Utente 233XXX
Gentili Medici,
sono a richiedere una vostra consulenza sulla seguente problematica:
E' da circa un anno che soffro di sporadici mal di testa, poco più di un anno fa ho avuto un forte mal di testa che mi ha portato ad andare al Pronto Soccorso, lì mi hanno sottoposto ad una TAC dove non è stato riscontrato nulla di grave a parte un alone che secondo il neurologo del Pronto Soccorso era associabile ad un angioma di circa 1 cm. Mi hanno rassicurato molto dicendomi che non era nulla di grave e che il mio mal di testa era una sorta di cefalea tensiva curata poi successivamente con del Diclofenac Voltaren 50 mg. Sempre in Pronto Soccorso ho fatto una breve visita neurologica ma non mi è stato riscontrato nulla di particolare. Mi è comunque stata prescritta una risonanza magnetica per verificare la presenza o meno dell’angioma (il neurologo ha pensato potesse anche essere un’immagine che è risultata dalla TAC per errore, in pratica che non fosse neanche un angioma). Successivamente mi sono sottoposto ad una risonanza magnetica che, portata dal mio medico di base, (assieme alla TAC) ha escluso qualsiasi cosa. Il medico mi ha detto che era tutto a posto, che sono in salute e che avrei dovuto convivere con questi sporadici mal di testa. A distanza di poco più di un anno posso dire non aver avuto particolari problemi solo che mi sento spesso la testa pesante e una lieve ma persistente pressione alla testa, tempie e agli occhi. Il medico di base mi ha detto che non ho nulla e che sto bene, di smettere di preoccuparmi per questi sintomi che sono dovuti ad ansia e stress (sono un soggetto ansioso). Mi sono sottoposto a dicembre ad esami del sangue di routine ma erano nella norma. Secondo voi i miei sintomi sono associabili ad ansia e stress? E’ possibile che a distanza di un anno non siano più attendibili gli esami fatti? (TAC e Risonanza Magnetica).
Vi ringrazio molto del tempo che mi avete dedicato. Grazie Mille e Buona Giornata.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

i sintomi da Lei riportati possono essere causati da ansia e stress. Questa è un'ipotesi a distanza, avvalorata però dalla negatività degli esami diagnostici effettuati (l'immagine dubbia alla TC poteva essere un artefatto) e dalle visite mediche negative, compresa quella neurologica.
Anche una cefalea di tipo tensivo può essere scatenata dall'ansia, dallo stress o da posture prolungate.
I sintomi attuali potrebbero anche assimilarsi ad una cefalea di tipo tensivo, senza mal di testa.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 233XXX

La ringrazio molto dr. Ferraloro, cercherò di migliorare la postura e soprattutto di vivere le situazioni con più serenità e meno ansia e stress.
Grazie Mille e Buona Serata.

[#3] dopo  
Utente 233XXX

Gentili Dottori, avrei un'altra domanda da farvi, spero possiate darmi una risposta.
Ultimamente mi capita spesso di avere il collo molto rigido e quando sono alla guida o davanti al pc (facendo l'impiegato ci sto circa 8 ore al giorno) mi capita di avere qualche giramento di testa che passa in pochi minuti. Ultimamente ho quasi sempre un senso di pressione alla testa (senza aver mal di testa) che mi crea uno stato di ansia quasi permanente (ho sempre paura che mi venga un capogiro). Ne ho parlato con il medico di base che mi ha tranquillizato molto dicendo che i giramenti di testa sono dovuti alla postura errata mentre per le tensione del collo e per lo stato ansioso mi ha consigliato delle compresse di Depas fino a quando non mi sarei sentito meglio. Nonostante gli esami fatti un anno e mezzo fa (TAC e Risonanza Magnetica) risultati nella norma, sono sempre preoccupato (anche se non ce ne motivo date le rassicurazioni del medico di base) secondo voi devo fare altri accertamenti oppure i sintomi che ho sono dovuti esclusivamente all'ansia? E' il caso che ripeta la Risonanza Magnetica oppure che smetto di preoccuparmi e magari rilassandomi i miei sintomi andranno a scomparire? Vi ringrazio molto della disponibilità, Buona Giornata e Buone Ferie.

