Utente 498XXX
Buonasera, ho 31 anni e da circa 5 il ciclo si è ridotto da 28 a 24 giorni che, avendo da sempre una mestruazione molto abbondante e di durata di 7 giorni, mi porta ad avere le mestruazioni praticamente 15 giorni al mese. In concomitanza ho avuto una importante perdita di capelli e la comparsa di alcuni peli in zona mento. Questi cicli non mi hanno provocato problemi quali anemia, carenze di ferro, dolori o altri disturbi, però rappresenta sicuramente un disagio. Oltre al fatto che da circa un anno e mezzo sono seguita dall'ematologia per una leucopenia isolata ma abbastanza importante, con valori che oscillano tra circa 1900-2000 leucociti durante le mestruazioni, 3000 nei giorni precedenti l'inizio di un nuovo ciclo. Ad oggi non è stata trovata una causa alla leucopenia mentre i ginecologi consultati riguardo al problema del ciclo mi hanno detto che potrebbe essere dovuto allo stress. All'ecografia pelvica non si riscontrano anomalie. Per quanto riguarda i dosaggi ormonali gli ultimi fatti al 4 giorno del ciclo:FSH 7,5 mUI/ml - LH 7,2 mUI/ml- ESTRADIOLO 54 pg/ml - prolattina 558,2 uUI/ml - TSH 1,94 uUI/ml - FT3 2,7 pg/ml - FT4 13,7 pg/ml. Da qst esami mi è stato detto che risulta tt normale, tranne leggermente la prolattina che però mi hanno detto potrebbe essere dovuta allo stress dello stesso prelievo. Da un'altra ginecologa mi è stato detto che i valori ormonali, di FSH in particolare, non erano ottimali per la mia età e che, data la polimenorrea, la leucopenia (per la quale, nonostante non si sia trovata una causa, si è ipotizzata per esclusione, specie all'inizio, una possibile manifestazione di autoimmunitá) bisognerebbe indagare ulteriormente per escludere un precoce esaurimento della riserva ovarica. Vorrei avere un consiglio su come comportarmi sulle eventuali ulteriori indagini da fare viste le idee poco chiare da tt gli specialisti da me consultati per i diversi problemi, se è possibile una correlazione tra le due problematiche (leucopenia- polimenorrea) e se è il caso di dover ricorrere a una terapia per ottenere una regolarizzazione dei cicli, oppure se come mi viene detto si tratta solo di stress e devo adattarmi a qst situazione.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Per non influenzare l'esito dei suoi esami le proporrei l'inserimento di uno IUS ( intra uterine system) al levonorgestrel per ridurre la polimenorrea con recupero della riserva marziale (ferro )
La determinazione della AMH (ormone anti mulleriano ) per valutare la sua riserva ovarica non è utile in quanto lei mestrua normalmente e quindi non si può parlare di pre-menopausa o addirittura di menopausa.
Quindi non deve adattarsi ma approfondire sia dal punto di vista ematologico che ginecologico (isteroscopia diagnostica ???)
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 498XXX

La ringrazio molto per la celere risposta e per il consiglio, sicuramente continuerò a indagare. Purtroppo finora nè l'ematologia nè i ginecologi consultati hanno voluto farlo. l'ematologia sostiene che pur con questi valori di leucociti, non avendo io sorprendentemente gravi infezioni in corso almeno apparentemente, non si può fare nulla nè da un punto di vista diagnostico che terapeutico, e in questi casi è impossibile dimostrare una causa ma certamente è autoimmune. Di conseguenza il loro ruolo è solo di un monitoraggio nel tempo dell'emocromo,senza andare a ricercare le cause. I ginecologi per l'altro problema ritengono invece che, non riscontrando anomalie all'ecografia e non avendo io disturbi o conseguenze legate questi cicli frequenti, sicuramente si tratta di stress e che anche qui non c'è nulla da fare. Se non quello di escludere un possibile inizio di esaurimento precoce della riserva ovarica visti i cicli brevi, i valori ormonali in particolare fsh altini per la mia età e la presunta storia di autoimmunitá.

[#3] dopo  
Utente 498XXX

In breve nessuno vuol fare nulla per trovare una spiegazione a questa situazione ma solo monitorare.