x

x

Sbandamenti con forte tensione alle orecchie

Gent.mi dott.ri ho 45 anni e da circa 1 anno soffro di una sensazione di sbandamento accompagnata spesso da una forte tensione alle orecchie con senso di ovattamento di pienezza altre volte sento qualche acufene sintomi che si amplificano alcune volte quando attraverso qualche stato emozionale particolare O anche banale come l'intrattenermi in una semplice discussione. Il tutto negli ultimi tempi penso si sia cronicizzato perche queste sensazioni sono quasi continue.I miei valori pressori sono buoni 130 -80.
Il tutto parlando con il medico di base e' stato classificato come somatizzazioni da ansia
Per quanto tempo ancora devo sopportare questi fastidi?
Capisco la domanda stupida ma voi cosa potete consigliarmi?
Grazie anticipatamente
[#1]
Dr. Alex Aleksey Gukov Psichiatra 2.8k 118 6
Gentile utente,
di primo acchito avrei consigliato una visita otorinolaringoiatrica. Vorrei chiederLe però se riesce a descrivere più in dettagio quello che Lei indica come "acufene"?

Dr. Alex Aleksey Gukov

[#2]
dopo
Attivo dal 2011 al 2014
Ex utente
La mia e' come la sensazione di ottundimento
Come se sentissi una sorte di fischio o sibilo in entrambe le orecchie.
A dicembre scorso l'otorino mi ha riscontrato nell'orecchio dx una leggera retrazione timpanica dovuta forse ad uno sbalzo ipertensivo.
Questa sensazione ripeto mi si acuizza quando sono sotto stress emotivo anche l'intrattenere una discussione importante con sensazione di giramento di testa
Tutto ciò e' inesistente quando sono calmo e rilassato o mnon lavoro. Grazie
[#3]
Dr. Alex Aleksey Gukov Psichiatra 2.8k 118 6
Confermo che sarebbe il caso di farsi vedere di nuovo dall'otorinolaringoiatra.

Molti sintomi delle malattie fisiche avvertiti dalla persona come spiacevoli implicano la compartecipazione dei meccanismi che regolano le emozioni (altrimenti non sarebbero percepiti come spiacevoli), dunque, possono anche amplificarsi o scatenarsi dai vissuti emotivi. In tali situazioni si parla dei disturbi psicosomatici (che hanno entrambi i componenti).

Alcuni sintomi somatici possono essere amplificati anche semplicemente dagli sforzi (che ci sono sia nella'ttività fisica che emotiva).

Nel caso delle somatizzazioni il componente somatico non c'è.

Non posso fare via internet la diagnosi differenziale fra le suddette possibilità: è essenziale la visita specialistica (otorinolaringoiatrica) che escluda o individua un disturbo somatico. Visto che è stata già riscontrata la retrazione timpanica, la seconda possibilità non si può escludere.