Utente
Salve,ho da poco fatto una visita neurologica per tremori e pressioni alla nuca e alle tempie,più tensione muscolare al collo.Il neurologo mi ha dato dei farmaci,Adepril 10mg,per l'emicrania.Ho iniziato con una pillola la sera prima di dormire per 5 giorni,e poi due la sera per altri 5.I sintomi sono diminuiti parecchio,anche la tensione muscolare,però questi sintomi derivano da fattori psichiatrici,ovvero soffro di fobia sociale molto elevata che mi crea appunto questi problemi.Quello che voglio sapere è se posso sospendere il farmaco una volta finita la cura che mi ha dato il neurologo e richiedere un consulto psichiatrico per avere dei farmaci per la fobia sociale.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

i farmaci per la cefalea tensiva (questa sarà stata la diagnosi) vanno protratti per alcuni mesi. Deve seguire le indicazioni del Suo neurologo. Se non Le ha detto per quanto tempo deve effettuare la terapia, Le conviene contattarlo per chiedere. In ogni caso è opportuna una sospensione graduale.
Ok per la visita psichiatrica ed avverta lo specialista che ha assunto o sta assumendo l'adepril.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore,il problema è che la tensione muscolare mi viene quando sono in mezzo alle gente e quindi sotto stress,per questo credo sia più opportuno curare la fobia sociale.
Comunque sia il 16 di questo mese,dopodomani,devo contattarlo per fargli sapere come sta andando.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La diagnosi di fobia sociale l'ha fatta uno specialista?
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
no,ma i sintomi sono quelli,mi tremano le gambe e le mani quando sono in mezzo alla gente,sono scoordinato mentre cammino e mi si irrigidiscono le gambe,sono sempre apatico,non riesco a guardare la gente negli occhi a volte,oppure sono in mezzo alle nuvole per così dire quando sono anche con poche persone,nel senso che non riesco a seguire i discorsi o non riesco ad avere pensieri normali,e mi faccio problemi se ad esempio mi stanno fissando e risulto ridicolo con lo sguardo fisso nel vuoto,come se mi si fosse bloccato il pensiero.Questi problemi mi creano un disagio enorme,tanto che non lavoro per paura di mostrare questi sintomi.Le pressioni che sentivo alle tempie mi facevano perdere completamente coscienza con la realtà,rimanevo con lo sguardo fisso nel vuoto se stavo in mezzo alla gente e non capivo quello che mi dicevano,con l'adepril un pò mi sento meglio.Per questo la tensione muscolare è un sintomo che mi viene sotto stress e credo vada curato insieme ai sintomi della fobia sociale.
Cosa mi consiglia?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la visita psichiatrica va fatta sia per avere una diagnosi precisa che per iniziare una terapia adeguata.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6]  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CATANIA (CT)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
mi accodo al Dr.Ferraloro nella risposta.
In ambito psichico, così come in ambito medico, diventa indispensabile avere un'inquadramento diagnostico della sintomatologia.
La sua storia clinica, fa pensare ad una " fobia sociale", così come i suoi spasmi, sembrano ricondurre alla presunta diagnosi, ma online e senza clinico, non si può fare diagnosi e, soprattutto non si può trovare un terapia mirata alla sua storia di sofferenza.
La cefalea, va interpretata e decodificata, con un approccio olistico, lavorando sulla sua ansia, vivere sociale e relazionale e, personalità;
il supporto farmacologico( sempre sotto super visione medica), diventa una " stampella emotiva", su cui fare affidamento, in una fase iniziale di terapia.
Auguri affettuosi.
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#7] dopo  
Utente
Gentile Dottoressa Randone,sto cercando in tutti i modi di prenotare una visita in un centro di salute mentale,ma purtroppo quì a Bari c'è tanta gente incompetente che non svolge bene neanche il prorpio lavoro come dovrebbe,non parlo dei medici,ma chi per loro dovrebbe prendere appuntamenti telefonicamente o personalemte,spero di riuscire presto ad avere un consulto professionale.Ad ogni modo potrebbe guardare anche l'altro post che ho scritto dato che lei è psicologa?
è questo https://www.medicitalia.it/consulti/psichiatria/169329-nevrosi-traumatiche.html
Grazie

[#8]  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CATANIA (CT)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Ho letto tutto, ma è giusto che le rispondano gli psichiatri a cui lei ha scritto, altrimenti ci accavalliamo nei suggerimenti terapeutici.
Rimango comunque fedele a quanto le ho scritto in precedenza.
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#9] dopo  
Utente
Gentili Dottori,un'altra domnanda,posso eventualmente chiedere al neurologo che mi ha prescritto l'adepril una cura per la presunta fobia sociale?ovviamente se lui lo ritiene necessario,o devo andare per forza dallo psichiatra?

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per questo tipo di problemi lo psichiatra è lo specialista di riferimento a meno che il Suo neurologo non abbia particolare esperienza e competenza in tale campo. In ogni caso va fatta una diagnosi precisa.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro