Utente 492XXX
Gentili,
per la mia ansia sociale assumo trilafon paroxetina ed anafranil. Al bisogno prendo l alprazolam. Che differenza c'è col tavor? Pensate sia la benzodiazepina più indicata? Lo psichiatra mi ha prescritto l inderal ma ho capito che il problema non è cardiaco ma proprio l inibizione emotiva
Grazie

[#1] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Infatti l'inderal è indicato per la tachicardia provocata dal disturbo di ansia, il suo psichiatra le ha fatto una prescrizione adeguata e deve seguire i suoi consigli. Idem per quanto riguarda la scelta delle benzodiazepine come alprazolam o lorazepam.
Il lorazepam ha un effetto più prolungato nel tempo. Il rischio per entrambe è la tolleranza e la dipendenza quando se ne abusa, quindi si riferisca al suo psichiatra con visite di controllo regolari.
Franca Scapellato

[#2] dopo  
Utente 492XXX

Ma non avendo i risultati sperati come vedreste un raddoppio a 40mg della paroxetina da provare per 2 settimane ?

[#3] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Non possiamo dare indicazioni sulla terapia senza una visita diretta, chieda al suo medico.
Franca Scapellato

[#4] dopo  
Utente 492XXX

Gentile Dottoressa,
oggi un altro psichiatra mi ha detto che il dosaggio dell anafranil è troppo basso e che comunque non va associato alla paroxetina. Le risulta? Grazie

[#5] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Lo specialista l'ha visitato e ha ascoltato la sua storia clinica, dando un giudizio in base a questo.
Si dovrebbe iniziare con un farmaco antidepressivo. Se questo alla dose più alta consentita, non è efficace, si prova con un altro farmaco della stessa classe o di una classe diversa. A giudizio dello specialista in base a valutazioni fatte caso per caso si può utilizzare l'associazione di due o più antidepressivi, dopo aver accertato che un solo antidepressivo al dosaggio più alto tollerato non è efficace.
Dal momento che il suo problema è la fobia sociale aggiungo che i farmaci, anche quando efficaci, garantiscono solo la riduzione e la gestione dell'ansia e del malessere. Se le competenze sociali non sono state acquisite a causa della patologia, che ha impedito corrette interazioni con le persone, è utile associare una terapia di tipo cognitivo.
Franca Scapellato