Utente 494XXX
Salve sono forse 10 anni che soffro di fobia sociale con attacchi di panico lievi in quelle circostanze in cui mi trovo in difficoltà (luoghi chiusi, situazioni di disagio con persone difronte a me, dove inizio a sudare e ad agitarmi ecc ecc)

Ho iniziato ad inizio agosto una terapia con Daparox, prescritto dal medico
Ho preso per il primo periodo le gocce, solo 8 al giorno per vedere come reagivo alla terapia.
Non notando nessun cambiamento (in meglio ed in peggio), ad inizio settembre ho iniziato con le compresse e con la dose consigliata di 1 al giorno la mattina dopo colazione come da indicazione del medico e del foglietto illustrativo.
Bhe è passato un mese e mezzo e devo dire che non ho notato dei cambiamenti sostanziali..
Nelle situazioni di disagio, mi compaiono sempre gli stessi problemi che mi portano ad agitarmi, a sudare e ad andare totalmente nel panico fin quando poi passa (si spera) dopo un bagno di sudore.

Il medico mi ha detto di continuare questa terapia fino a Natale circa per vedere se a lungo termine da dei benefici
Però leggo spesso in giro che con questi farmaci i risultati si vedono dopo qualche settimana max un mese..
Voi cosa mi potete dire?

(Effetti collaterali ZERO)

Grazie a chiunque mi dia un parere

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Dopo un mese, in assenza di qualsivoglia miglioramento, compresa la reazione da esposizione alle situazioni temute, consigliabile un cambiamento di dose o molecola.
Aspettare altri due mesi può avere un senso in caso di miglioramento in corso, in assenza di miglioramento mi pare un po' attendistica come strategia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 494XXX

La ringrazio per la risposta immediata.

Si effettivamente non noto miglioramenti considerevoli in quelle circostanze particolari (c’è da dire che ad inizio terapia ero giù di morale per la chiusura di una relazione, e stavo moralmente male tutto il giorno oltre alle situazioni sopra indicate)

Adesso moralmente sto “quasi” bene, ma può essere pure che sia solo un miglioramento fisiologico dato che sono passati mesi dalla chiusura della relazione, e quindi non un miglioramento dato dal farmaco..

Persiste però il disagio elevato nelle condizioni particolari, quindi cene, discussioni personali, luoghi chiusi con persone che ti guardano ecc ecc
In queste circostanze continuo ad avere attacchi di sudorazione ed agitazione che mi bloccano. E comunque continuo ad EVITARE queste situazioni cercando di non andare proprio (quindi non cenando fuori ecc)

Lei pensa che aumentando il dosagio ad 1 pillola e mezzo, possa essere un tentativo valido?

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
I tentativi non li faccia da solo né usi questi commenti per trarne indicazioni. Li faccia sempre indicare da un medico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 494XXX

Lo so ha ragione...
Però il medico in questione mi ha detto di continuare così fino a Natale.....