Utente
Gentili Medici,
Torno a chiedere la Vostra attenzione in questo periodo particolarmente spiacevole caratterizzato da ansia e da un certo malessere generale. Da un paio di settimane accuso una sorta di mal di testa, non di tipo trafittivo né di tipo pulsante, ma piuttosto come un senso di pressione sopra la testa (sembra che si irradi da la) e sulla nuca, che peggiora tutte le volte che deglutisco e si accompagna a una forte dolore alla mandibola; inoltre mi sono sorpreso più volte nell'atto di digrignare o serrare i denti, che è forse un modo per combattere la tensione. Che ricordi questo mal di testa ha esordito una sera, due settimane fa, mentre stavo cenando con un intensissimo dolore in cima al capo durato un paio di minuti, ma che mi ha lasciato un senso di nausea. Può trattarsi di cefalea tensiva o è magari da attribuire a dei disordini al livello mandibolare? Vi ringrazio in anticipo per la vostra disponibilità.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

entrambe le ipotesi sono possibili, ovviamente serve una visita diretta per potere dare un parere attendibile. Inizi con la visita neurologica considerato che la cefalea è prioritariamente di competenza neurologica, poi in base ai riscontri della visita il collega potrebbe anche indirizzarla verso un odontoiatra esperto in materia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dott. Ferraloro,
La ringrazio per la rapidità con cui ha risposto e per la chiarezza. Domani ne parlerò col curante, che è anche odontoiatria, e gli chiederò di prescrivermi una visita neurologica. Se vuole le farò sapere come è andata.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se Le farà piacere non ci sono problemi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dott. Ferraloro,
Il problema di cui le avevo parlato è passato per un po' in secondo piano vista la quasi concomitante comparsa di una disfagia per i solidi, a causa della quale dovrò sottopormi presto a una gastroscopia. Il fatto è che negli ultimi giorni il mal di testa è tornato a farsi sentire, in aggiunta ad altri sintomi che non saprei se definire correlati: forti pulsazioni e dolore alla nuca e alla zona sottostante il mento sul lato destro della testa e in aggiunta una stranissima sensazione, come di acqua che scorre, localizzata in cima alla testa. Adesso sono un po' in pensiero e penso che chiederò nuovamente al curante di prescrivermi una visita neurologica, anche se Lui aveva proposto di risolvere un problema alla volta (dando la priorità alla disfagia, che è abbastanza invalidante). Pensa che dovrei tranquillizzarmi o è il caso di prestare attenzione a questo problema che, in tutta onestà, non mi permette di stare tranquillo?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la visita neurologica è certamente indicata considerata la sintomatologia cefalalgica, sono del parere dí prenotarla in attesa della gastroscopia.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Gentile Dott. Ferraloro,

Intanto volevo dirLe che sono finalmente riuscito a farmi prescrivere la visita neurologica dal Curante, ma nell'attesa vorrei chiederLe circa un altro sintomo che mi affligge e che pare stia diventando sempre più ingravescente: quando mi stiro e cerco di riposare il mio braccio sinistro comincia a tremare, e questo accade anche quando cerco di sorreggere un oggetto (tipo una rivista) mantenendolo immobile, il fatto è che proprio non ci riesco! Di recente anche un mio amico se n'è accorto e me l'ha fatto notare. Nell'ultima settimana poi (ecco perché dico ingravescente) ha cominciato ad oscillarmi anche la testa, e il tutto mi rende veramente difficile riposare, considerato che il tremore non accenna a smettere. Può esserci una correlazione tra la cefalea, che nel frattempo è "migrata" alla tempia sinistra, il disturbo di cui Le ho appena detto e una forte debolezza che da settimane mi impedisce di stare a lungo alzato? Non avevo menzionato queste cose prima perché pensavo fossero disturbi slegati dalla cefalea e dovuti al periodo stressante, Lei che ne pensa? La ringrazio comunque sempre per l'attenzione.

[#7] dopo  
Utente
Dimenticavo di aggiungere che proprio recentissimamente (mi sto sottoponendo a vari accertamenti) mi è stato trovato il valore fT3 alto, e il medico ha detto che evidentemente ho un po' di ipertiroidismo.

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ovviamente non è possibile stabilire con certezza se i tre elementi menzionati siano correlati tra loro o siano indipendenti. A me sembrerebbe che l'unico fattore che può legarli sia il periodo stressante che sta attraversando ma è solo un'ipotesi.
L'ipertiroidismo può causare tremore, generalmente però bilaterale.
Comunque senza una visita diretta non è possibile sbilanciarsi.
Faccia pertanto la visita neurologica e quella endocrinologica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro