Utente 414XXX
Salve, riassumo in breve la mia storia clinica:


22/07/11 Uretrotomia laser endoscopica

03/10/12 Uretrotomia laser endoscopica+litotrissia laser per calcolo in vescica

28/07/15 Uretrotomia laser endoscopica+litotrissia laser per calcolo in vescica

22-30/11/15 Ricovero per pielonefrite acuta destra, in paziente in nefrolitiasi,stenosi uretrale e reflusso vescico-ureteralebilaterale

01-05/02/16 Ricovero per pielonefrite acuta destra, in paziente in nefrolitiasi,stenosi uretrale e reflusso vescico-ureteralebilaterale

04-15/03/16 Ricovero per pielonefrite acuta destra, in paziente in nefrolitiasi,stenosi uretrale e reflusso vescico-ureteralebilaterale

01-12/04/16 Ricovero per pielonefrite acuta destra, in paziente in nefrolitiasi,stenosi uretrale e reflusso vescico-ureteralebilaterale

05-09/06/16 Eseguito intervento Exeresi fibrosi, Uretroplastica bulbare di ampliamento ventrale con mucosa buccale

07-09/06/17 Eseguito intervento di Uretrotomia laser


Ad oggi il reflusso sembra non esserci più cosi come sintomi di pielonefrite tornando però a valori pessimi dati dall'uroflussometria di controllo:

Tempo di svuot: 71s

Tempo di flusso 70s

Tempo al flusso massimo 12s

flusso massimo 5.1ml/s

flusso medio 4.2 ml/s

volume espulso 298ml

Dato che ho avuto modo di leggere alcuni articoli riguardo all'intervento di Pieloplastica tramite chirurgia robotica,per sapere se poteva essere per me un aiuto e indicato nel mio caso.

Oppure viene considerata in caso di Uretroplastica fallita un intervento di perineostomia.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il basso flusso può essere causato da una ostruzione dell'uretra, ma anche da una vescica che si contrae poco. Ovvero le due condizioni possono anche sovrapporsi, creando confusione interpretativa. Se all'endoscopia il restingimento è molto evidente, si può parlare di esiti sfavorevoli dell'intervento di uretroplastica eseguito due anni fa. In caso contrario sarebbe opportuno valutare la contrattilità della vescica con una indagine urodinamica (studio pressione/flusso). Per il resto, la pieloplastica - oggi eseguita brillanetmente anche con il robot operatore - è un intervento sul rene e non comprendiamo quali indicazioni possa avere nel suo caso. Per quanto riguarda l'uretra, come spesso andiamo dicendo in queste pagine, iil suo trattamento chirurgico è assai delicato e dovrebbe essere affrontato da professionisti che ne abbiano una vasta e continua esperienza specifica, purtroppo abbastanza rari.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing