Attivo dal 2010 al 2019
Buonasera e grazie intanto per l’attenzione.

Ho 30 anni e non ho sofferto mai di patologie gravi, scrivo in quanto da un paio di settimane vivo uno stato di ansia (ho capito di essere ipocondriaco) a causa di alcuni sintomi che ho sentito in questi giorni.

Circa una settimana prima di Natale mi si è gonfiato un linfonodo laterocervicale sinistro, dopo qualche giorno di integratori alimentari è rientrato, da li è cominciata una serie di sintomi amplificati sicuramente dalla mia ipocondria.

Prima ho iniziato ad avere un lieve formicolio al piede sinistro soprattutto sotto la pianta, niente di esagerato, purtroppo sono andato su internet e appena ho letto Sclerosi multipla sono entrato in panico, questi formicolii sono leggeri e durano al massimo dieci minuti, un po’ il piede, ogni tanto le dita della mano sempre sinistra…sono entrato nel panico, inoltre mi sento gli arti sinistri “diversi” come fossero più deboli la gamba sembra più pesante dell’altra ed ogni tanto il braccio leggermente dolorante. Inoltre ogni tanto il ginocchio sempre sinistra pulsa per alcuni secondi.

Le dico per completezza che da piccolo ho sofferto di scoliosi mentre soffro tuttora di cervicale ma mi prende sempre la parte destra del collo e del braccio e non la sinistra.

Ho letto inoltre che un sintomo di queste maledette malattie degenerative è la disartria, ed adesso mi sembra che mi mangio le parole (anche se un po’ l’ho sempre fatto) e mi sembra che la bocca sia pesante.

Le chiedo gentilmente se lei crede che ci siano minime probabilità che le cause di questo mio malessere siano gravi o se magari dipende molto dai miei dolori cervicali e alla schiena.

La ringrazio per l’attenzione.

Saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

capisce bene che a distanza e senza una visita diretta non è possibile dare risposte certe.
Da ciò che scrive e dal decorso dei sintomi riferiti il problema non sembrerebbe attribuibile a malattie importanti ma Le dico questo con tutti i limiti del consulto on line.
Pertanto se la sintomatologia dovesse persistere sarebbe indicata una visita neurologica che qualora negativa indirizzerebbe sul versante psicosomatico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Attivo dal 2010 al 2019
Dottore intanto grazie per la celerità.
Purtroppo quel condizionale nella sua risposta mi tiene in ansia, quindi anche se con una percentuale esigua sono sintomi che potrebbero essere riconducibili a sclerosi?
Ma è normale che abbia questi sintomi solo negli arti sinistri e soprattutto la gamba?
Inoltre volevo una risposta se la cervicale possa avere un ruolo in tutto questo.
Oppure se può dirmi le sue sensazioni su cosa potrebbe essere. Perché io sento la gamba sinistra "diversa" dall'altra.
Grazie di nuovo e saluti.

[#3] dopo  
Attivo dal 2010 al 2019
Inoltre Dottore per completezza le dico che da circa un anno e mezzo soffro di ronzio all'orecchio (può vedere un mio vecchio consulto) .
A seguito di visita specialistica mi era stato diagnosticato un acufene.
Purtroppo ho letto che può essere sintomo di sclerosi multipla e l'ansia è arrivata ai massimi livelli
È possibile?
Grazie di nuovo e saluti.

[#4]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il condizionale nei consulti a distanza è d'obbligo in quanto non possiamo avere una valutazione diretta e completa del paziente, non conosciamo nemmeno la gestualità e l'eloquio....per dire due elementi a cui il paziente non dà peso ma per noi è già la presentazione.
Anche alterazioni della colonna cervicale possono essere causa di almeno una parte dei sintomi riferiti, ovviamente non è possibile stabilire se questo sia il Suo caso.
Comunque Le ho già detto come procedere.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro