Utente 415XXX
Il 28 maggio ho avuto un rapporto col mio ragazzo e durante l'atto il preservativo si è rotto ma ce ne siamo accorti in tempo e lui non ha avuto l'orgasmo. Ho pensato che non fosse il caso di prendere la pillola del giorno dopo poiché era il primo giorno dopo la fine delle mestruazioni e perché avevo già dovuto prendere la pillola circa sei mesi fa per un'altra rottura di cui ci siamo accorti solo ad atto concluso. Il mio ciclo è tutt'altro che regolare ma 'ultima mestruazione l'ho avuta il 18 aprile e quindi sono passati 40 giorni e ancora non mi vengono. Ho 12 giorni circa di ritardo... spesso mi è venuto con una settimana di ritardo ma mai dopo così tanto tempo. Inizialmente ho pensato che il ritardo fosse causato dallo stress per gli esami di maturità della settimana scorsa o dal fatto che ho perso molto peso, precisamente 8 chili in un mese e mezzo. Non ho alcun sintomo della gravidanza, forse un po di nervosismo che ovviamente attribuirei agli esami, ma ora sto iniziando davvero ad allarmarmi perché non solo non mi viene il ciclo ma mancano anche i dolori al basso ventre che avverto sempre due o tre giorni prima che mi venga il ciclo e quindi capisco da ciò che non mi verrà nemmeno tre due/tre giorni. Penso di fare un test domani e sono molto agitata, e nel caso non saprei cosa fare, non vorrei abortire e il mio ragazzo mi sosterrebbe sicuramente, ma non avrei al momento le possibilità per crescerlo quindi sono disperata, so che deluderei immensamente la mia famiglia e chi mi vuole bene per non parlare della carriera universitaria che mi apprestavo ad intraprendere. Sono sempre super scrupolosa, mai avuto un rapporto senza preservativo e faccio sempre la massima attenzione ma a quanto pare non basta. Nel caso non fossi incinta mi sa che in futuro dovrò ricorrere ad altri metodi contraccettivi ma la pillola so che può avere effetti collaterali, potrei dimenticare di prenderla e inoltre i miei rapporti sessuali sono così sporadici che sarebbe inutile prendere un farmaco tutto il mese per un solo rapporto o anzi nessuno! Ho sentito parlare anche dell'anello contraccettivo, è migliore? Cosa mi consigliate di fare? sono disperata

[#1] dopo  
Dr.ssa Giulia Barile

28% attività
4% attualità
8% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2016

Cara amica, spero che nel frattempo tu abbia avuto le mestruazioni, anche se forse sei in pieno nel ciclone maturità. Da quanto racconti escluderei una gravidanza ma ritengo sia utile per te affrontare la tua situazione ciclo e la tua ansia " gravidanza" affidandoti ad un/una brava collega per non rischiare di vivere la sessualità, momento importante nel rapporto con il tuo ragazzo, che dalle tue parole sembra essere una bella persona, con un'ansia eccessiva. L'ansia degli esami e la forte diminuzione di peso possono giustificare l'amenorrea.
L'anello è una contraccezione ormonale, pari alla pillola, solamente con una diversa modalità di somministrazione,
Buona vita
Dr.ssa Giulia Barile

[#2] dopo  
Dr. Angelo Francesco Filardo

16% attività
0% attualità
0% socialità
FOLIGNO (PG)

Rank MI+ 16
Iscritto dal 2014
Anch'io dalla descrizione fatta dall'Utente penso che ci troviamo di fronte ad una irregolarità del ciclo mestruale legata allo stress ed al rapido dimagramento, situazione quest'ultima in particolare che va valutata attentamente. Per quanto riguarda l'irregolarità del ciclo mestruale il suggerimento più appropriato, che io darei alla nostra Interlocutrice, sarebbe quello di imparare a riconoscere la propria "potenziale fertilità" e la "non fertilità" attraverso l'uso del Metodo Billings, che può imparare presso una delle Insegnanti del Metodo presenti sul suo territorio (vedi sul sito CICRNF - Insegnanti) ed avere così non solo le informazioni necessarie per poter capire quando evitare i rapporti sessuali se si vuole evitare la gravidanza, ma anche il monitoraggio quotidiano della sua situazione ormonale - senza costi, senza prelievi e senza sottoporsi quotidianamente ad ecografie -, che farà diminuire la sua ansia e permetterà di stabilire con più appropriatezza il momento in cui fare eventuali dosaggi ormonali e/o altri eventuali accertamenti.
Le auguro una ogni bene e tanta serenità
Angelo Francesco Filardo
Dr. Angelo Francesco Filardo