Desiderio ed eccitazione sessuale

Salve,sono una ragazza di 20 anni,da quando ho iniziato ad avere rapporti sessuali(da 6 anni)ho avuto soltanto cinque partner,quindi non troppa esperienza forse,con gli ultimi due ho avuto una relazione seria,mentre con gli altri pochi rapporti. Col mio attuale ragazzo con il quale sto ormai da due anni,le prime settimane non c'erano problemi anzi ci vedevamo ogni sera e non avevo problemi ne di desiderio ne di eccitazione,ma dopo credo 2 mesi neanche diciamo che non ho più sentito il bisogno di far sesso,ne di fare altro(tipo preliminari). Lui al contrario vorrebbe far l'amore tutti i giorni,ma a causa mia lo facciamo solo 1 o 2 volte a settimana(magari nel weekend perchè in settimana sono ancora meno trattabile perchè ho ancora meno predisposizione). Sono abbastanza riluttante anche al sesso orale,nonostante raramente lo pratichi perchè il mio ragazzo ne ha bisogno,(giustamente credo). Io studio psicologia,quindi so che ci sono molteplici fattori come lo stress,di cui soffro pesantemente,che influiscono sul desiderio,ma non credo sia solo il carico di pensieri a non farmi mai aver voglia di far sesso. Ci sono rare volte in cui invece ho voglia,ma vi parlo di una volta ogni 45 giorni mi sa,in quelle volte il sesso è appagante,ma quando io non ho voglia di conseguenza non ho lubrificazione e diciamo che non c'è molto trasporto. Io ho sofferto anche di candida e penso di soffrire a causa di questa malattia,che ormai mi sembra passata,di dispareunia,in quanto avendo anche una minima lubrificazione,la penetrazione è un pò dolorosa,anche a lungo andare quando la lubrificazione aumenta. Ovviamente col mio ragazzo,anche se il rapporto è un pò burrascoso a volte,sto da dio,come si suol dire..in ogni modo la mancanza di desiderio era presente anche col mio ex quindi non credo proprio dipenda "dall'amore verso il mio ragazzo". Non credo di avere blocchi psicologici..non l'ho mai considerato un problema fino a che non lo è diventato negli ultimi tempi in cui appunto faccio fatica ad eccitarmi e quindi quei pochi rapporti sono anche dolorosi. Preciso di non aver fatto più da due anni una visita ginecologica,ma non so bene se una ginecologa sia competente per risolvere questo tipo di problema. Quindi attendo con speranza le vostre opinioni e vi ringrazio in anticipo,sperando di non aver tralasciato importanti dettagli.
[#1]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Cara Utente,

la questione che ci sottopone non può trovare una risposta definita mediante questo tipo di consulto, senza un contatto diretto con lei.

Da quanto ci dice le è comunque chiaro che il problema non risiede nei sentimenti verso il suo ragazzo, quanto in altri fattori da identificare e che limiterebbero il suo desiderio sessuale.

Questa carenza però era presente anche durante la storia precedente, e ci dice che gli unici periodi nei quali le cose sono andate diversamente sono stati i primi tempi di ognuna di queste relazioni.
E' sì possibile che il suo scarso desiderio sia dovuto allo stress e al fatto che ha molto altro di cui occuparsi, ma è anche possibile che i brevi periodi nei quali ha sentito un maggiore desiderio abbiano rappresentato delle eccezioni e che la situazione attuale sia per lei la normalità.

Del resto l'intensità e frequenza del desiderio sessuale varia da persona a persona in base a molti fattori e anche all'importanza che viene assegnata ai rapporti intimi.

Se ho capito bene lei ci sta interpellando non perchè pensi di avere un problema, ma perchè la non coincidenza dei suoi desideri con quelli del suo ragazzo creano un problema di coppia.
E' così?

Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile ragazza,

ci dici di soffrire a causa della candida e di averne sofferto anche in passato...

Se stanno così le cose per prima cosa è indispensabile una visita dal ginecologo per comprendere e risolvere il problema.

