La cornea sottile rendeva impossibile l'intervento lasik,ma,se ho capito bene non il prk

Gent.mi dottori
sono un ragazzo di 31 anni miope (-8,00 ad occhio) ed avevo deciso di fare l'intervento agli occhi.Ho fatto gli accertamenti,di cui non mi è stata rilasciata copia/notizia dalla clinica,e dove però parlando col mio oculista,mi dice che c'è un problema di cornea sottile,dovuta,si spera,ad utilizzo eccessivo di lenti a contatto.In caso contrario il problema è costituzionale.L'ho visto onestamente dubbioso sulla possibilità di intervenire,il che mi fa pensare che il problema sia serio e non dovuto alle lenti a contatto.Da percisare che ho fatto tali accertamenti dopo 19 giorni in cui sono stato senza lenti a contatto.Secondo voi è possibile che dipenda dall'uso delle lenti a contatto?
Tra 20 giorni ripeterò le analisi,e se il problema è risolto allora si potrà intervenire.Vi chiedo,in caso questo problema di cornea sottile è costituzionale,non c'è alcuna possibilità di intervenire?In quanto avevo letto che proprio la cornea sottile rendeva impossibile l'intervento Lasik,ma,se ho capito bene non il PRK.Quali sono i rischi?
Ringrazio anticipatamente chiunque voglia rispondere e chiunque mi possa eventualmente consigliare un centro specializzato.Insomma,ero deciso ad effettuare l'intervento dopo tanti anni.Sono molto amareggiato.
C'è qualche centro specialistico di primissimo ordine,anche europeo?Sono disposto a tutto pur di togliere questa schiavitù di occhiali e lenti a contatto.
[#1]
Dr. Antonio Pascotto Oculista 3k 84 186
Gentile utente,

Dopo 19 giorni di non-uso di lenti a contatto, è molto improbabile che il Suo assottigliamento corneale possa dipendere da fattori esterni.

Spesso, con la PRK ci si può spingere un pochino oltre rispetto alla LASIK ma, se la cornea è molto sottile, diventa rischioso anche un eventuale intervento di PRK. A questo punto, se Lei è molto motivato nel voler eliminare gli occhiali, le rimane la soddisfacente opzione dell'impianto di lenti fachiche ( www.oculisticapascotto.com/01/index.php?section=57 ).

Non credo sia il caso di girare l'Europa. Noi di Medicitalia siamo a disposizione per qualsiasi informazione supplementare e per metterLe a disposizione tutto ciò di cui potrebbe aver bisogno.

Saluti!

Dottor Antonio Pascotto
Tel. 081 554 2792
www.oculisticapascotto.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gent.mo dottore,nel ringraziarla per la risposta volevo dirle che in effetti ho intuito che è quanto pensava il mio oculista.Come le dicevo,forse vedendomi affranto ha cercato di dirmi che,poichè mi è stato detto di ripetere gli esami,potrebbe darsi che era un problema legato alle lenti a contatto.
Ma le chiedo questo:può dipendere anche dal veramente eccessivo abuso delle lenti a contatto (morbide) e tenute anche di pomeriggio durante un riposo o tenute anche 16 e più ore?
E la tecnica di cui lei mi consiglia,sinceramente ne avevo già sentito parlare,ma si tratterebbe sempre di un corpo "estraneo" agli occhi?quali sono i rischi rispetto al laser?e eliminerebbe definitivamente l'uso degli occhiali e lenti a contatto?
è più dolorosa?necessita maggiore degenza?e sarebbe fattibile in virtù di questo problema di cornea sottile?
Grazie ancora per le risposte.
[#3]
Dr. Antonio Pascotto Oculista 3k 84 186
Gentile utente,

L'uso, ancorché smodato, delle lenti a contatto, non porta ad un assottigliamento dello spessore corneale.

Le lenti fachiche sono certamente un corpo estraneo negli occhi, ma sono fatte di materiali leggerissimi ed inerti (silicone o polimetilmetacrilato) che vengono utilizzati da decenni per i nostri interventi di cataratta, SENZA dare alcun fenomeno di intolleranza o reazione allergica. In questo tipo di intervento, si corrono grosso modo gli stessi rischi che si possono avere per un intervento di cataratta (l'intervento più eseguito al mondo). L'intervento viene fatto per eliminare in maniera definitiva sia gli occhiali che le lenti a contatto, è decisamente MENO doloroso rispetto ad un intervento di PRK, non necessita di degenza ospedaliera e la convalescenza è di circa 24 ore. Può essere eseguito tranquillamente anche in cornee sottili.

Saluti!
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gent.mo dottore,leggo nei miei msg che ho dimenticato di scrivere credo la cosa più importante.
Qual è il rischio che si corre intervenendo con PRK sulla cornea sottile?Cioè è rischioso tale intervento perchè?Cosa comporterebbe?
Grazie ancora
[#5]
Dr. Antonio Pascotto Oculista 3k 84 186
Un assotigliamento eccessivo della cornea può, potenzialmente, creare problemi strutturali e determinare, così, uno sfiancamento (ectasia) della cornea, con conseguente deficit della qualità visiva.

Saluti!

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio