Utente 386XXX
Salve, sono sempre io Chiara, di 23 anni che si ritrova a scrivere nuovamente sul forum a distanza di quasi 4 anni e a chiedere nuovamente un consulto riguardo la mia paura costante di avere la sclerosi; nel 2015, dopo una serie di sintomi preoccupanti tra cui formicolii e bruciori non costanti sparsi in tutto il corpo, tremori, rigidità muscolare e senso di appannamento della vista, feci una visita neurologica negativa per cercare di tranquillizzarmi circa la malattia, ma questo non bastó, quindi dopo 1 mese e mezzo dalla comparsa di questi sintomi, feci una risonanza magnetica all’encefalo che risultò negativa, quindi riuscii a calmarmi e i sintomi si attenuarono molto eccetto i formicolii non costanti e dalla durata di 2/3 secondi e il fastidio agli occhi; con il passare del tempo peró, decisi di concentrarmi su altro e smettere di fasciarmi la testa con tale sintomatologia visto che gli esiti delle visite risultarono negative, quindi iniziai un nuovo lavoro nel 2017, anche se i formicolii e il fastidio agli occhi perduravano, ma comunque esendo talmente lievi riuscii benissimo a svolgere il mio lavoro e tutte le varie attività quotidiane; purtroppo però, un mese fa, i sintomi tornarono tutti con l’aggiunta di una strana sensazione nel camminare, come una sorta di vertigine soggettiva, infatti mi sento tutt’ora barcollare e oscillare, sia quando sono seduta che quando sono in piedi, peggio poi se cammino e oltre a questo degli acufeni non molto pesanti che riesco comunque a sopportare e spasmi muscolari che però durarono solo 1 settimana, infatti ora non li ho più. La cosa che più mi preoccupa è questa sensazione di oscillazione continua che mi pervade tutto il giorno, riesco a fare comunque tutto, ma è veramente fastidiosa, alchè 2 settimane fa feci una risonanza all’encefalo senza mdc risultata fortunatamente negativa come la prima fatta nel 2015. Ora di fronte a questa seconda risonanza fatta a distanza di 3 anni e mezzo, posso escludere la sm o è opportuno farla anche al midollo visti gli altri sintomi ? Il mio medico dice che dopo tutto questo tempo se avessi avuto una malattia demielinizzante sarebbero comparse delle lesioni all’ancefalo, però comunque la paura rimane, perché magari le lesioni potrebbero essere solo a livello midollare nel mio caso. Ringrazio anticipatamente per la risposta e approffitto per fare gli auguri di Natale e buon anno nuovo. Distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Chiara,

accantoni definitivamente la paura della SM (infatti è solo paura non supportata nemmeno dalla sintomatologia).
A parte la RM encefalica negativa non vedo il motivo di effettuare anche quella midollare, non presentando sintomi tipici. La vuole fare per il formicolio incostante e della durata di 2-3 secondi? Non ha senso.
Lo stesso senso di "barcollamento" non ha nulla a che vedere che le vertigini e spesso è di origine psicosomatica.
Si tranquillizzi e trascorra serenamente le prossime festività natalizie.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 386XXX

Innanzitutto la ringrazio per la rapida risposta; vorrei farla a livello midollare per togliermi definitivamente il dubbio, è vero che i sintomi non sono costanti, però ci sono e non riesco a capacitarmi che possa essere solo ansia perché comunque ci sono e so che magari (anche se improbabile e raro) le lesioni potrebbero formarsi solo a livello midollare... in ogni caso ho iniziato comunque un percorso psicologico che male non fa e spero vivamente di riuscire a risolvere il tutto; la ringrazio nuovamente per il consulto e un grazie anche a tutta l’equipe dei medici che ci sono sul forum, perché lei, insieme ai suoi colleghi, fate un lavoro innanzitutto non retribuito e bello al tempo stesso, visto la vostra immensa disponibilità e generosità, valori fondamentali e purtroppo persi ai tempi d’oggi e questo vi fa onore. Un saluto e un abbraccio

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Chiara,

La ringrazio per le belle parole spese nei nostri confronti, gentilissima.

Riguardo i sintomi, è la loro breve durata che non è compatibile con la SM ma se la RM midollare serve per tranquillizzarLa nulla vieta di effettuarla.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 386XXX

I formicolii e i bruciori non sono costanti, ma per quanto riguarda gli altri sintomi che cosa dovrei fare a riguardo ? Per esempio i spasmi muscolari avuti per una settimana consecutiva (poi fortunatamente spariti), i dolori agli arti inferiori e superiori come se avessi fatto palestra... inoltre per 3-4 giorni ho avuto la gamba destra intorpidita, senza perdita di sensibilità o forza muscolare ma comunque la sentivo come pressata; ringrazio nuovamente per la risposta

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

può sentire un secondo parere neurologico qualora l’ultima visita sia stata effettuata molto tempo fa ma non vedo in ogni caso elementi che possano fare pensare una malattia neurologica importante.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 386XXX

Salve dottore, innanzitutto volevo augurarle buon anno e chiederle se dai vari sintomi descritti, potrebbe esserci come alternativa alla sclerosi, un inizio di atassia (cerebellare/di Friedreich) ? La ringrazio anticipatamente per la risposta

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non vedo elementi per pensare un'atassia cerebellare, almeno senza una visita diretta.
Il neurologo peraltro avrebbe riscontrato delle anomalie in tal senso.
Non vada in Rete alla ricerca di autodiagnosi, non ha alcun senso, anzi peggiora il problema.

Grazie e buon anno anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 386XXX

So che è sbagliato, ma non riuscendo a risolvere il mio problema, sto cercando online problematiche simili alle mie, visto che nessun medico riesce a darmi una motivazione a tutto ciò che mi sta accadendo, probabilmente è sbagliato, però almeno riesco a indirizzarmi verso eventuali visite da fare

[#9] dopo  
Utente 386XXX

Salve, torno a disturbarla nuovamente; volevo, se possibile, sapere se la risonanza cervicale-dorsale è nella norma:
L’esame del rachide dorsale e lombare è stato eseguito in apparecchiatura RM ad alto campo (1,5T) con sequenze pesate in T1, T2 e STIR, acquisizioni orientate sul piano sagittale, assiale e coronale.
Non sono apprezzabili anomalie della fossa cranica posteriore.
Normali i rapporti articolari della cerniera cranio-cervicale.
Salienza posteriore del disco C4-C5 e C5-C6.
Non sono presenti discopatie nel tratto dorsale del rachide.
Nel tratto cervicale il midollo spinale non presenta alterazioni; è apprezzabile una modestissima dilatazione del canale ependimale nel tratto compreso tra D4 e D8.
Il cono midollare termina a livello L1.
Normale definizione degli spazi liquorali perimidollari; normale l’ampiezza del canale spinale.

Potrebbe spiegarmi che cosa significa la dicitura seguente: è apprezzabile una modestissima dilatazione del canale ependimale nel tratto compreso tra D4 e D8. La ringrazio anticipatamente per la risposta

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nulla di particolare, una "modestissima dilatazione" non è da considerarsi patologica. Al massimo può ripetere l’esame tra un anno per verificare eventuali modificazioni.
Può stare comunque tranquilla.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 386XXX

Grazie per la celere risposta e volevo chiederle se tale dilatazione non giustifica tutti i sintomi precedentemente elencati negli altri consulti ? Posso quindi abbandonare definitivamente l’idea della sclerosi o comunque qualche altra malattia neurologica ?

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la SM la può escludere.
Deve però fare vedere le immagini dell’esame ad un neurologo, se ancora non l’ha fatto.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 386XXX

Domani andrò dal neurologo, i sintomi neurologici però possono essere dovuti a questa dicitura ? Non le nego che un po’ di preoccupazione c’è, in quanto la componente ansiosa forse (dopo anni a sentirmi dire di essere la classica ansiosa ipocondriaca) è finalmente da escludere

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una "modestissima dilatazione" di solito è asintomatica ma bisogna visionare direttamente le immagini e ricercare eventuali segni durante la visita neurologica per dare un parere attendibile.
Veda cosa Le dirà il neurologo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente 386XXX

Io sono 4 anni circa che tra alti e bassi non sto bene, perché solo ora viene fuori questo problema al midollo ? Lei mi ha detto di rifare una risonanza il prossimo anno al massimo e soni sicura che è quello che dirà anche il mio neurologo; ma io nel frattempo che faccio ? I miei disturbi ci sono anche se ancora non sono invalidanti ma persistono 24 h su 24, inoltre faccio anche un lavoro abbastanza pesante visto che sono operaia e non posso permettermi di stare male

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

aspetti il parere del neurologo e si faccia anche visitare per vedere se ci sono anomalie all’esame neurologico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 386XXX

Sono stata visitata due settimane fa ed era tutto nella norma ( però mi è stata fatta una visita molto veloce dalla durata di circa 5 minuti) ma di base i miei sintomi ci sono seppur lievi ma ci sono ... se vuole le farò sapere che cosa mi dirà il neurologo

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Se Le farà piacere, leggerò volentieri.
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 386XXX

Salve, innanzitutto la ringrazio per avermi sempre ascoltata, volevo farle sapere ciò che mi ha detto il neurologo; in parole povere lui ritiene che la dilatazione non sia nulla di importante e che i sintomi che ho non sono riconducibili a tale dicitura, non mi è stato detto nemmeno di controllarla e di non proseguire con le mie ricerche perché ha capito subito che io temevo una idromielia/sieromielia e da questo punto di vista mi ha rassicurata; sono contenta di aver escluso il problema sclerosi, perché era quella la mia fobia, ma ora mi ritrovo da punto a capo, sono veramente stanca, ho questi sintomi da 4 anni circa e non è possibile che la dilatazione non c’entri minimamente; se non avessi avuto una sintomatologia, non mi sarei preoccupata più di tanto, ma visto che i sintomi ci sono eccome, non vorrei che tralasciando il problema possano peggiorare nel tempo. Cosa mi consiglia di fare ?

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la sclerosi multipla era già stata esclusa dalla RM negativa per lesioni demielinizzanti.
Riguardo la visita neurologica, il Collega, con l’indubbio vantaggio di avere visionato direttamente le immagini dell’esame, Le ha confermato quanto detto in questo consulto, solo che la mia era solo un’impressione a distanza.
Inutile dire che concordo perfettamente con quanto Le è stato detto. Dissento solo dal consiglio di non fare un controllo RM, a mio avviso tra 8-12 mesi sarebbe opportuno effettuarlo.
Cosa fare? Innanzitutto cosa Le ha detto il neurologo? La sua diagnosi?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 386XXX

Grazie per la risposta; il neurologo non ha visionato direttamente le immagini, ha letto solamente il referto e come causa ai miei sintomi ha collegato un’ansia psicosomatica; il controllo sarebbe opportuno per cosa ? Nel mentre io continuo a tenermi la mia carrellata di sintomi senza avere una diagnosi ? È così difficile capire se si tratti di sieromielia o no ? Anche perché se non era nulla di importante non ci sarebbe stato bisogno di fare controlli periodici nel tempo

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un controllo RM midollare sarebbe opportuno per vedere se ci sono modificazioni del reperto, per il resto, sempre riferendomi al referto, non vedo motivi di preoccupazione.
Se non è soddisfatta può sentire un secondo parere neurologico.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente 386XXX

In questi anni ho cambiato 3 neurologi... comunque grazie per la disponibilità, farò quanto detto da lei, buona giornata

[#24] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Se vuole può farmi sapere eventuali sviluppi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro