che sia un problema dis funzionale transitorio che spesso rientra da sé senza fare nulla. Per ora quindi le consiglio, avendo eseguito hli accertamenti dovuti, di attendere e monitorare la situazione nei prossimi mesi.

Dr. Silvia Lovergine

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottoressa,
la ringrazio della sua pronta risposta e vorrei chiederle se fa differenza il fatto che, in realtà (ho fatto meglio il calcolo), i mesi di irregolarità sono 10.
Anche adesso ho un "ritardo"; infatti le ultime mestruazioni le ho avute il 21 febbraio. Vorrei poter risolvere il problema, senza dover prendere la pillola.
Comunque, se anche lei, come il mio medico, ritiene che la cosa migliore sia aspettare che si regolarizzi da solo (nonostante la cosa vada avanti da quasi un anno), farò così.
P.s.
Voglio infine precisare che, quando arrivano, le mestruazioni sono regolari sia nel flusso che nella durata (mediamente 5 giorni). Dunque solo il ritmo è irregolare.
Cordialmente
[#3]
Dr. Silvia Lovergine Ginecologo 1,7k 37
Come lei stessa dice non è il caso di assumere la pillola a meno che non vi sia la necessità a scopo anticoncezionale per cui la condotta di attesa sembra essere la strada migliore da percorrere al momento è stia tranquilla anche se è trascorso un anno poiché non c'è stata totale amenorrea ma solo cicli più ritardati
[#4]
dopo
Utente
Utente
Va bene! Vorrà dire che mi rassegnerò al fatto di non sapere la causa del problema e conviverò, spero non per molto, con questo ciclo imprevedibile. Poi, nel caso dovesse presentarsi l'amenorrea, farò ulteriori indagini.
La ringrazio per la sua cortesia.
Saluti

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test