Utente
Buonasera, mia madre ha effettuato una Tac al cranio per il rallentamento ideomotorio, tremore delle mani e del capo.
In trattamento con TAO per fibrillazione atriale.
Il referto e' stato questo: Diffusa ipodensita' della sostanza bianca dei centri semioviali ed in sede periventricolare a patogenesi ipossico-vascolare cronica.
Sistema ventricolare in asse, dilatato per atrofia sottocorticale.
Atrofia corticale diffusa, maggiormente evidente al vertice.
Dovrei preoccuparmi?
Ringrazio anticipatamente

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

è fondamentale conoscere l’età della Mamma. Grazie.
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Ha 77 anni. Grazie

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

alla TC cranio-encefalica è stato riscontrato un duplice problema, uno vascolare rappresentato da deficit di ossigenazione ed uno cellulare che consiste in una sofferenza dei neuroni (cellule nervose) con una parte di questi che hanno perso la loro funzione, quest'ultima condizione può essere responsabile di eventuali problemi cognitivi e di memoria.
Da valutare clinicamente il tremore ed il rallentamento ideomotorio che possono anche essere in relazione tra loro.
Faccia vedere la TC ad un neurologo, anche per fare seguire la Mamma nel tempo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio per aver risposto cosi' celeremente ed esaustivamente.Tra un mese ha il controllo neurologico.Avrei un ulteriore domanda...c'e' qualche possibilita' che il tutto sia dovuto all'uso del Cumadin per la sua fibrillazione atriale?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

no, nessun rapporto causale tra il Coumadin e le alterazioni riscontrate, anzi il farmaco è "protettivo" riguardo la vasculopatia cronica, cioè la "Diffusa ipodensita' della sostanza bianca dei centri semioviali ed in sede periventricolare a patogenesi ipossico-vascolare cronica", forse senza il coumadin il problema sarebbe stato maggiore.
Sull'atrofia cerebrale invece non ha nessuna influenza.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Grazie mille :)

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buon fine settimana e un affettuoso saluto alla Mamma
Dr. Antonio Ferraloro