Il rapporto doloroso potrebbe, per apprendimento poichè è un'esperienza sgradevole, indurti ad evitare di ricercare altri rapporti.

Quindi riassumento:

- visita ginecologica per risolvere il problema della candida e della scarsa lubrificazione (non è sempre e solo dovuto alla poca eccitazione sessuale) come primo step;

- solo se la visita sarà negativa, una consulenza psicologica per fare il punto della situazione.

Saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#3]
dopo
Utente
Utente
Vi ringrazio entrambe per la risposta,avendo fatto un corso di psicologia della sessualità so che la mancanza di desiderio non è un problema vero e proprio,non so se mi spiego,per me è diventato un problema da quando mi sento di non andare al mio ragazzo una vita sessuale appagante,perchè anche se mi sforzo ad avere rapporti quando non ne ho voglia,l'atto in sè per me è doloroso non avendo lubrificazione e quindi non riusciamo a far sesso comunque,se non per 5 minuti.
[#4]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
A parte questo come giudica la vostra relazione?

Il suo ragazzo che atteggiamento ha nei suoi confronti?

Ha notato se il calo del desiderio è avvenuto in concomitanza con qualche altro cambiamento (in senso peggiorativo) del vostro rapporto?
[#5]
dopo
Utente
Utente
La nostra relazione posso definirla intensa,diciamo che non abbiamo sempre un rapporto sereno,in quanto litighiamo spesso per delle cavolate,o perchè lui è parecchio geloso e possessivo,mentre io sono più "libertina". Abbiamo 8 anni di differenza quindi sicuramente lui sulla sfera sessuale è molto più esperto,mi ha anche detto di non aver trovato mai una ragazza che non avesse voglia di far sesso,ancora molto tempo fa e diciamo che accetta la cosa ma solleva spesso la questione. In ogni modo non posso dire che la nostra relazione sia peggiorata perchè dopo 2 mesi son cominciate le litigate che ora passati quasi 2 anni posso dire che sono diminuite un pò,ma il mio desiderio apparte il boom iniziale è stato sempre sulla stessa linea mi sembra.

Le posso in aggiunta dire che col mio ex non si litigava mai,mi lasciava fare tutto quello che volevo,fin troppo,ma ciò nonostante non c'era desiderio.
[#6]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
Se per il suo ragazzo non fosse un problema per lei lo sarebbe?
[#7]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
"so che la mancanza di desiderio non è un problema vero e proprio..."

Gentile ragazza,

in realtà il desiderio sessuale fa parte dell'attività sessuale ed è annoverato tra i disturbi (del desiderio) sessuale.

Perchè dici dunque che non è un problema vero e proprio?

[#8]
dopo
Utente
Utente
Dr. Massaro sinceramente non lo so..penso che non sarebbe un problema cosi importante per me dato che posso restare anche senza sesso.
La vita intima è importante per me..ma reputo 3000 volte più significativo il bacio rispetto all'amore come atto sessuale.


Dr. Pileci so che è un disturbo ma non credo lo sia nel mio caso se il desiderio è presente ogni 45 giorni(in ogni caso c'è qualche volta),o mi sbaglio?

[#9]
Dr.ssa Paola Scalco Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 4k 92 43
Gentile Ragazza,
mi associo alla dottoressa Pileci nel consigliarle di effettuare a breve una visita ginecologica, facendosi inoltre prescrivere eventuali analisi del sangue mirate ad indagare potenziali origini del disturbo che lamenta (ad es. di tipo ormonale).
Che tipo di contraccezione utilizza? Da quanto tempo?
Ha notato qualche connessione tra l'andamento del suo desiderio e il ciclo mestruale?
Ha già provato ad utilizzare dei lubrificanti, in modo da vedere se eliminando il dolore ci possa essere un incremento nel desiderio e/o nell'eccitazione?
Le allego in proposito una lettura di approfondimento:

https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/816-scivolare-nel-piacere-con-i-lubrificanti.html

Cordiali saluti.


Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
cell. 3315246947-paola.scalco@gmail.com

[#10]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile ragazza,

ovviamente non posso diagnosticarlo da qui.
Però diciamo che l'atto del desiderare il sesso è funzione di diversi segnali interni ed esterni, che sono attivi in modo diverso durante l'arco della vita.
In parte il desiderio sessuale è attivato da un programma neuroendocrino che diventa particolarmente forte con lo sviluppo sessuale di una persona e che orienta verso la ricerca di un partner.
E' vero che si tratta di un segnale intermittente ed è anche vero che, in una coppia, bisogna trovare anche il momento in cui si ha voglia di fare l'amore nello stesso momento.

Però qui si aprono altri scenari sul desiderio sessuale, che non possiamo approfondire da questa sede. Per esempio ci sono persone che sono stimolate sessualmente dall'idea di non dover chiedere mai o dal sentirsi desiderato per primo, o dal non lasciarsi prendere mai, ecc... Si tratta di "giochi" che hanno la finalità del controllo sul partner (a livello spesso inconsapevole). E' per questo che indagare la relazione può essere una buona idea.

Ma possiamo considerare anche i meccanismi di insorgenza del desiderio sessuale:

- biologico
- frutto di pensieri che la mente produce in modo spontaneo, rielaborando nel tempo i significati attribuiti, le immagini, le aspettative, ecc...
- gli stimoli ambientali, come la simbologia, le associazioni, ecc...

Quindi il nostro cervello è in grado di modulare tutte queste informazioni.
Ma dobbiamo anche considerare che la sessualità non potrebbe realizzarsi fuori da una relazione significativa che permette l'apprendimento o il mettere in pratica gli specifici pattern emotivi, cognitivi e comportamentali.

E' anche possibile in tal senso modulare il proprio desiderio sessuale verso qualcuno.

Però ribadisco: prima la visita medica e solo in seconda battuta la consulenza psicologica.

Saluti,
[#11]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Gentile Ragazza,
pur avendo fatto un corso di psicologia che si occupa di sessualità, non è affatto vero che il calo del desiderio sessuale o desiderio sessuale ipoattivo, sempre se di questo si tratta, non è un problema serio.
La visita ginecologica, diventa l'ancella del piacere, perchè se a causa di infiammazioni\infezioni ha dolore o fastidio, sicuramente non potrà approcciarsi al piacere.
La relazione in cui abita la sessualità è da investigare adeguatamente, così come tutto quanto riguarda lei, la sua psiche, il suo corpo, il suo immaginario erotico, l'educazione ricevuta, la sua risposta sessuale, quella dei suoi partners, ecc..

Le allego qualche articolo per approfondimenti.

https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1240-i-disturbi-del-desiderio-sessuale-parte-prima.html

https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1268-i-disturbi-del-desiderio-sessuale-parte-seconda.html

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/2810-desiderio-sessuale-le-coppie-oggi-sanno-ancora-desiderare.html

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/2348-l-orgasmo-femminile-si-puo-imparare.html

Nel mio blog e sito, troverà moltissimo materiale, per ulteriori approfondimenti

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#12]
Dr.ssa Flavia Massaro Psicologo 12,5k 233 130
"le prime settimane non c'erano problemi anzi ci vedevamo ogni sera e non avevo problemi ne di desiderio ne di eccitazione,ma dopo credo 2 mesi neanche diciamo che non ho più sentito il bisogno di far sesso, ne di fare altro (tipo preliminari)".

Stando a quanto ci dice è possibile che il nocciolo della questione sia di natura relazionale, visto che all'inizio va tutto bene e lei perde desiderio dopo qualche settimana, ma non posso che consigliarle anch'io un controllo ginecologico che va comunque periodicamente effettuato.

