Utente 421XXX
Salve sono anni che soffro di ansia depressione, da anni faccio abuso di alcool,avendo paura dei farmaci mi autocuravo con l alcol, diventando così dipendente.dopo 6/7anni consapevole che ero arrivata al termine, non uscivo più di casa se non bevevo, non mi allontanavo più di casa non lavoravo più non facevo niente da lucida ero in ansia forte avevo crisi di panico, la mattina mi svegliavo con attacchi di ansia tremavo tutta,mi calmavo solo bevendo.mi recai da una psicologa che a giorni alterni non toccavo alcol,dopo poco tempo in seguito ad un grande trauma iniziarono i miei pensieri intruisivi tipo impulsi, di buttarmi dal balcone, di uccidere mia sorella di far del male alle persone care.subito dopo una grande angoscia. Mi recai da una psichiatra che mi diagnostico una depressione ansiosa, una cura durata poco perché poi ricadetti di nuovo nel alcol ma aggiungendo anche gioco d'azzardo.iniziai a vivere una vita sbandata facevo di tutto per procurarmi soldi per giocare, ho rubato i miei a mia sorella, avevo impulsi forti che dovevo giocare.ma la mia ansia forte non mi faceva vivere,continuando a non poter essere in grado di far nulla se non con l alcol, molte volte cercavo di non bere ma lo portavo sempre in borsa perché per me già al pensiero di averlo mi tranquilizzava.ho cambiato diversi psichiatri con diversi farmaci, tra antidepressivi, stabilizzatori, antipsicotici, ma l unica cosa che mi avevano tolti erano i pensieri brutti, ma ansia forte e dipendenze rimanevano. Ho provato a stare mesi senza bere, ma quando vedo che le medicine non mi danno l effetto sperato ricado Nell alcol. Ultima psichiatra mi ha dato en gocce 10 mattina e 10 di sera e fluvoxamina 50 la mattina prenotandomi un appuntamento con una psicologa, è appena una settimana che le prendo, so che ci vorrà tempo per vedere i risultati ma sto troppo male. Non bevo da una settimana, ma gli impulsi al gioco ci sono sempre, soffro di ansia generalizzata tutta la giornata non mi molla un attimo, non ho più stimoli di vita, ho paura di restare da sola a casa, paura di perdere i miei, paura della vita. La mattina dormo tanto, è l unico momento che non ho ansia i sono ritornati i pensieri brutti, e a volte sento una forza dentro di me di rabbia come volesse esplodere ed ho paura di cosa mi potrebbe succedere. non so più che fare ho dipendenze, ho l ansia ho depressione, pensieri brutti. A volte penso che l unico rimedio sarebbe chiudermi in un ospedale, una comunità perché non ho più le forze di combattere.dott la mia domanda si può soffrire di tutti questi disturbi? Si può essere malati psicologicamente e soffrire anche di dipendenze? Non so da dove iniziare e cosa più fare, so solo che sto male. E poi mi chiedo se queste dipendenze siano dovute al fatto che voglio scappare dalla realtà perché non sono in grado di affrontare. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Primariamente andrebbe trattato il suo problema di dipendenza con dei programmi adeguati ed eventualmente una valutazione di inserimento in struttura presso il Sert di competenza.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 421XXX

Capisco dottore ma il mio dubbio è se sia stata la mia depressione o quel che sia a portarmi alle dipendenze, cioè bisogna trattare prima la depressione per eliminare le dipendenze, o prima le dipendenze per curare la depressione o qualsiasi disturbo io abbia?

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Le dipendenze restano un problema per cui vanno affrontate per prime
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it