Palpitazioni notturne alla stessa ora

Buon pomeriggio, sono abbastanza ansiosa e in passato ho sofferto di attacchi di panico tachicardie palpitazioni e tutti gli annessi e connessi riguardo queste problematiche.
Sono stata curata mio psicologo e sono sempre andate a buon fine le cure.
Sono più di una perché ci sono stati due episodi che hanno sconvolto la mia vita.
Un problema di lavoro mobbing e poi dopo 8 anni la morte di mio padre.
Poi i problemi di tutti i giorni comunque mi facevano vivere in stati ansiosi che avevo imparato a gestire.
Ho fatto in passato ecocardio.
Esami tiroide.
L’ultimo elettrocardiogramma risale a gennaio 2021 e l’ultimo holter 24 ore ad un anno esatto fa.
Sempre tutto nella norma.
Stavolta dalla fine di gennaio al 7 di marzo sono stata costretta a letto h24 a causa della compressione del nervo sciatico che mi ha praticamente scioccata.
Un dolore ed una invalidità permanente che non mi permetteva neanche di andare in bagno da sola.
Cortisone ed antinfiammatori a nulla sono serviti.
Quindi la mia paura cresceva di giorno in giorno.
Sindrome del piriforme ernia di media grandezza chi mi diceva una cosa chi un’altra.
La rm ha evidenziato una ernia, ma io mal di schiena non ne ho mai avuto, solo fortissimo dolore al gluteo e giù fino al piede, talmente forte che il mio medico di famiglia voleva darmi oppiacei, ma io ho rifiutato.
Ad oggi grazie ad un osteopata fisiatra sono riuscita a rialzarmi ed ora cammino anche se in piedi tutto il giorno non riesco.
Dopo questo evento traumatico per me è da circa una settimana che durante il giorno sto bene, cammino salite discese battito cardiaco accelerato nel modo giusto e niente palpitazioni.
E alla sera che il mio cuore si stravolge.
Precisamente dopo la mezzanotte mi viene una palpitazione incontrollata da distesa.
I battiti non sono accelerati sugli 80 quindi non ho tachicardia solo palpitazioni che se resto sdraiata fino al mattino e sto sveglia non passano.
Mi sforzo di dormire facendo finta di niente e dormo e mi passa mi sveglio nel sonno alle 3.30 in punto è come il mio corpo ha tempo di realizzare che sono sveglia ricomincia, mi riaddormento e al mattino con la luce del sole si manifesta più leggero scomparendo quando mi alzo.
Possibile che possa essere la mente così complessa e precisa da ricordarsi di farmi venire le palpitazioni solo di notte?
E poi perché non vanno via di notte e di giorno invece niente.
Può essere una patologia al cuore o solo qualcosa di psicologico.
?
Reflusso no perché sono attenta alla cena e ceno alle 18.
Analisi del sangue buone solo emoglobine 11, 7 invece di 12.
È la precisione con cui mi viene che mi lascia attonita e che dura fino a quando non mi addormento e se mi sveglio di notte mi ricomincia per poi smettere con la luce del sole quando mi alzo.
Il pomeriggio mi sdraio dormo ma non ho palpitazioni.
Grazie cordiali saluti
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35k 861 226
"e precisa da ricordarsi di farmi venire le palpitazioni solo di notte?"

Ma parla come se le palpitazioni fossero una cosa del cuore. E' una percezione. La frequenza non è particolare.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio