Utente 329XXX
Salve, dottore ho fatto da poco una tac e il referto mi riporta:minimi esiti lacunari a sede subinsulare da ambo i lati.Areola ipodensa d presumibile significato ischemico a sede lentico-capsulare sx. Il medico radiologo e il curante mi hanno consigliato una rm con mazzo di contasto;sinceramente mi hanno detto di non preoccuparmi saranno esiti pregressi ma non sanno dirmi dovuti a cosa. Le racconto che durante tutte e due le gravidanze ho avuto il diabete gestazionale e per molti mesi ho dovuto osservare assoluto riposo per minaccia di parto pretermine.Alla seconda gravidanza verso la fine della gestazione durante una notte ho avuto un risveglio spaventata per pochi secondi una sensazione di paresi al braccio dx .Potrebbe essere stato quell'episodio la causa di questi esiti ischemici rilevati?la visita neurologica non e' a breve ,mi potrebbe dare la sua opinione? recentemente ho un malore mentre ero alla guida dell'auto,con una sensazione di scossa elettrica lungo il dorso fino al cranio e sensazione di collasso ed e' per questo motivo che ho fatto queste indagini. Alla colonna ho dei problemi.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

i "minimi esiti lacunari" generalmente passano inosservati, il paziente non avverte nulla.
L'episodio della sensazione di paresi al braccio destro di pochi secondi è dubbio in quanto, essendo avvenuto nel sonno, potrebbe anche essere il comune "braccio addormentato" dovuto a compressione dell'arto sotto il peso del corpo o a strane posture assunte nel sonno.

Le consiglio di effettuare una visita neurologica e gli eventuali esami diagnostici che il neurologo potrebbe prescrivere, a cominciare da una RM encefalica e finire agli esami del sangue (anche per la ricerca di eventuali fattori trombofilici) e ad accertamenti cardiologici.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 329XXX

Grazie per la risposta.Questa tac e' stata preceduta da un'altra due anni fa per meningismo e febbre, in quell'occasione il radiologo (lo stesso di ora) mi ha detto che questa area era gia' presente ma non era stata interpretata come ora ( non so perche' visto lo stesso medico); fu seguita una rm diretto che non evidenziava nulla.il curante mi dice di non preoccuparmi visto che l'area e' la stessa e di aspettare a fare la di nuovo rm con contrasto.Gli esami della coagulazione sono nella norma ho fatto anche omocisteina e ecg.sono un soggetto con predisposizione al diabete (diabete gestazionale in due gravidanze ) e ora positiva alla curva da carico (intolleranza glucidica), ho avuto episodi di ipoglicemie tardive dopo 3 ore dalla colazione.Mi dica se aspettare o fare altre indagini,grazie

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la visita neurologica per quando è prenotata?
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 329XXX

La visita neurologica prenotata per il 20 dicembre.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Considerato che è tra pochi giorni faccia prima la visita neurologica e veda cosa Le consiglia il Collega che ha l'indubbio vantaggio di visitarLa di persona e di visionare le immagini direttamente.
Se vuole può farmi sapere l'esito della visita.
Stia serena.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 329XXX

La ringrazio per la disponibilita',certamente la terro' informata.Saluti

[#7] dopo  
Utente 329XXX

Salve,Dottore ultimamente ho fatto rm encefalo con mezzo di contrasto ecco l'esito:piccola immagine pseudocistica in sede lentico-capsulare sx corrispondente a una dilatazione di uno spazio liquorale perivascolare,presente anche in un precedente controllo del 2011 e rispetto a questo del tutto invariata.La dilatazione degli spazi perivascolari e' di tipo parafisiologica e non ha carattere di patologia.La posturologa dalla quale vado per formicolio alle mani notturno mi chiedeva se questo poteva essere in relazione a una pressione sui nervi perche secondo lei il mio problema non dipende dal nervo mediano ma da una rlblema di circolazione notturno.Lei che ne pensa ? Mi spiega il significato della rm, il radiologo mi ha detto di stare tranquilla.Grazie

[#8] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le confermo quanto detto dal radiologo, cioè che il reperto riscontrato non è da considerare patologico, inoltre non risulta alcuna compressione su nessuna struttura centrale, almeno per quanto riguarda il reperto della RM encefalica.
Per quanto riguarda il formicolio notturno all'arto superiore, potrebbe invece essere da causa compressiva periferica, un'EMG potrebbe chiarire il problema.
Non ha effettuato la visita neurologica prenotata per dicembre?
In caso affermativo, cosa Le ha detto il neurologo?

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente 329XXX

Salve dottore la visita neurologica di dicembre era per la medicina preventiva del lavoro durante la quale il medico si e' soffermata a visionare la tac e rm che le ho menzionato.Mi ha suggerito se si ripresenta il sintomo di scossa alla schiena di fare una rm cervicale e dorsale visto le mie problematiche passate(ho storia di ernie lombari per lavoro ).EMG gia fatto in passata c'era qualcosa mi dissero di leve entita' non da intervento.Continuo a fare sedute da posturologa che mi toglie il fastidio ma il miglioramento dura pochi giorni.Probabilmente in futuro faro' Emg.La ringrazio del tempo.

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ok, segua le indicazioni della neurologa e, se vorrà, potrà farmi sapere.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro