Utente 368XXX
Iniziale atrofia corticale frontale bilaterale. la tac ha ividenziato questa patologia sono fortemente preocupata. ho mancanza de memoria a breve termine. grazie per una risposta.
Carmela

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Atrofia corticale in regione frontale e deficit di memoria pongono la indicazione ad un approfondimento mediante l'uso di "test neuropsicologici per la esplorazione delle varie aree cognitive".

Avrà una valutazione oggettiva di se, quanto e dove la sua sfera cognitiva sia deficitaria.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 368XXX

Dottore Polli, desidererei un chiarimento, questa atrofia e l'inizio di Alhaimer? demenza?

[#3] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Atrofia è un dato anatomo/funzionale traducibile come riduzione di volume.
Quel che occorre per confermare o disconfermare i suoi disturbi sono i test neuropsicologici per la valutazione delle singole aree/funzioni cognitive, come già detto, che possono dare una indicazione oggettiva circa il se, il quanto e il dove (ovvero quale area).
Una immagine RM di per sè non può essere automaticamente tradotta come demenza, come malattia di Alzheimer.
Il deficit di memoria che riferisce può essere riferibile a molte cause:
-stress psico-fisico,
-disfunzione tiroidea,
-deflessione in senso depressivo del tono dell'umore,
-deficit mnesico che qualora lieve (come mi sembra di comprendere) sia solamente età correlato o legato ad un momento particolare della sua vita (preoccupazioni per altre problematiche che la distraggono e apparentemente diminuiscono le performances mnesiche),
-ecc.
Pertanto per poter formulare una ipotesi di lavoro il breve iter da seguire è:
-valutazione clinica neurologica,
-e test neuropsicologici suddetti.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente 368XXX

Ringrazio molto la sua celerità nella risposta.
Ora comprendo il tutto.
Si, effetivamente stò passando un momento di grandìssimo stress. Sono madrelingua spagnola, e lavoro come lettrice in due licei linguistici statali. Ho ragazzi di tutte le età -da 13 a 18 anni- per 9 hore settimanali con classi di 30 alunni e mi sento soprafatta di lavoro.
Sempre con paura di svagliare, molto esigente con me stessa. Una qualsiasi piccola svista, la considero errore gravìssimo. Ma ho un contratto da rispettare e devo arrivare fino a giugno 2015. Me ne rendo conto che non sopporto come prima (Ora ho 59 e mezzo anni) la mole di lavoro e le essigenze scolastiche.
Inoltre per un grave lutto (morta mia sorella 3 anni fa), che non riesco a superare fino a adesso, stò prendendo LAROXYL gocce, ora sto cercando di diminuìre pensando che sia quello il motivo della mìa pèrdita di memoria (la prego me lo confermi se lantidepressivo puo essere una causa), prima prendevo 20 gocce tutte le sere, ora sto prendendo solo 9.
La mia dottoressa è al corrente e mi ha segnato i seguenti esamini:
Vitamina B12 - FOLATO - FT4 - TIREOTROPINA(TSH) - treponema pallidum anticorpi (TPHA). e dopo visita neurologica. Grazie,

[#5] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il Laroxyl può senz'altro essere causa di deficit mnesico-attentivo !
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#6] dopo  
Utente 368XXX

la ringrazio tanto per la sugentilezza, la sua puntale precisazione e la disponbilità.
Cordialmente.

[#7] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Bene,
mi fa piacere esserle stato utile.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it