Utente 404XXX
Buongiorno,
Assumo una pastiglia di sereupin al giorno da quasi 2 anni a causa di ansia generalizzata e attacchi di panico dopo la nascita del mio bimbo. Con questa cura sono tornata a stare benissimo, l’unico lato negativo e che ho preso 16kg. Da circa un mese ho iniziato a calare (ora prendo mezza pastiglia al giorno) in previsione di una futura gravidanza l’anno prossimo.
Da circa 3/4 giorni non sto molto bene, penso sia più una forma influenzale perché ho un gran dolore cervicale (ho parecchie contratture da tempo), raffreddore, mal di gola, affanno, un po’ di ansia a volte.. il mio medico sostiene che le contratture e i dolori possano essere effetti collaterali dati dalla riduzione della cura. Volevo sapere potrebbe essere oppure può essere tutto legato a questa simil sindrome influenzale? Gli effetti collaterali da sospensione dopo quanto cominciano a vedersi? Grazie mille in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Cioè se ha raffreddore e mal di gola, e ipotizza una sindrome influenzale, cosa possiamo discutere proprio in questo momento ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 404XXX

Ma chiedevo perchè ieri ho contattato il mio medico dicendogli che da giorni avevo un forte dolore cervicale che mi dava anche la nausea e lui ha ipotizzato che tutto ciò possa anche venire dalla sospensione delle pastiglie e quindi volevo appunto sapere quali sono i "sintomi" da sospensione, e se davvero questi sintomi potevano rientrare. Ho anche diarrea da circa una settimana.
Ho ipotizzato poi una simil sindrome influenzale perchè da ieri ho anche mal di gola, raffreddore e dolori soprattutto alla schiena.
Sono anche più nervosa ma sto dando la colpa al fatto che fisicamente non sto benissimo, ma il mio medico mi ha messo la pulce nell'orecchio.
Poi volevo anche sapere, dopo quasi 2 anni di cura è possibile una ricaduta una volta sospesa la cura?
Spero di essermi spiegata meglio.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
D'accordo, ho capito il punto, ma certamente se nel contempo sta avendo mal di gola e raffreddore non mi pare il momento più chiaro per stabilire se si tratti di sintomi di ricaduta.

L'unica cosa che non capisco è in che senso "calare" per una previsione di gravidanza futura, addirittura un anno prima. Le hanno detto che non è compatibile in assoluto con la gravidanza e che la cura va smessa un anno prima ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 404XXX

Si diciamo che ci piacerebbe avere un secondo figlio, cominciando a “provare” da marzo/aprile e mi ha detto di cominciare a calare perché ci vuole tempo per arrivare a sospenderlo del tutto.. E che sereupin è meglio non prenderlo in gravidanza (questo me lo disse anxhe la mia ginecologa quando gli chiesi)..

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Un anno per sospendere il sereupin ?

"E' meglio" non prenderlo in linea generale, cioè se uno sta molto male con depressione e ansia il consiglio rimane di non prenderlo ?

Mi pare che tutte queste valutazioni siano fatte senza contare per niente la malattia e il suo decorso.

Esiste comunque un numero verde 800883300 e un sito http://www.farmaciegravidanza.gov.it/ su cui reperire le informazioni.

Che poi calando si possano riprensentare i sintomi mi pare che lo sappia già, non si tratta di "sospensione", si tratta della malattia di partenza, ecco perché dico che mi pare si metta in conto tutto tranne quella.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 404XXX

Grazie per tutte le informazioni.
Ma se dovessi vedere che la malattia torna, anche solo calando il dosaggio, lo farò presente e chiederò di tornare al dosaggio precedente cioè una pastiglia al giorno. Perché non voglio assolutamente tornare a stare male.