Utente 427XXX
Salve. Sono una ragazza di 27 anni e premetto di essere una persona abbastanza ansiosa, soprattutto per quanto riguarda la salute; praticamente basta poco per farmi preoccupare. Detto questo, da circa una settimana ho iniziato ad urinare veramente spesso e ad avere quasi uno stimolo perenne. Inizialmente ho pensato ad una cistite, poiché ne soffro almeno 1/2 volte l'anno; 10 anni fa ebbi una cistite molto forte, con sangue nelle urine ed in seguito una colica renale. Per guarirne del tutto e non avere più nessunissimo sintomo ho impiegato 2 anni. Comunque ciò che adesso mi preoccupa e' che non ho bruciori alla minzione, ho un gran gonfiore addominale (da 3 giorni mi è venuto anche il ciclo), ho questo perenne stimolo (senza urgenza) ed un po' di fastidio nelle zone genitali tipo un solletico/prurito e vedo che lo stimolo mi si attenua se appunto premo nella zona genitale. Il mio medico mi ha fatto prendere l'antibiotico, anzi due, ma non è che abbia risolto molto, dato che bruciori non ne avevo manco prima. Quando sono fuori a volte mi sembra di non avvertire questo stimolo e riesco comunque a non andare in bagno anche per 3/4 ore. Per quanto riguarda la notte, non mi è mai capitato di svegliarmi più di una volta per andare in bagno (questo però mi succedeva anche prima, bevendo comunque molto anche dopo cena), ieri notte invece non avendo bevuto più dalle ore 20, non ho avuto bisogno di alzarmi dal letto. Vorrei sapere secondo voi dalla mia descrizione si può trattare di cistite o devo pensare ad altro? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

da quello che ci scrive, in modo un pò confuso, si può pensare a molte cose ad esempio anche e addirittura ad una situazione di stress acuto o cronico, oppure ad una infiammazione delle vie uro-genitali.

Che cosa dice il suo urologo di fiducia?

Detto questo, se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su tale problematica urologica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/199-cistiti-ed-uretriti-urina-brucia.html .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 427XXX

La ringrazio per la tempestiva risposta e per l'articolo molto interessante. In realtà ancora non sono stata dall'urologo, forse sbagliando ma in queste occasioni sento sempre il mio ginecologo, tuttavia ho preso appuntamento per una visita urologica e nel frattempo spero che passi.. adesso addirittura sono stata fuori diverse ore e tornata a casa ancora non avevo lo stimolo. Le faccio solo una domanda, e' possibile che avendo io problemi di intestino irritabile e comunque purtroppo soffrendo di stiticheZza e dovendomi sempre sforzare per andare in bagno abbia un po' diciamo "infiammato" la vescica o i muscoli? So che è una domanda scema ma non mi è mai capitato di avere lo stimolo senza bruciore quindi mi fa strano pensare ad una cistite anche se applicando un po' di gynocanesten mi sembra quasi di avere meno stimolo. Grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

problemi intestinali, come quelli da lei indicati, devono sempre essere tenuti ben presenti quando vi è una sospetta infiammazione delle vie urinarie.

Ora faccia la valutazione in diretta con il suo urologo di riferimento e poi, se lo desidera, ci riaggiorni.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 427XXX

Grazie mille dottore. Ho prenotato la visita per lunedì, nel frattempo in questi giorni sto cercando di mangiare molti yogurt e fermenti lattici proprio per cercare di migliorare il mio problema intestinale. Vi terrò aggiornati. Buona serata.

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#6] dopo  
Utente 427XXX

Buongiorno. Scusi se riscrivo prima della visita urologica, però per mia fortuna sto meglio, ed i sintomi che avevo si stanno attenuando, anche se ho sempre un po' di leggero stimolo è un leggero bruciore dopo aver fatto il bagno caldo. Visto che il tutto mi era cominciato 2 giorni prima di avere il ciclo e sta passando proprio con quest'ultimo pensa che forse invece di una visita urologica dovrei orientarmi di più su unanginecologica? In realtà l'ho fatta una mesata fa con annesso pap test annuo negativo, e durante la visita con eco interna quando il ginecologo ha toccato la vescica avevo avuto dei dolori. Possono essere connesse queste cose? Tra l'altro ho eseguito il test delle urine che ritirerò oggi. Grazie

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene sentire forse una campana diversa per meglio comprendere il suo particolare problema clinico.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#8] dopo  
Utente 427XXX

Scusi non ho capito la risposta

[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se già sentito uno specialista in ginecologia; per meglio affrontare queste problematiche che hanno molte prospettive urologiche è bene sentire in diretta anche un esperto urologo.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#10] dopo  
Utente 427XXX

la ringrazio. Per mia fortuna sto molto meglio dal punto di vista "urologico" o per lo meno nel senso dei vecchi disturbi. L'unica cosa che mi resta e' questo fastidio ai genitali esterni quasi come fossero infiammati, infatti sono stata dal mio medico di base che mi ha fatto fare un urinocultura completa anche se secondo lui si tratta più o di un'uretrire o una vestibolite vulvare (mi sembra di aver capito)e mi ha prescritto cistalgan da prendere prima dei risultati. In base ai risultati vedrò se andare appunto dall'urologo o dal ginecologo. La ringrazio e buona serata

[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#12] dopo  
Utente 427XXX

Buonasera. Torno a riscrivere, poiché dopo aver fatto l' esame delle urine era risultato tutto ok. Il mio medico mi aveva prescritto il cistalgan e modificando un po' le abitudini alimentari ero tornata a stare bene. Adesso qualche giorno fa in seguito a dei giorni stressanti ecco che si è ripresentato il problema. Non ho urgenza minzionale, ma ho come la sensazione di aver lo stimolo anche dopo aver urinato, un fastidio quasi sul fondo dell'uretra non alla vescica, anche se poi riesco a non andare in bagno anche per 4/5 ore e la notte non mi capita mai, poiché stando distesa sto meglio. Secondo lei cosa dovrei fare? A chi dovrei rivolgermi? Quali potrebbero essere le cause?

[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene sentire e risentire il suo urologo di fiducia e con lui valutare se deve ripetere una ecografia delle vie urinarie e le solite indagini colturali.

Nel frattempo cerchi comunque di "andare in bagno" con regolarità, ogni 2-3 ore e non aspetti di arrivare alla 5a ora.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com