Utente 627XXX
Salve,
vorrei sapere quale è la probabilità che un uomo prenda l’ureaplasma facendo sesso orale attivo ad una donna che è risultata positiva? Che conseguenze ha nel cavo orale? Con quale esame si può diagnosticare nel cavo orale? Si può quindi trasmettere attraverso semplici baci? Se è nel cavo orale può ‘migrare’ ai genitali?

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se non ci sono segni di stomatite o altro nessun problema.
Un tampone oro-faringeo potrebbe risultare utile per una diagnosi più sicura.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 627XXX

Il tampone deve essere prescritto da uno specialista? Mi sono informata e di solito con il tampone oro-faringeo non cercano l’ureaplasma.
Con il suo “se non ci sono segni di stomatite o altro” vuole dirmi che la trasmissione orale è meno probabile? Che è più difficile? Che ha sempre una sintomatologia?
Ancora una domanda: è possibile avere l’ureaplasma nella cervice e non in vagina? Grazie mille