Utente 465XXX
Buongiorno ho 57 anni, famigliarità ca prostatico padre, eseguo controlli periodici da circa 8 anni valore psa costante medio 2,10 2,30 nell'ultimo anno con cadenza semestrale sono passato a 3,6 ed ora a 4,6 , il rapporto è sempre però stato sfavorevole al di sotto del 15, ora sono a 10, non ho particolari disturbi legati alla sfera urinaria, a volte urgenza nella minzione che è frequente ma premetto che mangio moltissima verdura tanto pomodoro e bevo parecchio e consumo molto the, in ambito sessuale da circa un paio di anni sperma ridotto e molto liquido e trasparente, faccio attività prevalentemente Bicicletta una/due volte settimana amatoriale, l'urologo che mi segue nelle visite non ha mai riscontrato evidenze sospette .

vi chiedo un consiglio su come procedere e su quante probabilità vi siano relativamente al carcinoma rispetto ad altre problematiche

ringrazio anticipatamente

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

difficile far una tale prognosi d questa postazione; detto questo mi sembra che il suo urologo stia attuando una "sorveglianza attiva" sostanzialmente condivisibile.

Se poi desidera comunque avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-le-malattie-della-prostata-stili-di-vita-prevenzione-e-nuove-indagini-diagnostiche.html

https://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 465XXX

la ringrazio molto ho letto con attenzione da tempo le informazioni dei link, la mia domanda però era rivolta a conoscere in base alla vostra esperienza quale potrebbe essere uno scenario rispetto alle informazioni disponibili, chiedo questo in quanto l'aspetto legato all'ansia su questa materia è sempre piuttosto invasivo .

la ringrazio ancora

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

con il suo PSA leggermente mosso non possiamo fare alcuna prognosi seria e mirata.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com