Utente
Gentili,
soffro di cistite da un anno circa. Ho avuto tre "attacchi". Il primo attacco è avvenuto dopo circa due mesi dal mio primo rapporto sessuale (protetto con preservativo) e dopo circa un mese dall'assunzione della pillola anticoncezionale Effiprev prescrittami dalla ginecologa (senza aver fatto alcun esame). Ho smesso, da quando prendo la pillola, di usare il preservativo.
La ginecologa mi diede degli integratori per la cistite e tutto finì lì.

Dopo quasi un anno ebbi un secondo attacco di cistite che curai con un antibiotico datomi dal medico curante. L'urinocoltura successiva (forse fatta troppo vicina alla terapia) risultò negativa.

Sono al terzo attacco di cistite, che scopro essere causata da un milione di Escherichia coli. Sto cercando di farla passare assumendo molta acqua e curando l'alimentazione, ma probabilmente a breve se dovessi sentire ulteriori fastidi inizierò la terapia antibiotica dettata dall'antibiogramma.

Intanto, vorrei interrompere l'uso della pillola. Vi chiedo: posso causare ulteriori problemi al mio corpo, avendo una cistite in corso? Sono alla terza settimana e vorrei interromperla dopo la pausa, dunque, probabilmente, mentre assumo l'antibiotico oppure poco dopo. Mi chiedo se la sospensione potrebbe causarmi ulteriori attacchi di cistite.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Posso affermare con certezza che la pillola estro-progestinica ( nel suo caso effiprev) non è la causa delle sue infezioni delle vie urinarie (cistiti e uretriti ) .
Forse valuterei la quantità di liquidi introdotti, mi preoccuperei di svuotare la vescica prima e dopo ogni rapporto sessuale , eviterei di trattenere le urine , assumerei simbiotici , escluderei la presenza di una vulvo- vaginite e continuerei ad assumere la pillola.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta.
Mi perdoni l'insistenza ma mi chiedevo se l'interruzione della pillola potesse aggravare la mia cistite visto che la mia volontà di sospenderla non dipende dall'insorgenza della cistite.

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
può tranquillamente continuare l'assunzione della pillola.
Buone vacanze
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI