Utente 454XXX
Buongiorno. Dopo diversi episodi di Cefalea il mio fidanzato di 27 anni ha eseguito una risonanza magnetica sotto richiesta della neurologa. L'esito è questo : l:esame ha messo in evidenza in corrispondenza del profilo posteriore della capsula esterna DX una piccola alterazione del segnale del diametro di circa 6x5mm a carattere di iperintensità nelle sequenze t2 e flair tenue ipointensità t1 che non mostra enanchement post contrastografico ma presenta tenue restrizione nel sequenze pesate in DWI, altre più sfumate, meno evidenti sembrano apprezzarsi nel tetto della cella media dei ventricoli laterali. Tali reperti sono aspecifici, meritevoli di correlazione con i dati clinico-anamnestici ed ulteriori accertamenti clinico-strumentali(demielinizzante? Di tipo ischemico? Sono meno probabili le altre ipotesi).,minuta formazione di tipo cistico localizzata nella ghiandola pineale circa 9x6mm che non mostra enanchement nelle scansioni post contrastografiche né restrizione nelle Sequenze pesare in dwi suggestiva per cisti della pineale. La Neurologa ha eseguito un eco alle carotidi che sono risultate apposto, ha richiesto unA risonanza al midollo, una visita al centro sclerosi e un encefalogramma. Secondo lei è alto il rischio di sclerosi multipla? grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

innanzitutto è un elemento positivo la non impregnazione patologica del mezzo di contrasto, questo indica che non si tratta di alterazioni attive e con danno della barriera emato-encefalica.
Per dare un parere attendibile si dovrebbero visionare le immagini ma basandosi esclusivamente su quanto recita il referto Le posso dire che le alterazioni riscontrate non sono proprio tipicamente localizzate nelle regioni a maggior frequenza di demielinizzazione, tuttavia non si può certo escludere tale causa.
Ovviamente è impossibile quantificare "il rischio di SM" come da Lei richiesto.
Peraltro la sintomatologia non è tipica di esordio di SM ma questo elemento si basa solo su dati statistici.
Leggo che la neurologa ha prescritto degli esami diagnostici e ha inviato il Suo fidanzato presso un centro per le malattie demielinizzanti ma lo ha visitato? Ed eventualmente con quali esiti?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 454XXX

Grazie dottore per la risposta. Si ha visionato le immagini e l'ha indirizzato a fare questi esami, lei che pensa?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le ho già risposto.
Avevo chiesto se la neurologa avesse visitato il Suo fidanzato e cosa avesse riscontrato alla visita.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 454XXX

Ha soltanto letto le immagini e il referto

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Molto strano che la collega non abbia visitato il paziente, già in base alla visita sarebbe stato possibile un orientamento di massima.
Riguardo la RM effettuata, ho già risposto alla prima replica.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 454XXX

Ha escluso il tumore e chiesto se in famiglia fossero presenti casi di SM. La risposta è no. Grazie dottore

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, tumori sono da escludere, il dubbio principale resta tra malattia demielinizzante e problematiche vascolari, cioè piccole ischemie passate inosservate.
Nessuna delle due al momento è certa ma nessuna delle due è possibile escludere.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 454XXX

Si. Ha escluso anche il problema vascolare, quindi ormai rimane la malattia demielinizzante

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Se Le farà piacere potrà farmi sapere gli sviluppi del caso.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 454XXX

Dottore scusi le mie ansie, ma potrebbe anche essere Sla?

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

SLA con cefalea e questi reperti riscontrati alla RM?
Lo escludo del tutto.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 454XXX

Dottore salve, oggi abbiamo ritirato la risonanza al midollo. Questo il referto :nel midollo spinale si osserva area di alterato ipersegnale t2 del diametro max cranico -caudale di circa 8mm localizzata in sede cordonale posteriore a livello di c5-c6 priva di enanchement dopo MDC aspecifica (lesione demielinizzante?)necessario inquadramento clinico anamnestico.non sono evidenti alterazioni del segnale della corda midollare. Non accumuli patologici di MDC. Riduzione della fisiologica lordosi cervicale. Iniziali segni di spondilosi. Modesta profusione discale posteriore paramediana dx in c3-c4 con lieve impronta sul sacco dorsale. Regolari i restanti rapporti disco somatici. Alcune piccole ernie intraspongiose nelle limitanti somatiche dei metameri vertebrali del tratto superiore. Minimo accenno ad impegno delle tonsille cerebellari nel forame magno.
RM rachide dorsale con MDC. Non sono evidenti alterazioni del segnale della corda midollare. Non accumuli patologici di MDC. Scoliosi dorsale biconvessa. Iniziali segni di spondilosi con modesta irregolarità delle limitanti dei so mi del tratto medio inferiore per la presenza di alcune ernie intraspongiose. Regolari i restanti rapporti disco somatici. Modesta protusione discale posteriore mediana paramediana DX in D4-d5 e d5 d6 CON Lieve impronta sul sacco durale.nella norma i diametri ossei canalari. In attesta si visita lei cosa mi sa dire?

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

alla RM del tratto cervicale del midollo è stata riscontrata un'alterazione aspecifica che potrebbe anche essere di natura demielinizzante, è solo un'ipotesi con punto interrogativo però, nessuna certezza.
In ogni caso non sarebbe una lesione attiva ma pregressa in quanto non captante il mezzo di contrasto.
Per il resto ci sono solo delle protrusioni, cioè delle sporgenze di qualche disco intervertebrale.
Le ernie intraspongiose sono asintomatiche.
Adesso faccia visionare le immagini dell'esame al neurologo di riferimento e soprattutto faccia effettuare un'accurata visita neurologica.
In base ai riscontri della RM e della visita il collega deciderà come procedere.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 454XXX

Salve dottore, le scrivo perché oggi il mio compagno ha ritirato i referti e fatto la visita. Potenziali evocati nella norma, screening per trombofilia e autoimmunità nella norma,esame del liquor: presenza di sintesi intratecale di OB di IGg. Non hanno ancora diagnosticato la SM , a dicembre nuova risonanza e se son presenti nuove lesioni o compaiono sintomi che al momento non ci sono si può fare diagnosi altrimenti no. Che ne pensa!?

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la presenza di bande oligoclonali potrebbe essere un elemento a favore di malattia demielinizzante, ovviamente senza sintomatologia tipica per SM e solo con alterazioni alla RM non si può fare ancora diagnosi in tal senso.
In tal caso si potrebbe parlare di sindrome radiologicamente isolata in cui risultano positive le indagini strumentali ma non c'è una sintomatologia corrispondente.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 454XXX

Grazie Dott. Speriamo sia una forma leggera se dovrebbe essere SM

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Penso proprio di sì essendo completamente asintomatico.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro