Utente
Buongiorno,
vorrei avere cortesemente una vostra opinione circa i risultati del bitest+tn che ho effettuato a 12 settimane,perchè nonostante il rischio combinato per T21 rilevi un basso rischio e quindi in linea generale non venga consigliato di procedere con esami invasivi, io sono piuttosto allarmata soprattutto per quanto riguarda i risultati del test biochimico :

Età:38 anni
Età gestazionale: 12+2 (in realtà 12+4, biometria in accordo, ma nel referto finale 12+2)
Tn:1.1 mm Mom tn:0.70
Crl:60.5 mm
Dbp:20 mm
Feto dotato di Bcf e Maf,visualizzati:linea mediana plessi corioidei,parete addominale,stomaco,vescica,quattro arti.
Circa l’osso nasale non è stato riportato niente ma è stato comunque visualizzato.

Papp-a: 4.4 mlU/ml Mom corretta 1.26
Free Beta hcg: 93.3 mlU/ml Mom corretta 2.35

Indici di rischio:
Rischio per età: 1/125
Indice rischio biochimico per trisomia 21: 1/155
Rischio combinato trisomia 21:1/820
Rischio combinato trisomia 18:1/10000

Soprattutto il valore delle free beta hcg mi sembra piuttosto alto, dato che il range dovrebbe essere 0.5-1.5 Mom…sto valutando la possibilità di fare un’amniocentesi dato che adesso sono di 16+6.I risultati del test biochimico potrebbero presagire un problema cromosomico o altro?
Ringrazio in anticipo per lacortese risposta.

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Il Bi-Test ha fatto bene a farlo, in aggiunta al mero calcolo del rischio legato alla sua età (over 35). In altre parole, il Bi-Test l'ha fatto (e bene) anche se avrebbe già dovuto essere avvertita del fatto che l'Amniocentesi sarebbe stata indicata in virtù del fatto di avere 38 anni.
Il calcolo del rischio biochimico è risultato anomalo per un incremento dei valori della free-Beta-HCG.
Questo non toglie, ma aggiunge valore all'indicazione all'amniocentesi che già avrebbe dovuto avere per la questione dell'età anagrafica.
Conclusioni: faccia l'Amniocentesi richiedendo due tipi di lettura del materiale; quella in fluorescenza in situ (FISH) e quella completa. La prima Le dirà i risultati riguardo i cromosomi 13, 18, 21 e sessuali in 3 o 4 giorni; la seconda il resto di eventuali anomalie.
Un invito, comunque, alla tranquillità.
Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dottore per la sollecita risposta, avrei da porLe un ulteriore quesito: ho contratto la candida poco tempo fa che ho curato con un antimicotico in crema, non ho non ho però effettuato un successivo tampone per verificare che non fosse più presente tale batterio, nel caso in cui non fosse stato completamente debellato ci potrebbe essere un pericolo di infezione del liquido amniotico in seguito all' amniocentesi?

[#3]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La Candidosi è una infezione micotica che, se presente, si fa sentire, come sicuramente avrà già provato. Per cui, se dopo la terapia antimicotica instaurata, i sintomi sono scomparsi è verosimile, molto verosimile che sia passata anche l'infezione.
Può stare, quindi, ragionevolmente sicura: non vi è alcun rischio per l'Amniocentesi legata a questa specifica condizione.
Auguri.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
ho eseguito l'amniocentesi Lunedì 29 Settembre e mi sono state prescritte 2 bustine di Polimag Fast al giorno per evitare eventuali contrazioni. Vorrei sapere se è possibile che tale integratore possa avere effetti lassativi, dato che da 3 giorni ho episodi di diarrea (una volta al giorno, al risveglio) e sporadiche fitte nella quadrante inferiore/sinistro, oppure è il caso di allarmarsi perchè possibile sintomo di un' infezione intestinale.Preciso che non mi è stato prescritto alcun tipo di antibiotico per prevenire eventuali infezioni.
In attesa di sua cortese risposta pongo cordiali saluti.

[#5]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Le terapie da associare all'amniocentesi sono appannaggio del Centro o del Collega che la esegue.
Il magnesio può avere effetti lassativi.
Per determinare quanto alla diarrea e quanto ad eventuali contrazioni sono legati i dolori che avverte, sarebbe bene richiedere la consulenza del Ginecologo curante.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli