Utente 501XXX
Buonasera, visto che il mio nuovo medico curante non mi ascolta, mi rivolgo qua per un consiglio. Ho iniziato a soffrire di cefalea 4 anni fà improvvisamente. Ho fatto una risonanza risultata negativa, i mal di testa sono sempre continuati e di cure ne ho provate 3-4 ma sempre con lo stesso risultato. Ho eseguito una nuova risonanza a distanza appunto di 4 anni, ed il risultato è questo "Alcune, puntiformi iperintensità di segnale nelle immagini acquisite con TR lungo, non costrette in diffusione,si osservano nella sostanza bianca sottocorticale in sede fronto-orbitaria mediale e laterale destra, iuxta-corticale fronto opercolare destra, a livello dei giri frontali superiori bilateralmebte, nel terzo anteriore della corona radicata sinistra e in sede parietale sopratrigonale destra, compatibili con piccoli focolai gliotici di significato aspecifico come spesso si osserva nei pazienti con cefalea cronica. Sistema ventricolare normale per forma e dimensioni, lievemente asimmetrico per prevalenza destra, con strutture della linea mediana in asse. Regolare rappresentazione degli spazi liquorali peri-encefalici. Spazi peri-vascolari ampliati nella sostanza bianca sottocorticale di entrambi gli emisferi cerebrali al vertice." Il medico di base, come vi ho detto per me è nuovo, il mio vecchio medico è andato in pensione, e quando gli ho fatto vedere i risultati mi ha detto che non ho nulla in parole povere e che il mal di testa me lo tengo. Non mi ha segnato nessuna visita al centro cefalee, che io avrei gradito, visto che questo mal di testa mi sta davvero creando molti problemi a 25 anni. Io capisco che non ci sia nulla di significativo e ne solo molto felice, ma quelle cose che vengono descritte spesso trovate in pazienti con cefalea cronica possono portare ad una cura ? Al tipo di cefalea che ho? Vorrei sapere questo. Mi conviene andare da un neurologo a pagamento ? Per me questo mal di testa è diventato un incubo, e per quanto ormai ci conviva mi porta delle difficoltà. Ho anche dolori diffusi sul corpo, il mio medico mi disse che avrei potuto avere la fibromialgia, ma non mi segnò nessuna visita, perché mi disse che anche se fosse stata quella non ci sarebbero cure e che sono solo stata sfortunata ad avere questi problemi. Volevo chiedere, ci potrebbero essere correlazioni tra i due problemi che ho? Oppure non c'entra nulla? Mi conviene andare da un reumatologo? Non so più cosa fare. Mi sento sempre stanca e ormai ho quasi perso le speranze. Grazie in anticipo e scusate per il lungo quesito.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

scrive di avere già effettuato 3-4 terapie per la cefalea ma senza risultati significativi. Ricorda quali farmaci ha assunto?
La cefalea in generale potrebbe essere associata alla fibromialgia se fosse prevalentemente di tipo tensivo, va fatta in tal senso una diagnosi corretta.
Una visita neurologica presso un collega esperto in cefalee è certamente indicata, in tale sede può essere esclusa o sospettata anche la fibromialgia che spesso può essere tenuta sotto controllo farmacologicamente.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, una curiosità: i medici consultati e le "3-4 terapie per la cefalea ", che purtroppo non hanno portato a risultati, hanno preso in qualche modo in considerazione che la sua cefalea possa dipendere dalla bocca , cioè da un difetto di occlusione dentaria e da una conseguente disfunzione dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM)?
Anche la fibromialgia spesso si associa con disturbi dell'ATM.
Le suggerisco di leggere gli articoli qui sotto linkati, nell'ipotesi che lei riscontri qualche somiglianza con il suo caso: eventualmente mi faccia sapere.
Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/934-cefalea-viene-bocca.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/2326-dolore-cronico-disturbi-sonno-disfunzioni-cranio-mandibolo.html?refresh_ce
https://www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/7060-orientamento-ricerca.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le ricordo che lo specialista di riferimento per le cefalee è il neurologo, lasci perdere altre figure, almeno per il momento.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Concordo con quest'ultima osservazione del Collega Ferraloro, ma sottolineo che il mio intervento non si riferiva allo specialista da consultare, ma intendeva suggerire che non venisse omessa la diagnosi differenziale fra una cefalea primaria, quale è la Cefalea Tensiva e una cefalea secondaria a disfunzione dell'ATM, diagnosi differenziale che compete a qualunque operatore che prenderà in attenzione il suo caso, neurologo compreso, anche in presenza di un'ipotesi di concomitante fibromialgia.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com