Tutto sommato comunque la frequenza dei vostri rapporti non è così bassa come lei sembra affermare:

"Lui al contrario vorrebbe far l'amore tutti i giorni,ma a causa mia lo facciamo solo 1 o 2 volte a settimana"

In ogni caso si tratta di questioni estremamente soggettive e l'importante è che i due partner si trovino sulla stessa lunghezza d'onda o trovino un compromesso.

[#13]
dopo
Utente
Utente
Premetto che vi ringrazio tutte per il tempo dedicato al mio problema.

Gentile Dr.ssa Scalco,
in realtà non utilizziamo nessuna contraccezione,se non il coito interrotto da quando ci siamo messi insieme e quindi da 2 anni,il mio partner non è molto propenso all'uso del preservativo anche se credo sarebbe l'unica soluzione dato che ho propensione verso la candida,ma non sono ancora riuscita a convincerlo purtroppo.
Per la seconda domanda le posso dire che ho più desiderio nella seconda settimana dopo il ciclo e più dolore e meno lubrificazione nella settimana pre ciclo.
Infine per quanto riguarda i lubrificanti li abbiamo utilizzati qualche volta,l'eccitazione sicuramente c'è perchè appunto non ho male,ma il desiderio è abbastanza invariato.
La ringrazio per la lettura allegata,provvederò a leggerla quanto prima!

Dr.ssa Pileci,
la ringrazio per la risposta so che il desiderio è un argomento molto complesso,infatti per ora ho fatto solo ipotesi tra me e me..in ogni modo provvederò quanto prima per una visita ginecologica sperando il problema si risolva. La ringrazio

Dr.ssa Randone,
forse mi sono espressa male,io non penso assolutamente che il disturbo da desiderio sessuale non sia un problema,se è chiamato disturbo di certo non è una cosa piacevole, non credo lo sia per me per il semplice fatto che tengo a considerare disturbo se il desiderio non si presenta proprio per nulla,mentre come ho detto a me si presenta anche se ogni 45 giorni(circa). Forse mi sbaglio ecco ma questo era il mio pensiero.
La ringrazio per gli allegati.

Dr.ssa Massaro,
io reputo bassa la frequenza in quanto ho 20 anni e se ho di questi problemi adesso non immagino con l'andare avanti cosa possa succedere,credo che una ragazza 3 rapporti,anche 4 a settimana potrebbe averli tranquillamente a differenza mia. Comunque si il mio partner ovviamente accetta abbastanza la situazione,ma per me la situazione sta diventando pesante ogni volta di più quando continua ad uscire questo discorso.
[#14]
Dr.ssa Laura Mirona Psicologo, Psicoterapeuta 627 6 1
Cara ragazza,

a quanto già detto dalle mie colleghe volevo aggiungere una domanda. Perchè per lei è così importante l'esperienza sessuale in un rapporto? Lei esordisce nella sua presentazione dicendoci che ha poca esperienza, sottolineando numero di partner ecc. Poi ci ha anche detto che invece il suo ragazzo ha molta più esperienza essendo più grande. Ecco mi trovo un pò confusa da questo dettaglio. Ha voluto comunicarlo in quanto per lei costituisce un problema tra lei e il suo ragazzo il fatto che avete avuto esperienze differenti, oppure è una questione di credenze? Ovvero lei crede che il fatto di essere poco esperti sessualmente possa in qualche modo incidere sul desiderio in un rapporto di coppia?

Dr.ssa Laura Mirona

dottoressa@lauramirona.it
www.lauramirona.it

[#15]
dopo
Utente
Utente
Dr. Mirona,
io l'ho detto perchè lui una volta mi ha detto che non ha mai avuto ragazze che non avessero voglia di far sesso,talvolta ho dei complessi di inferiorità forse pensando che non avendo avuto molte esperienze rispetto magari a una ragazza di 30 anni possa incidere sulla soddisfazione sessuale,poi però questo è un altro discorso..non credo possa incidere sul desiderio..
[#16]
Dr.ssa Laura Mirona Psicologo, Psicoterapeuta 627 6 1
Esattamente. È la qualità e non la quantità che fa la differenza. Stia serena su questo

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio