x

x

Cefalea, confusione e malessere + Orecchio sx tappato

Buongiorno, premesso che non ho mai sofferto di mal di testa, vi descrivo caratteristiche e sintomi di una cefalea (così la definirei, almeno) che da metà luglio circa ho con cadenza non quotidiana ma molto frequente:
- entità lieve o moderata, alcuni giorni forte e invalidante (lascio il lavoro)
- presente soprattutto al mattino, nel dormiveglia prima di alzarmi sento delle fitte sparse
- dolore/pressione sulla fronte, ai lati sulle tempie, tra gli occhi, sopra gli occhi
- talvolta fitte "sparse" improvvise, molto forti, brevissime ma debilitanti (lasciano confuso), prevalentemente sulle tempie o sulla fronte e prevalentemente di sera
- confusione, disorientamento, debolezza, sonnolenza, lentezza dei riflessi e del ragionamento
- testa pesante
- occhi gonfi
- talvolta nausea anche intensa
- a volte diminuisce/sparisce con tachipirina, altre volte resiste immutato
- due o tre volte sensazioni amplificate da sintomi influenzali: brividi, estrema debolezza, no febbre
- no problemi di equilibrio, ma a volte giramenti di testa

Inoltre, non so se hanno connessioni, da 2 mesi sto soffrendo di un problema all'orecchio sx: è iniziato in vacanza al mare come sensazione di orecchio tappato (ho pensato che fosse entrata dell'acqua e rispetto ad altre volte fosse rimasta dentro). L'orecchio pian piano si tappava, sfregandolo o infilando un dito o bagnandolo si stappava... ma aveva durata limitata.
Il sintomo più evidente è legato alla masticazione: aprendo e chiudendo la bocca, anche muovendo orizzontalmente la mandibola, sento un forte fruscio dentro l'orecchio. Il tappo si sentiva anche con movimenti del corpo come chinarsi, abbassare la tesa ecc.
Ho aspettato ma il problema non passava, anzi. Si intensificava, si tappava più frequentemente fino a non stapparsi più con metodi "artigianali".
Lì, anche se iniziati prima, ho pensato che i mal di testa fossero connessi al problema all'orecchio.
Il mio medico mi ha visto, ispezionato l'orecchio e ha visto del cerume stratificato ma senza complicazioni al timpano. Mi ha dato Mediflox gocce (antibiotico + cortisone) per 1 settimana ma senza esito: quando le mettevo l'orecchio si stappava e sentivo bene, ma se ogni 12 ore circa non le rimettevo, tornava a tapparsi. Mi ha dato allora Isocef 400 per altri 6gg e ho continuato Mediflox. Niente. Sintomi, comparsa e regressione secondo le stesse modalità.
Ha voluto allora farmi fare lavaggio auricolare da un suo collega che però, vedendomi, non l'ha ritenuto necessario e mi ha dato Cerusilina, che sto prendendo da 2 giorni e la sensazione è che l'orecchio si tappi meno (ma è presto per dire qualcosa).

In pratica vorrei avere qualche delucidazione su entrambi i problemi; non so se possano essere connessi o meno, ma sono debilitanti e mi preoccupano un po', soprattutto la testa, perché non ne ho mai sofferto e ho paura che possa essere qualcosa di grave. Anche l'orecchio a dire il vero...

Vi ringrazio per l'aiuto.
Saluti.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71.5k 2.2k 23
Gentile Utente,

non è possibile on line stabilire se le due problematiche siano connesse o meno.
Infatti entrambe le condizioni possono essere possibili.
Nell'ipotesi ''unitaria'' il comune denominatore potrebbe essere rappresentato anche da un disturbo dell'articolazione temporo-mandibolare considerato che la sintomatologia si accentua con i movimenti della bocca e con gli spostamenti laterali della mandibola.
Nell'ipotesi di una cefalea primaria invece, una forma tensiva sarebbe possibile ma va studiata mediante una visita neurologica presso un collega esperto in cefalee.
Quest'ultima visita è prioritariamente consigliata non avendo Lei mai sofferto in passato di cefalee.
Fatta la visita neurologica, se lo specialista lo consiglia, può fare anche quella gnatologica per valutare un'eventuale alterazione dell'ATM, senza trascurare l'orecchio mediante una consulenza otorino.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Cefalea è il termine che descrive tutte le diverse forme di mal di testa: sintomi, cause, diagnosi e terapie possibili per le cefalee primarie e secondarie.

Leggi tutto