Utente 461XXX
Salve, ho 23 anni e soffro da più di 10 anni di ansia e attacchi di panico che mi hanno invalidato la vita. Al livello farmacologico in questi anni ho assunto Zoloft che poi mi è stato sospeso perchè stavo abbastanza bene e poi dopo una brusca ricaduta la Fluoxetina che non mi ha fatto nulla se non peggiorare le cose. Il tutto accompagnato sempre da Xanax al bisogno che però mi da da sempre fastidi che a loro volta mi inducono ansia come stordimento o senso di giramento di testa. Interrotta la Fluoxetina ho passato 4 anni senza assumere nulla se non appunto xanax al bisogno fino a che mi sono rivolta a un'altro psichiatra privato. Dopo un rapido cambiamento da Olanzapina a Abilify che non hanno fatto altro che scatenarmi panico, lo psichiatra mi ha prescritto lo Zoloft dapprima a 50 mg poi a 75 e Solian 100 mg. Qualche mese dopo l inizio della terapia mi sono accorta della galattorrea e della prolattina molto alta, e lo psichiatra ha deciso di farmi togliere il Solian di botto senza scalarlo. Sono stata malissimo tornando a quello stato di panico e ansia e agitazione che avevo mentre prendevo l Olanzapina. Pertanto il medico mi ha ridato il Solian, ho intrapreso una nuova psicoterapia e ho fatto notevoli passi avanti ma ho continuato a tenermi galattorrea e prolattina alta e un notevole aumento di peso. Visto questi effetti collaterali l intento è stato sempre quello di toglierlo e quindi lo sto scalando da mesi fino a farmi gli ultimi 2 mesi a 25 mg e a toglierlo completamente una settimana fa. Da quando l ho tolto sto malissimo, i primi giorni ho subito notato un aumento dall'ansia ma più passano i giorni e più è peggio perchè più che ansia è come se provassi una sorta di agitazione fortissima, come se mi sento impazzire e ho paura. Ci sono momenti della giornata in cui riesco a calmarmi autoconvincendomi ma poi è come se il mio cervello tornasse a frullare, non riesco a fermare i pensieri, neanche di notte, sono sempre in preda all' agitazione tanto che ho paura di impazzire. E la stessa cosa me la fece lo scorso anno quando provai a interromperlo. Sicuramente io poi sentendomi cosi mi ci spavento sopra ma penso lo farebbe chiunque, non riesco a capire quanto effettivamente è mia paura o altro. Considerando che sono molto sensibile ai farmaci tanto che anche quando ho iniziato questa terapia sono stata malissimo con vomito, vertigini e nausea, è possibile che seppur ho fatto una sospensione lenta questo stato di "frullatore di agitazione" in testa (che a sua volta mi mette paura soffrendo io di ansia) sia un effetto da sospensione del Solian? È passeggero? In quanto dovrebbe rientrare?

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Innanzitutto concentrerei l'attenzione sulla diagnosi, perché le cure riferite in gran parte non tornano con il discorso "ansia e panico", in quanto sono indicate per altro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 461XXX

La diagnosi è attacchi di panico e disturbo fobico, sono stati cambiati diversi farmaci perchè nulla mi ha portato a uscire da questa storia. Comunque mi risulta che un antipsicotico a basso dosaggio si da per ansia quindi non capisco cosa non tornerebbe. Non è comunque questo il punto, potrebbero essere sintomi da sospensione? Passeggeri? È inevitabile che già io soffrendo di questo disturbo sentendomi cosi sia molto molto impaurita e preoccupata

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non torna che non sono certamente le cure standard che si usano in prima battuta in situazioni del genere.
Il punto invece è questo, perché se non è chiara la diagnosi, l'interpretazione di sintomi si attribuiscono a cose sbagliate.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 461XXX

Salve dottore, come dicevo in prima battuta sono stata curata con Zoloft e ansiolitico per anni e dopo la ricaduta con la Fluoxetina che non mi ha portato assolutamente a nulla. Visto che questi farmaci erano stati già provati quando ho cambiato psichiatra mi ha chiesto di passare ad un minimo dosaggio di Olanzapina per contenere l ansia e che invece ha fatto il risultato opposto, mi ha fatto quindi passare immediatamente all Abilify che ha fatto ancora peggio portandomi a una situazione estrema di panico e quindi mi ha segnato lo Zoloft 50 mg e il Solian 100 mg, mi ha sempre spiegato che il Solian a quel dosaggio funzionava in me come una sorta di tranquillante, non so se me lo ha prescritto per contenere la situazione che aveva creato l Olanzapina e l Abilify oppure lo avrebbe usato comunque. Comunque come spiegato lo sto scalando da mesi perchè mi ha dato da subito galattorrea. Crescendo ho capito che in tutti questi anni ho sbagliato psicoterapia rivolgendomi per anni sempre alla stessa anche se continuavo a stare male. Quest anno cambiando ho avuto molti progressi e probabilmente col senno di poi sarebbe bastato lo Zoloft con l ansiolitco ovvero benzodiazepine affiancati alla giusta psicoterapia. Ora togliere in Solian e sentirmi in questo modo come descritto nel mio primo post mi sta totalmente destabilizzando..vorrei pertanto capire se potrebbe essere un effetto passeggero da sospensione di cui io mi sto impaurendo?
Oppure magari era il farmaco sbagliato e può avermi fatto male se una volta sospeso sto cosi? Nel senso che se non era il farmaco giusto da usare in questo disturbo può avermi creato dei danni?

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il percorso sul piano della coppia diagnosi-terapia, non torna dal momento in cui fanno il loro ingresso farmaci di altro tipo.
Tolto lo zoloft, tolta la fluoxetina, rimangono numerose opzioni anti-panico, anti-ansia in generale. Non può essere casuale che si siano succeduti tre tentativi tutti a base di farmaci antipsicotici atipici, usati sì come farmaci integrativi o potenziatori, ma come ultime risorse.
Se erano sbagliati, per così dire, non hanno cambiato niente di che tranne il fatto che prenendoli non hanno funzionato o è stato bene. Ripartirei però dalla diagnosi per capire se c'era una logica diagnostica, oppure no.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 461XXX

Salve dottore, credo che infatti siano stati usati come ultima chance visto che sono in questa situazione da 10 anni, non considerando magari che invece fosse sbagliata la psicoterapia. Pensa sia stato meglio quindi tornare a Zoloft + Benzodiazepine ? La situazione di ansia accentuata e senso di smarrimento potrebbe essere causata dall sospensione del Solian?

[#7] dopo  
Utente 461XXX

La situazione di ansia accentuata e senso di smarrimento potrebbe essere causata dall sospensione del Solian? È temporanea?

[#8] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Appunto, non vedo "aria" da ultima chance, visto che tolti quei due classici anti-ansia, ce ne sono svariati altri. A meno che una ragione diagnostica non induca a cambiare rotta e usare farmaci di altro tipo. Anche in questo caso non con una logica da ultima chance, ma semplicemente con una logica di diagnosi cambiata nel tempo.

Non è possibile stabilire a cosa si debbano sintomi generici di ansia, rientrano anche nei sintomi di base del disturbo presumo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 461XXX

Non credo sia però possibile che questa angoscia e disperazione e ansia siano solo il mio disturbo, sto leggendo in internet che tutti quelli che smettono di prendere questo farmaco stanno cosi tanto è vero che sono costretti a riprenderlo come fosse una droga.
1-Ritiene che tamponare con 10 gocce di prazene tre volte al giorno sia sufficiente?

2-posto che siano effetti da sospensione Entro quanto devono passare questi disturbi?

[#10] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
1- non si danno indicazioni su cure da assumere
2- gli effetti da sospensione sono noti, differenziarli dai sintomi del disturbo non sempre è possibile, proprio perché può seguire lo stesso meccanismo. Con lo scalaggio graduale gli effetti da sospensione sono improbabili.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it