Utente 502XXX
Buongiorno Dottori, ho 22 anni e sono una persona molto ansiosa, vengo da circa un mese in cui ho sofferto di attacchi di panico legati a dei dolori intercostali che erroneamente imputavo all'infarto. Ho avuto un paio di giorni di tregua dove stavo bene, poi ho iniziato ad avvertire un mal di testa diverso da quelli avuti in precedenza. Avverto pressione nella parte centrale della fronte, vicino al naso oltre ad avere male nella parte sinistra del cranio. il dolore va avanti da circa 4 giorni con diverse intensità (dei giorni meno altri più). Associato al mal di testa non avverto nessun sintomo in particolare. Ho preso un antidolorifico e il dolore nella parte sinistra è passato ma mi è rimasto invariato il disturbo al centro della fronte. Essendo molto ansioso e ipocondriaco ho tenuto sotto controllo il movimento degli arti, l'equilibrio, la proprietà di parola ecc. perchè subito ho pensato ad un tumore al cervello.
Ieri ho iniziato ad avvertire anche un senso di svenimento costante che non è mai sfociato poi in svenimento vero e proprio ma mi sta preoccupando molto e mi ha spinto a richiedere questo consulto.
Per completezza di informazioni anche mio padre soffre da sempre di mal di testa e mia mamma di cervicale. A causa del lavoro tengo una postura scorretta (spalle sempre inarcate in avanti). Passo dalle 8 alle 10 ore tutti i giorni al pc. Lo so che ora mi consiglierete di fare una visita neurologica, ma volevo chiedervi se le mie preoccupazioni sono infondate o faccio bene a temere qualcosa di grave.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
non c'è alcun motivo concreto di lasciar andare a briglia sciolta l'ansia per una cefalea episodica che è tenuta sotto buon controllo dall'uso di un antalgico comune. Ciò che invece meriterebbe di essere considerata è appunto questa ingiustificata apprensione che è meglio definita come "disturbo d'ansia di malattia", per la quale le suggerisco di consultare un Neurologo.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 502XXX

Buongiorno Dottore, so di avere questi problemi di ansia, infatti ho iniziato da poco una terapia con uno psicologo.
Solo che avendo letto di tutto e di più su internet ormai ogni sintomo lo riconduco ad una patologia grave.
Mi tremano le mani e ho i muscoli del collo indolenziti.
Comunque farò il prima possibile la visita da lei consigliata.
La ringrazio.