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

concordo ampiamente con ciò che Le ha detto il medico curante. Consideri che la postura prolungata e/o poco corretta può essere all'origine anche della tensione che avverte al collo. Pertanto faccia come Le ha detto il medico curante, avendo cura però di non utilizzare il depas per molto tempo. Per quest'ultimo aspetto ne parli col Suo medico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente 233XXX

Grazie Mille dr. Ferraloro la ringrazio molto per la risposta e per la disponibilità dimostrata, ne parlerò con il mio medico curante. Grazie e Buona Giornata.

[#6] dopo  
Utente 233XXX

Gentili Dottori, a distanza di quasi un anno dal mio ultimo post avrei un altro quesito da porvi, spero possiate darmi una risposta.
Dopo aver passato un inverno abbastanza positivo in questo ultimo periodo mi ritrovo ad avere i soliti problemi di cefalea tensiva (diagnosi del medico di base). Mi capita spesso di avere il collo rigido (ho fatto di tutto per migliorare la postura davanti al PC nelle ore di lavoro ma non credo sia contato molto). Il lavoro che faccio e molto stressante (nonostante mi da un sacco di soddisfazione) e quando arrivo al TOP dello stress mi capita di avere qualche piccolo giramento di testa che si risolve entro pochi minuti. I sintomi sono sempre i soliti, senso di pressione alla testa e leggera cefalea che varia nei giorni in vari punti della testa (molto raramente mi sembra di far fatica a seguire ciò che vedo intorno a me con gli occhi ma probabilmente è tutta suggestione e non un vero e proprio disturbo visivo dato che si risolve subito. Dal medico di base non vado più da molto tempo, gli accertamenti fatti un paio di anni fa (TAC e RISONANZA) hanno decretato che non ho nulla di serio (oltre alla cefalea in questione) il medico mi dice inoltre che i cambi di stagione per me sono deleteri e che devo imparare a convivere con questa cefalea e stare tranquillo. Non assumo più farmaci (Depas compreso) e quando la cefalea è intrattabile il medico in passato mi ha sostutiito l’Oky oppure il Diclofenac con il Co-Efferalgan (il tutto per motivi di stomaco, l’Oky soprattutto si è rivelato molto dannoso a livello gastrico è non potevo più prenderlo). Con il Co-Efferalgan la situazione è buona però lo assumo solo in casi eccezionali (è una bomba!). Sono una persona felice, un po’ ansiosa ma non depressa, ho un lavoro che mi soddisfa e una famiglia speciale. Convivere con la cefalea non è facile, a volte è un po’ rognosa e anche se in piccola parte disturba anche il mio umore e la qualità di vita (credo sia più che normale). Vi chiedo se devo veramente convivere con tutto ciò o se ce qualcosa che potete consigliarmi tipo cure preventive con vitamine o altro .. (se è il caso anche farmaci). Lo chiedo a voi perché in passato sono stato spesso dal medico per questo problema e credo non abbia più la pazienza di ascoltarmi, (tanto poi mi dice sempre le solite cose e poi ci mette sempre dentro la componente ansiosa .. ecc ..). Se potete darmi un consiglio su eventuali cure o altri accertamenti vi ringrazio molto (sono comunque già entrato nell’ottica di farmene una ragione).
Grazie infinite del servizio e della professionalità/disponibilità che dimostrate sempre.
Buona Giornata.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per la cefalea di tipo tensivo esistono dei farmaci di fondo (non antidolorifici) che possono anche dare risultati brillanti, pertanto non mi trovo d'accordo con l'idea che debba conviverci.
Le consiglio pertanto di rivolgersi ad un neurologo esperto in cefalee per una valutazione diretta del caso e per un'adeguata terapia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 233XXX

La ringrazio molto dr. Ferraloro, mi rivolgerò ad un neurologo esperto in cefalee e cercherò di risolvere il problema con una terapia adeguata.
Grazie dei consigli che mi hato e della disponibilità che mi dimostra sempre.
Buona Giornata e Cordiali Saluti.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, grazie a Lei per averci scelto.

Buon fine settimana.
Dr. Antonio Ferraloro